TOSCANA/Liam Neeson a Monticchiello

E’ andato in onda su Rai Uno lo scorso novembre “Enrico Piaggio”, il tv movie che vede Alessio Boni nei panni dell’inventore della vespa, girato anche a Pisa, e prodotto da Rai Fiction Movieheart con il sostegno del Bando Mecenate di Toscana Film Commission, nato per sostenere la realizzazione di storie e vicende umane legate al contesto toscano, anche ispirate a fatti realmente accaduti, in grado di promuovere valori di carattere universale capaci di coinvolgere gli spettatori”.

Mecenate è inoltre, finalizzato a sostenere produzioni “le cui storie pongano al centro le unicità di carattere paesaggistico-ambientale del contesto regionale”, come “Made in Italy” l’esordio alla regia dell’attore inglese James D’Arcy, prodotto da HanWay Films con la partecipazione della italiana Palomar, che, attraverso il volto di Liam Neeson, porterà l’immagine di Monticchiello (dove è stato girato la scorsa primavera) in giro per il mondo (all’AFM il film è stato venduto in oltre 25 territori).
Un film che racconta la storia di un artista inglese bohémien che torna in Italia insieme al figlio, con cui non ha più contatti da anni, per vendere una casa che entrambi hanno ereditato dalla defunta moglie e madre.

Mecenate, come dice il nome, si propone infine di supportare quelle produzioni i cui elementi paesaggistici, culturali e artistici siano stati in grado di generare – anche attraverso il forte ruolo esercitato dalla committenza e dal mecenatismo – forme di sviluppo sociale ed economico”, ha finanziato anche tre progetti di prossima realizzazione nel 2020: “Margini”, una commedia di formazione di Niccolò Farsetti prodotta da Disparte con Rai Cinema, e ambientata a Grosseto; “Il signor Zhang”, che il collettivo John Snellinberg girerà a Prato, prodotto da Yanez Film, “Twinky Doo’s Magic World”, l’horror action ambientato nei parchi di divertimento Magic World, nati dal marchio di muffin Twinky Doo.
A realizzarlo sono i livornesi Liaconi Digital Studios, che hanno già ricevuto moltissimi riconoscimenti e nei mercati inter- nazionali per questo progetto.

Livorno è stata, in novembre, anche il set di un’altra produzione Palomar: “Andrà tutto bene” di Francesco Bruni.

A Firenze, è l’arte a fare da padrone, con un documentario su Modigliani prodotto da Arte France, e con il primo videogioco in 3D dedicato ad un museo italiano, uscito a fine ottobre: “The Medici Game: Murder at Palazzo Pitti” realizzato per le Gallerie degli Uffizi da Sillabe in coproduzione con Opera Laboratori Fiorentini-Civita dall’associazione TuoMuseo.
E’ stato lanciato nei principali store digitali, ed è scaricabile anche dalla pagina ufficiale www.themedicigame.com, per Ios e Android, in 7 lingue, italiano, inglese, spagnolo, russo, portoghese, cinese e giapponese.

Nella sezione: Luoghi&Locations