direttore Paolo Di Maira

VALLE D’AOSTA / Torna Schiavone con due serate

Il Teatro Romano, Piazza Chanoux con il suo caffé storico, le viuzze e i vicoli dell’Aosta romana e medievale tornano protagonisti sugli schermi di Rai Due assieme a Marco Giallini e al suo Vice Questore Rocco Schiavone: l’appuntamento per la seguitissima serie, tratta dai romanzi di Antonio Manzini e diretta da Simone Spada (una coproduzione Rai Fiction-Cross Productions) è per il 17 e il 24 marzo in prima serata.

Le riprese di questa quarta stagione, previste a Marzo 2020 e bloccate per il Covid, sono slittate al 6 luglio: la produzione è stata la seconda a ripartire in Italia dopo il lockdown:
“Per tutti è stato uno sforzo importante, sia per tutti i nuovi adempimenti sia per le complessità legate ad alcune location e situazioni, ma siamo riusciti, la produzione e noi di Film Commission a trovare sempre le soluzioni migliori, grazie anche al supporto imprescindibile di tutte le istituzioni e soggetti coinvolti, – dichiara Alessandra Miletto, direttrice della Film Commission Vallée d’Aoste, – Manzini e Spada hanno discusso sulla possibilità di spostare l’ambientazione in estate, ma è stata un’ipotesi subito scartata proprio per la natura della serie che fa di una certa luce e del freddo una delle sue caratteristiche. Come hanno detto ieri in conferenza stampa, ad esempio, Schiavone non può stare senza loden, che ormai è una sorta di mantello da supereroe, Marco ha proprio adottato una camminata e un modo di far svolazzare il loden aperto che è diventata caratteristica.Così tutti gli attori hanno resistito stoicamente e con grande professionalità al girare nei loro costumi invernali (piumini, scarponi, giacche a vento, sciarpe) in una delle estati più calde che Aosta ricordi con 36 gradi.”

Per queste due puntate, tratte dagli ultimi romanzi di Manzini, “Rien ne va plus” e “Ah, l’amore, l’amore” sono state privilegiate, dunque, riprese in interni, in notturna, con più pioggia e meno neve.
Oltre alle location canoniche già citate, la produzione si è anche spostata in altri comuni della Valle, tra cui Gressan, Avise e La Thuile, dove si svolge una delle scene clou della prima puntata. 

“Manzini ha rivelato che a maggio uscirà il nuovo romanzo della serie, quindi confidiamo in una quinta stagione di Schiavone. – Conclude Miletto – Tutta la troupe dichiara di sentirsi ormai di casa in Valle d’Aosta, Alberto Lo Porto che interpreta Antonio Scipioni racconta che durante le riprese sono stati fermati da tantissimi turisti venuti apposta in Valle dopo aver visto Rocco Schiavone.”

 

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION

Newsletter