TRA COMMEDIA E BIOPIC/Italiani primi con 01

Con L’Estate addosso, il nuovo film di Gabriele Muccino, con Brando Pacitto, Matilde Lutz, Joseph Haro, Taylor Frey, si conclude la programmazione estiva di 01, che torna al cinema in ottobre schierando quattro titoli italiani: Qualcosa di nuovo di Cristina Comencini, con Paola Cortellesi e Michela Ramazzotti (il 13 ottobre), il nuovo film di Pif In guerra per amore, (il 27 ottobre), La Cena di Natale di Marco Ponti con Riccardo Scamarcio Laura Chiatti e Michele Placido (il 24 novembre) e Non c’è più religione di Luca Miniero con Claudio Bisio e Alessandro Gassman il 15 dicembre. E apre l’anno nuovo il 1 gennaio con Alessandro Siani e Mister Felicità. Che altri film italiani ci aspettano in questo fine di stagione?

In ottobre, il 20, Lucky Red programma Piuma, il ‘ritorno’ al cinema di Palomar, che produce con Sky il terzo film di Roan Johnson, storia di Ferro e Cate, diciottenni alle prese con un’inaspettata gravidanza. Bim porta in sala il nuovo di Giuseppe Piccioni Questi giorni, con Marta Gastini, Margherita Buy, Filippo Timi, in novembre arriva Che vuoi che sia di Edoardo Leo, con Warner.
Tre sono le proposte di Koch sul cinema italiano: 7 minuti di Michele Placido, che dirige Ambra Angiolini, Cristiana Capotondi, Violante Placido e Ottavia Piccolo, la commedia Prima di lunedì di Massimo Cappelli, con Vincenzo Salemme, Dino Abbrescia, Fabio Troiano, Martina Stella, e il noir Falchi di Toni D’Angelo, con Fortunato Cerlino, Michele Riondino, Stefania Sandrelli. Il 15 dicembre esce Natale a Londra- Dio salvi la regina di Volfango De Biasi con Lillo&Greg (Filmauro).

Videa porta in sala uno dei pochissimi documentari in circolazione Robinù opera prima di Michele Santoro, sui babyboss della Camorra che, ribelli e insofferenti all’organizzazione della vecchia camorra (O’ Sistema) frequentano i migliori locali di Napoli, mettendosi in mostra sulle proprie pagine Facebook come vere star. Altri documentari arrivano dall’estero, Lucky Red ne propone tre: The Beatles di Ron Howard e Oasis di Mat Whitecross, e poi il francese Tomorrow di Cyril Dion e Mélanie Laurent che indagano in dieci paesi differenti su cosa potrebbe causare la scomparsa di una parte dell’umanità entro il 2100, preannunciata da uno studio, e su come evitarla.

