direttore Paolo Di Maira

UNIVERSAL/2014 sotto una buona Stella

Il 2014 è un anno di grande importanza per il mercato italiano dove temi quali digitalizzazione e multiprogrammazione saranno al centro del confronto tra distributori ed esercenti.
“Il 70% degli schermi, oggi, fa il 95% del mercato”, osserva Richard Borg, Amministratore Delegato di Universal Pictures International Italy:
“sono gli stessi ad essere stati digitalizzati per primi; per gli altri si dovranno attendere i primi mesi dell’anno prossimo.
Poi,però, la pellicola scomparirà e sarà, dunque, necessaria la conversione al digitale. Purtroppo la gente non va ancora al cinema per il gusto di andare al cinema, ma per seguire i singoli film ed eventi.
Noi abbiamo bisogno di nuovi schermi nei centri urbani e di un ammodernamento delle sale di città per creare dei veri e propri poli di interesse per il pubblico.

Dobbiamo valorizzare, dandogli maggiore visibilità, il prodotto essai e il cinema italiano in particolare. Abbiamo bisogno di un mercato più sano e maggiormente proattivo. In questo senso anche la multiprogrammazione può servi- re a rilanciare il mercato aprendolo a nuove possibilità. A patto ovviamente che sia fatta in modo da non confondere il pubblico.”

Nel frattempo sarebbe necessario fare entrare in vigore il nuovo regolamento dell’AgCom per combattere la pirateria…
La pirateria può essere per lo meno bloccata solo attraverso il contributo di tutti. Bisogna avere una maggiore consapevolezza in questo senso: molti si lamentano, ma pochi fanno davvero qualcosa, nonostante la FAPAV stia ottenendo dei risultati molto importanti a dispetto delle risorse non certo amplissime.

Parliamo di Universal: il vostro impegno per sviluppare il mercato dell’estate 2014 è particolarmente significativo….
Tra maggio e giugno abbiamo due commedie molto divertenti: il secondo film del regista di “Ted” Seth McFarlane, che dirige Liam Neeson, Amanda Seyfried, Charlize Theron in “Un milione di modi per morire nel west” e – a fine giugno – “Anchorman 2” dove alcune tra le più grandi star di Hollywood avranno un loro cameo. Posizioneremo, poi, tre blockbuster molto importanti: Il 10 luglio arriva “Fast &Furious 7” e il 24 luglio “Transformers 4”.
A metà agosto, poi, usciremo con ‘Hercules’ di Brett Ratner con Dwayne “The Rock” John- son, Peter Mullan, John Hurt. A metà settembre troveremo poi Megan Fox al fianco delle amatissime “Tartarughe Ninja”.

I titoli di punta del prossimo anno quali saranno?
Tra gennaio e marzo proporremo titoli decisamente molto interessanti: lo straordinario “All is lost” con Robert Redford, l’esilarante commedia “Last Vegas” con

Kevin Kline, Michael Douglas,RobertDeNiroeMorganFreeman.
La regia è di Jon Turtletaub, già autore dei film de ‘Il mistero dei templari’.
Dopo il titolo prodotto da Filmauro, “Sotto una buona stella” di Carlo Verdone, puntiamo molto sul film del personaggio creato da Tom Clancy, Jack Ryan. Una figura interpretata in passato da Alec Baldwin e da Harrison Ford per “Caccia a Ottobre Rosso” e “Giochi di potere” che oggi è portata sullo schermo da Chris Pine, che abbiamo apprezzato come nuovo Capitano Kirk della serie Star Trek.
In questo thriller molto spettacolare intitolato “Jack Ryan – L’iniziazione” diretto da un grande regista che recita anche come attore, del calibro di Kenneth Branagh, ci sono anche Kevin Costner e Keira Knightley.
In primavera, ad aprile, arriverà poi quello che possiamo considerare uno dei film più importanti dell’anno per l’intero mercato: Darren Aronofsky dirige Russell Crowe nel biblico “Noah”, dove il profeta Noè è accompagnato nel suo viaggio da Anthony Hopkins, Emma Watson, Logan Lerman.
Seguiranno in autunno “Dracula Untold” e, a fine novembre, il terzo capitolo della sagadi “Hunger Games”.

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION