direttore Paolo Di Maira

CANNES / Moretti in Concorso, Samani alla Semaine

“Tre piani” di Nanni Moretti è in concorso al  Festival di Cannes, che si svolgerà quest’anno dal 6 al 17 luglio: per l’ottava volta il regista tornerà a concorrere per la Palma d’Oro con il suo film, da lui scritto assieme a  Federica Pontremoli e Valia Santella,  e tratto dall’omonimo romanzo di Eshkol Nevo.
Interpretato da Margherita Buy, Riccardo Scamarcio, Alba Rohrwacher, Adriano Giannini, Elena Lietti, Alessandro Sperduti, Denise Tantucci, Nanni Moretti, Anna Bonaiuto, Paolo Graziosi, Stefano Dionisi, Tommaso Ragno, il film è  prodotto da Sacher Film e Fandango con Rai Cinema, e Le Pacte, e uscirà al cinema il 23 settembre con 01 Distribution.

La selezione della 74esima edizione del festival è stata rivelata dal presidente Pierre Lescure, e dal delegato generale Thierry Frémaux, stamattina, 3 giugno, nel corso della conferenza stampa annuale, che era stata spostata di una settimana a causa dell’elevato numero di film presenti.

Fra le novità rivelate da Frémaux, una nuova sezione per i filmmakers affermati, intitolata Cannes Premieres, dove i film godranno della proiezione con red carpet al Debussy theatre;  e il ritorno di Un Certain Regard al suo focus originale, dedicato al cinema giovane e sperimentale. 

Di coproduzione italiana due film del concorso. “The Story of My Wife“, adattamento cinematografico del romanzo omonimo di Milán Füst, è il sesto lungometraggio della regista ungherese Ildikó Enyedi, già vincitrice della Caméra d’Or a Cannes con “My 20th Century” e premiata alla Berlinale con l’Orso d’Oro per “Corpo e anima”, che le valse anche una Nomination agli Oscar – vede coinvolte nella produzione l’italiana Palosanto Films e Rai Cinema. Nel cast, accanto a Léa Seydoux, Gijs Naber, Louis Garrel, anche Sergio Rubini e Jasmine Trinca.

Ritroviamo Léa Seydoux, questa volta nei panni di una giornalista, star della televisione, impegnata tra set televisivi e una frenetica vita familiare, in  “France” di Bruno Dumont, che vede nella compagine produttiva internazionale ancora Rai Cinema, insieme alla Tea Time Film e alla Ascent Film di Matteo Rovere e Andrea Paris.

In concorso, anche “Benedetta” di Paul Verhoven, girato nel 2018 anche in Toscana, fra Montepulciano, e San Quirico d’Orcia, e in Umbria a Bevagna.

L’Italia è presente poi ne La Semaine de la Critique, “Piccolo Corpo- Small Body” di Laura Samani, prodotto da Nefertiti Film, vincitore di When East Meets West 2018.

Fra gli altri film in gara, Lucky Red porterà nelle sale italiane, il ritorno di Sean Penn sul grande schermo con “Flag Day”; che lo vede nel doppio ruolo di regista e attore protagonista (affiancato sul set da Josh Brolin, Miles Teller, e dai figli Dylan e Hopper); “Alina”, il sesto film di Valérie Lemercier ispirato alla carriera di Céline Dion; il due volte premio Oscar Asghar Farhadi con “A Hero“, e “Mothering Sunday” di Eva Husson, adattamento del romanzo di grande successo e acclamato dalla critica di Graham Swift, un’intrigante storia al femminile con  Colin Firth e Olivia Colman.

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION

Newsletter