Uno sguardo al cinema d’autore ci riporta alla Croisette: tanti i titoli del Festival di Cannes che i distributori italiani proporranno agli esercenti riuniti a Ciné. Sotto il cappello della qualità troviamo i classici e agli immancabili, ritorni interessanti e nuove scoperte: da Woody Allen, con la commedia romantica Cafè Society che Warner porta al cinema il 29 settembre, ai Dardenne con La Fille Inconnue (proposto da Bim). Da The Salesman di Asghar Farhadi (premio alla migliore sceneggiatura) a E’ solo la fine del mondo dell’enfant prodige-terrible canandese Xavier Do- lan, dal cast eccezionale (Natalie Portman, Jessica Chastain, i premi Oscar Susan Sarandon e Kathy Bates), vincitore a Cannes del Grand Prix du Jury (entrambi distribuiti da Lucky Red). Ci sono anche ritorni interessanti, come quello di Cristian Mungiu (già Palma d’Oro nel 2007 con “4 mesi, 3 settimane, 2 giorni”) con Graduation (Bim). Dalla Romania (e dal concorso di Cannes) arriva anche Sieranevada di Cristi Puiu, distribuito da Parthenos, che porterà in sala anche l’israeliano One Week and a Day di Asaph Polonsky (Semaine de la Critique).
Targati Bim anche Dopo l’amore di Joachim Lafosse, regista belga già conosciuto in Italia, con protagonista Berenice Bejo e Cedric Kahn (Quinzane des Realisateurs), e Red Turtle, primo film d’animazione quasi interamente muto diretto dal regista olandese Michaël Dudok de Wi,t una produzione congiunta franco-nipponica, co-prodotta anche dallo Studio Ghibli, vincitore del premio speciale della giuria nella categoria Un Certain Regard.
Academy 2 propone invece la co-produzione fra Egitto-Francia- Germania Clash di Mohamed Diab, ‘pescato’ in Un certain Regard.
Arriva dal Sundance invece Sing Street, il nuovo film di John Carney (“Once”, “Tutto può cambiare”) che, ambientato a Dublino negli anni ’80, segue la storia di un 14enne che decide di usare le sue abilità musicali per con- quistare un ragazza.
Il filone biografico schiera le storie delle vite straordinarie di Ray Kroc – interpretato da uno straordinario Michael Keaton – l’imprenditore statunitense, fondatore della catena miliardaria McDonald’s (The Founder, Videa); di Edward Snowden il tecnico informatico statunitense ex dipendente CIA che rivelò il sistema di sorveglianza di massa praticato dalla NSA, interpretato da Joseph Gordon-Levitt in Snowden di Oliver Stone (Bim) che vanta nel cast anche Nicolas Cage e Melissa Leo; di Felt, la gola profonda dello scandalo Watergate, (Liam Neeson, affiancato da Diane Lane), proposto sempre da Bim.
Stephen Frears ci racconta la storia vera della cantante d’opera Florence Foster Jenkins (Meryl Streep), diventata nota per le sue scarse abilità canore in Florence, interpretato anche da Hugh Grant, Rebecca Ferguson, e distribuito da Lucky Red.
Con Loving Vincent di Dorota Kobiela e Hugh Welchman, Adler ci porta nel fantastico mondo di Van Gogh, con uno straordinario lungometraggio animato composto da 56mila immagini dipinte nello stile del pittore. Le scene sono state prima girate con degli attori reali e poi i filmati sono stati dipinti su tela nello studio di Danzica, in Polonia.
Martin Scorsese ‘torna sul ring’ di “Toro Scatenato” da produttore per raccontare l’incredibile storia vera del pugile italoamericano Vinny Pazienza: Bleed for this di Ben Younger, con Aaron Eckhart e Miles Teller, sarà al cinema il 3 novembre con Notorius.
Matthew McConaughey vestirà i panni del contadino ribelle Newton Knight, nel dramma storico ambientato durante la guerra di secessione americana Free State of Jones (01). Lucky Red propone invece Oppenheimer Strategies.

Vivace anche il panorama degli adattamenti letterari: l’inglese Love&Friendship di Whit Stillman, con Kate Beckinsale e Chloë Sevigny, ispirato a “Lady Juliet” di Jane Austen, sarà in sala a novembre con Academy Two, che propone anche il francese Riparare i Viventi, di Katelle Quillevere, dal best seller-caso editoriale in Francia di Maylis De Kerangal, con Emmanuelle Seigner, Anne Dorval e Tahar Rahim. Ispirato a A Hologram for the King di Daver Eggers è l’omonimo film di Tom Tywker, interpretato da Tom Hanks, e distribuito da 01.
Il film drammatico Nocturnal Animals è la seconda prova registica dello stilista Tom Ford, basato sul romanzo di Austin Wright “Tony and Susan” con, Jake Gyllenhaal, Amy Adams (Universal). Adler propone invece La famiglia Fang, diretto e interpretato da Jason Bateman, che vanta nel cast anche Christopher Walken e Nicole Kidman. Il film è l’adattamento del romanzo omonimo di Kevin Wilson, ad opera di David Lindsay-Abaire, che per la Kidman aveva già scritto “Rabbit Hole”. Adler distribuirà poi Happy family, film animato di Holger Tappe, basato sul romanzo best-seller di David Safier, che ha adattato il suo libro per lo schermo insieme alla scrittrice/produttrice tedesca Catharina Junk. Altro lungometraggio animato molto atteso è One Piece Movie Gold, diretto da Hiroaki Miyamoto (Koch).
Nel 2017 invece Adler porterà al cinema Zanna Bianca, la versione del classico di Jack London, firmata dal premio Oscar Alexandre Espigares e animata da Big Beach, studio cinematografico d’animazione francese, con il supporto di Bidibul Productions.
Fra le ‘anticipazioni letterarie’ per il nuovo anno, segnaliamo anche Il senso di una fine, adattamento dell’omonimo romanzo di Julian Barnes vincitore del Booker Prize, diretto dal regista di “The Lunchbox” Ritesh Batra, e interpretato dal premio Oscar Jim Broadbent.

