TORONTO/Sette italiani al Festival

“Anni felici” di Daniele Luchetti , “L’intrepido” di Gianni Amelio  e “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino: sono tre le anteprime mondiali al Toronto Film Festival (programmate nella sezione Special Presentation), che si svolgerà dal 5 al 15 settembre.

Il festival ospiterà poi due opere prime italiane: “Il sud è niente” di Fabio Mollo, che sullo Stretto di Messina mette in scena un’intensa storia di sentimenti e speranze (il film, prodotto da B24 Film, è interpretato da Vinicio Marchioni e Valentina Lodovini), e “Border”, di Alessio Cremonini, prodotto dalla Good Films, la storia di due sorelle siriane  che, per sopravvivere alla guerra tra le forze di polizia e gli Shabiha, sono costrette a fuggire verso il confine con la Turchia.
Completano la selezione italiana “Stop the Pounding Heart” di Roberto Minervini, italiano trapiantato negli USA, già presentato fuori concorso a Cannes e, quasi in contemporanea con la Mostra del Cinema di Venezia,  “Che strano chiamarsi Federico” di Ettore Scola che verrà presentato nella sezione Masters.

La selezione italiana del TIFF e la partecipazione della delegazione artistica al festival sono curate da Istituto Luce Cinecittà.

Nella sezione: News