direttore Paolo Di Maira

VENICE PRODUCTION BRIDGE/Numeri in crescita

Numeri in crescita al Venice Production Bridge, il mercato della Mostra del Cinema di Venezia che si è concluso lo scorso 5 settembre: aumentano i professionisti accreditati (del 10%), i meeting del Gap Financing Market (dell’86%), i meeting one-to-one all’interno del Book Adaptation Rights Market (del 52%). E soprattutto grande entusiasmo per il focus sulla Realtà Virtuale, e l’esposizione delle opere in concorso e delle installazioni nella bellissima location del Lazzaretto, che ha visto un vivace afflusso di visitatori e spettatori, inclusi “attori, politici…perfino il Ministro della Cultura Islandese…” -racconta soddisfatto Pascal Diot, il direttore del mercato.- Le nuove tecnologie chiamano in causa nuovi professionisti, e per questo è importante dar loro un luogo dedicato dove potersi incontrare, fare networking…Vedo che dopo due anni le persone iniziano ad avere più familiarità con la realtà virtuale, e anche per questo l’anno prossimo conto di sviluppare ulteriormente questa sezione. Ho avuto feedback positivi anche sui progetti di VR al Gap Financing Market, il regista cambogiano Rithy Panh, ad esempio, autore di molti lungometraggi di finazione e documentari, ha presentato qui il suo primo progetto di realtà virtuale, “Amrita” (co-produzione fra Francia, Cambogia, Paesi Bassi, Germania), ed era entusiasta degli incontri realizzati.”

Fra gli altri progetti del GFM che hanno riscontrato particolare favore, Diot cita “Escape Vroom” del canadese Sean O’Reilly, sempre di Realtà Virtuale; i lungometraggi di finzione “Irene” della regista argentina Celina Murga e “Brighton 4” del georgiano Levan Koguashvili (co-produzione fra Georgia, Bulgaria, Corazia, Grecia e Monaco); e il documentario “La Ciudad Oculta” dello spagnolo Victor Moreno (Spagna-Francia).

Il panel che ha avuto più affluenza, nei giorni del mercato, è stato senza dubbio quello su Netflix, alla presenza di Erik Barmack, vicepresidente dei contenuti originali internazionali, a Venezia per la presentazione, al Festival, di “Suburra”, la prima serie prodotta in Italia da Netflix. “Bamark ha parlato della volontà di continuare a investire nella produzione domestica, che spesso funziona molto bene negli Stati Uniti”- afferma Diot.

Una strategia a cui guardare con attenzione mentre si discute del finanziamento dei film europei (all’interno dell’European Film Forum e dell’incontro con la nuova commissaria europea Mariya Gabriel). Diot commenta anche l’idea, arrivata qualche mese fa dal presidente francese Emmanuel Macron, di creare un Netflix europeo: “Potrebbe avere un senso se si creasse una piattaforma dove la filmografia europea fosse affiancata dai nuovi film che sono presentati ai festival, un po’ come facciamo noi con la sala web.”

 

Articoli collegati

TFI / Sviluppo: crescono i fondi regionali e internazionali

Il Panel Ricerca e Sviluppo!Il grande anno dei fondi a sostegno dello sviluppo organizzato dai Production Days di Torino Film Industry.

ESERCIZIO/Il Giro dei Cinema

Il Giro dei Cinema: alla scoperta delle buone pratiche dei cinema d'essai attraverso un viaggio in 42 sale italiane

Cinema&Video International n.179

Il numero di ottobre 2020 è distribuito al MIA di Roma e sulla piattaforma di MIPCOM Online+
- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

WEB FESTIVAL / Al via il Digital Media Fest online

Si svolgerà dal 30 novembre e terminerà il 2 dicembre, con una formula interamente digitale il Digital Media Fest, il festival creato e diretto da Janet De Nardis: 3 giorni di webserie, cortometraggi e vertical video provenienti da oltre 30 Nazioni.

TALLIN BLACK NIGHTS /Glass Boy è il miglior film per ragazzi

“Glassboy”, il film per ragazzi opera seconda del regista e sceneggiatore Samuele Rossi, ha vinto premio ECFA come miglior film alla 24ma edizione del prestigioso PÖFF | Tallinn Black Nights Film Festival, dove concorreva nella sezione Just Film.

IDFA / Ultimina di Jacopo Quadri in concorso

E' in concorso a IDFA il Festival internazionale di Documentari di Amsterdam, "Ultimina", diretto da Jacopo Quadri, il montatore di "Notturno" di Gianfranco Rosi - il film italiano candidato agli Oscar.
- sponsor -

INDUSTRY

DIVERSITY MEDIA AWARDS / Berry Bees miglior serie kids

"Berry Bees", una coproduzione internazionale di Atlantyca con SLR Productions, Telegael e Studio Cosmos-Maya con la partecipazione di Rai Ragazzi e NINE Network, è stata premiata come Miglior Serie Kids dell’anno ai Diversity Media Awards 2020

SALE/ Christie lancia la lampada antivirus

A gennaio 2021 il lancio della linea Christie Counter Act, la lampada antivirus che può essere utilizzata in presenza di persone

TFL / Tutti i premi del Meeting Event

Tutti i premi del Torino Film Lab Meeting Event che si è concluso il 20 novembre. La novità del Green Filming Award, promosso insieme alla Trentino Film Commission
- sponsor -

LOCATION

PIEMONTE / 5 progetti sostenuti dal Film Tv Fund

Il nuovo film di Davide Ferrario, "Tutto qua” (titolo provvisorio) le cui riprese si stanno concludendo a Torino, è uno dei cinque titoli che beneficerà del contributo el Bando POR FESR "Piemonte Film Tv Fund". Sostenuti anche per Indyca, IIF, Casa delle Visioni e Viola Film

CORTI / Ça Tourne! il nuovo concorso di F.F.C. Vallée d’Aoste

“ÇA TOURNE!”: c'è tempo fino al 9 dicembre per partecipare al concorso di idee finalizzato alla realizzazione di cortometraggi bandito da Fondazione Film Commission Vallée d’Aoste e rivolto a professionisti residenti o domiciliati in Valle d’Aosta, imprese, associazioni culturali e fondazioni valdostane o che abbiano sede legale od operativa sul territorio regionale

FVG / Iniziate le riprese di Volevo Fare la Rockstar 2

Gorizia, Cormons, Cividale del Friuli e Gradisca sono le location di "Volevo fare la Rockstar 2", diretta da Matteo Oleotto ed è una coproduzione Rai Fiction e Pepito Produzioni realizzata con il sostegno della Friuli Venezia Giulia Film Commission.