direttore Paolo Di Maira

UN CAPOLAVORO DI EQUILIBRIO

Con la vittoria di “The Woman Who Left” del cineasta filippino di culto Lav Diaz, si compie il capolavoro di equilibrio della 73esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.
Soddisfatti critici e cinefili (molto difficile che il film di Diaz, 226 minuti in bianco e nero, senza distribuzione in Italia, veda il pubblico delle sale), irrobustito il brand di Venezia quale festival di “Arte cinematografica”, Alberto Barbera, direttore della Mostra, si accomoda al secondo tempo, quello della corsa agli Oscar, in attesa di ritrovare qualcuno dei film ( statunitensi) selezionati.
Film cui Venezia ha offerto un raffinato quanto efficace lancio promozionale, assicurando una presenza, discreta, anche nella rosa dei premiati: Premio Speciale della Giuria a “The Bad Batch” di Ana Lily Amirpour; Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria a “Nocturnal Animals” di Tom Ford , Premio per la migliore sceneggiatura a Noah Oppenheim per “Jackie” di Pablo Larraín e Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile a Emma Stone per “La La Land” di Damien Chazelle.
Quest’ultimo premio è stato ritirato, in assenza dell’attrice, da Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema, che La La Land distribuisce in Italia attraverso 01 Distribution, plasticamente evidenziando un altro capolavoro d’equilibrio, quello tra il popolare cinema hollywoodiano e il difficile cinema italiano: è targato infatti Rai Cinema anche l’unico film italiano premiato al lido ( nella sezione “Orizzonti”), il documentario “Liberami” di Federica Di Giacomo.
E siamo al cinema italiano, ignorato dal Concorso e relegato, con il riconoscimento di “Orizzonti”, in seconda linea; anche questo era previsto ed è stato predetto da Barbera .
Nel prendere nota che il nostro cinema non piace quasi più a nessuno ( già sottolineata a suo tempo la sintonia del direttore della Mostra con il DG Cinema Nicola Borrelli che lo ha definito “piccolo e rattrappito”, si registra, nel day after, che anche i critici hanno scaricato il cinema italiano), colpisce che lo stesso sempre più ottenga premi nella forma documentaria.
Si osserva di più, si sogna di meno?

Articolo precedenteMEDIA/ I primi 25 anni
Articolo successivoVENEZIA 73./I Premi

Articoli collegati

ESERCIZIO/Il Giro dei Cinema

Il Giro dei Cinema: alla scoperta delle buone pratiche dei cinema d'essai attraverso un viaggio in 42 sale italiane

BASILICATA/Miracoli in VR

A fine novembre a Matera e dintorni avranno luogo le riprese del film in Virtual Reality “The 7 Miracles of Jesus” , girato attraverso...

Cinema&Video International n.179

Il numero di ottobre 2020 è distribuito al MIA di Roma e sulla piattaforma di MIPCOM Online+
- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

ITALIANI ALL’ESTERO / A Short Story in concorso all’ICFF

S'intitola "A Short Story" il nuovo cortometraggio della regista e scrittrice italiana Lucia Senesi in concorso all' Italian Contemporary Film Festival, che si svolge online fino all'8 dicembre grazie alla partnership col Toronto Film Festival

FILM SCHOOL NETWORK / Al via il meeting internazionale delle Scuole di Cinema

Si svolgerà dal 4 al 6 dicembre online la seconda edizione di Film School Network, l’evento di networking e proiezioni dedicato alle scuole di cinema europee, organizzato dalla casa di produzione lucchese Metropolis, che dal 2015 si occupa anche di formazione con la sua Accademia di Cinema Toscana.

BIENNALE COLLEGE / Prima candidatura all’Oscar

Prima Candidatura all'Oscar per un film di Biennale College: "This is not a Burial,It's a resurrection" (Lesoto). Annunciati i 4 progetti che diventeranno film di questa 9 edizione. Fra questi, "La Tana" dell'italiana Beatrice Baldacci
- sponsor -

INDUSTRY

FILM SCHOOL NETWORK / Al via il meeting internazionale delle Scuole di Cinema

Si svolgerà dal 4 al 6 dicembre online la seconda edizione di Film School Network, l’evento di networking e proiezioni dedicato alle scuole di cinema europee, organizzato dalla casa di produzione lucchese Metropolis, che dal 2015 si occupa anche di formazione con la sua Accademia di Cinema Toscana.

BIENNALE COLLEGE / Prima candidatura all’Oscar

Prima Candidatura all'Oscar per un film di Biennale College: "This is not a Burial,It's a resurrection" (Lesoto). Annunciati i 4 progetti che diventeranno film di questa 9 edizione. Fra questi, "La Tana" dell'italiana Beatrice Baldacci

DIVERSITY MEDIA AWARDS / Berry Bees miglior serie kids

"Berry Bees", una coproduzione internazionale di Atlantyca con SLR Productions, Telegael e Studio Cosmos-Maya con la partecipazione di Rai Ragazzi e NINE Network, è stata premiata come Miglior Serie Kids dell’anno ai Diversity Media Awards 2020
- sponsor -

LOCATION

LOMBARDIA /Come rilanciare la Film Commission

La necessità e l’urgenza di riformare e rilanciare la Lombardia Film Commission è stato oggetto del convegno No signal? Audiovisivo lombardo, una nuova film commission come motore del rilancio, organizzato dal raggruppamento Cinema e Audiovisivo di Cna Lombardia e a cui hanno partecipato istituzioni, associazioni, operatori. Gli interventi di Curti, Priarone, Maselli, Ippoliti, Dell'Acqua, Del Corno, Masotina, Pedote, Bocca Gelsi, Trivellini

PIEMONTE / 5 progetti sostenuti dal Film Tv Fund

Il nuovo film di Davide Ferrario, "Tutto qua” (titolo provvisorio) le cui riprese si stanno concludendo a Torino, è uno dei cinque titoli che beneficerà del contributo el Bando POR FESR "Piemonte Film Tv Fund". Sostenuti anche per Indyca, IIF, Casa delle Visioni e Viola Film

CORTI / Ça Tourne! il nuovo concorso di F.F.C. Vallée d’Aoste

“ÇA TOURNE!”: c'è tempo fino al 9 dicembre per partecipare al concorso di idee finalizzato alla realizzazione di cortometraggi bandito da Fondazione Film Commission Vallée d’Aoste e rivolto a professionisti residenti o domiciliati in Valle d’Aosta, imprese, associazioni culturali e fondazioni valdostane o che abbiano sede legale od operativa sul territorio regionale