direttore Paolo Di Maira

TENDENZE/Imax a Pioltello

Sarà  ianugurata il 18 maggio presso il Multiplex UCI Cinemas di Pioltello, in provincia di Milano, la prima sala digitale IMAX italiana

Ad inaugurare le proiezioni della sala UCI IMAX sarà  la versione IMAX 3D de “I Pirati dei Caraibi 4 – Oltre i confini del mare”, il film della Walt Disney Pictures con Johnny Depp e Penelope Cruz.

La più lampante particolarità  del sistema Imax è lo schermo curvo e più grande rispetto a quello delle normali sale cinematografiche (a tutta parete).
Imax Corporation è una società  specializzata in tecnologie per il cinema che vengono definite “avvolgenti” proprio perché “riprogettano” il film e la sala per offrire allo spettatore un evento che in questo caso è giocato esclusivamente sul piano tecnologico.
Qui non si parla di nicchia: nel mondo ci sono fra le 450 e le 500 sale Imax, e sono cifre in rapida crescita, se si considera che sono 200 i sistemi Imax progettati nell’ultimo anno.
La nuova sala nell’hinterland milanese è il primo frutto dell’accordo che il gruppo Imax Corporation ha firmato a fine novembre 2010 con Odeon & UCI Cinemas Group.


Dice Julian Stanford, General Manager, Theatre Development di Imax Corporation:
“Abbiamo scelto Milano in quanto grande città  di frequentatori di cinema, con un target di mercato eccellente per questo tipo di esperienza cinematografica.”
La sala Imax verrà  installata nel Multiplex UCI di Pioltello, e verrà  inaugurata in maggio.
Tre sono i fattori che contraddistinguono la visione Imax, spiega Stanford: un processo Digitale di Rimasterizzazione avanzata (DMAR) cui vengono sottoposti i film, la tecnologia Image Enhancer usata per la proiezione, e la stereofonia digitale.
“Le immagini sono più intense, più nitide, Ci sono sempre più film realizzati direttamente con il formato Imax, o aumentando l’effetto 3D. La tecnologia Image Enhancer, poi, prevede che dentro “cabina di proiezione” una camera registri l’immagine che il pubblico sta vedendo sullo schermo, alterandola in tempo reale, questo è utile soprattutto per i film in 3D, perché le lenti 3D tagliano fuori una porzione di luce. Infine, le colonne sonore dei film IMAX vengono rimasterizzate e creano un impatto straordinario attraverso questo sistema stereofonico. Per ogni auditorium Imax viene creato uno sistema di altoparlanti su misura”.                                                                            (C.M.)

Articolo precedenteTENDENZE /Imax a Pioltello
Articolo successivoBAVIERA/Versailles in 3D

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION

Newsletter