VIDEOGAME/L’horror italiano al Nintendo Indie Summit

Si svolgerà oggi, 15 luglio la nuova edizione del Nintendo Indie Summit, la serie di eventi e tavole rotonde dedicate ai giochi indipendenti sviluppati per la console Nintendo Switch, all’interno della prima giornata di First Playable 2020, il principale evento B2B internazionale in Italia dedicato al business dei videogiochi che si tiene dal 15 al 16 luglio.

Organizzato da IIDEA, l’Associazione che rappresenta l’industria dei videogiochi in Italia, e Toscana Film Commission, con il supporto di MeetToMatch, partner tecnico dell’evento, First Playable 2020 mette in contatto 50 publisher internazionali con oltre 70 studi di sviluppo italiani, con lo scopo di dare visibilità ai prodotti made in Italy e fare crescere l’industria dei videogiochi nazionale.

Gli studi ospiti del nuovo appuntamento, completamente digitale, sono Stormind Games e Darril Arts, LKA e GhostShark Games, realtà italiane autrici di giochi di successo come “Remothered: Tormented Fathers“, survival horror vincitore di numerosi premi tra cui Best Italian Game agli Italian Video Game Awards 2019 e Best Animation agli Oniros Film Awards 2019, “The Town of Light”, acclamato thriller psicologico con una trama basata su fatti realmente accaduti nell’ex-manicomio di Volterra e vincitore del premio Excellence in Story and Storytelling ai Game Development Awards 2014, e “Still There”, avventura grafica dai toni sci-fi ambientata nell’oblio dello Spazio profondo.

L’horror italiano è dunque il genere che si va affermando sempre più decisamente nei videogame, grazie a titoli dalle trame psicologiche e in grado di coinvolgere con un misto di attrazione e paura i videogiocatori, e sembra portare avanti una tradizione nata nella seconda metà degli anni Cinquanta con il cinema e i maestri del genere come Dario Argento, Mario Bava o Lucio Fulci.

A tre anni dall’uscita di Nintendo Switch, la libreria della console di casa Nintendo va via via crescendo, tanto da aver sorpassato il traguardo di oltre 2000 titoli, e questo anche grazie a realtà di sviluppo indipendenti, sempre più sinonimo di qualità. Nella cornice di First Playable, che ha tra gli obiettivi primari la crescita delle imprese italiane, Nintendo è in prima fila a supportare gli studi di sviluppo locali fornendo, con gli Indie Summit, una grande possibilità di visibilità ai media e al pubblico per gli sviluppatori, in modo che possano continuare a crescere ed evolvere.

Nella sezione: News