Non può mancare una buona dose di horror e thriller. Adler distribuirà il thriller subacqueo 47 Meters Down, il primo film ad utilizzare l’horizon tank ai Pinewood Dominican Republic Studios quest’estate, quando le riprese avranno inizio: è la storia di due sorelle dolci e simpatiche la cui vacanza al mare finisce molto male quando si trovano sul fondo dell’oceano infestato dagli squali, 47 metri sotto il livello del mare.
Altre proposte Adler sono l’indie horror The Midnight Man di Travis Zarivny con Robert Englund, Lin Shaye, Summer H. Howell; quello che potrebbe essere definito l’incrocio fra “Lei” e “ET”, Bedeviled, di Abel Vang e Burlee Vang; e Muse di Jaume Balagueró, il più prolifico e specializzato regista della nuova “scuola horror” spagnola nel genere.
Warner il 1 dicembre porta in sala Underworld 5, con Kate Beckinsale ancora una volta nei panni della spietata vampira Selene, eroina della saga che racconta l’eterna lotta tra i succhia sangue e licantropi. E’ targato Videa The Whole Truth, legal thriller di Courtney Hunt con Keanu Reeves, Renée Zellweger, James Belushi, mentre Koch propone It Follows, horror di David Robert Mitchell, lodato/criticato da Quentin Tarantino, la storia di giovane donna, Jay (Maika Monroe), che dopo un incontro sessuale è ossessionata da un’entità sovrannaturale.

Tornando al cinema italiano e andando a sbirciare sulle anticipazioni di fine anno e inizio 2017, troviamo la nuova avventura animata firmata da Alessandro Rak dopo “L’Arte della Felicità”: Gatta Cenerentola (Videa) è una fiaba dark e contemporanea, sempre ambientata a Napoli, questa volta distopica e violenta. Celebri attori danno voce ai protagonisti: Maria Pia Calzone (“Gomorra”), Massimiliano Gallo (“Per amor vostro”) e Alessandro Gassman.
Qualche commedia: Brutti e Cattivi di Cosimo Gomez, con Claudio Santamaria e Marco d’Amore (Bim),La guerra dei cafoni di Davide Barletta e Lorenzo Conte, prodotta da Minimum Fax Media, Illegitime Defense, Kinostudio Dardan (Microcinema), Smetto quando voglio 2 di Sydney Sibilia, con Edoardo Leo, Valeria Solarino, Libero di Rienzo e Pietro Sermonti (01 lo distribuisce il 2 febbraio), La verità, vi spiego sull’amore di Max Croci, con Ambra Angiolini e Carolina Crescentini, che Notorius porterà al cinema a marzo 2017. Microcinema distribuirà anche il film drammatico La stoffa dei sogni di Gianfranco Cabiddu, con Sergio Rubini, Ennio Fantastichini, Renato Carpentieri, prodotto da Paco Cinematografica e Rai Cinema.

 

Nella sezione: Rivista