direttore Paolo Di Maira

SPOSTATO AL 2022 L’ITALIA COUNTRY IN FOCUS ALL’EFM

L’Italia sarà il Paese in Focus dell’European Film Market della 72° Berlinale, nel 2022. Originariamente programmato per il 2021 (l’accordo era stato firmato al Gropius Bau durante l’edizione di quest’anno dell’EFM, dai Ministri della Cultura di entrambi i paesi, Monika Grütters e Dario Franceschini), è stato spostato di un anno a causa delle restrizioni per il Covid 19.

Dopo Messico, Canada, Norvegia e Cile, l’Italia è il secondo paese europeo ad essere protagonista del Focus, creato dalla Berlinale nel 2017 per dare una speciale vetrina di presentazione per l’industria e la produzione filmica di uno specifico paese e fornire occasioni di network con produttori, distributori, investitori e creativi italiani.

“Dal 2017 l’EFM promuove lo scambio fra le industrie cinematografiche a livello internazionale con questo programma. Siamo felici di organizzare una presentazione speciale dell’Italia come paese coproduttore con cui rafforzare le relazioni con ‘Italia in Focus 2022′” commenta Mariette Rissenbeek, Direttore Esecutivo della Berlinale. Le fa eco il direttore artistico, Carlo Chatrian: “sono lieto che, dopo i riconoscimenti internazionali ricevuti negli ultimi anni, il Cinema Italiano sarà sotto i riflettori dell’EFM, dando così la possibilità ai professionisti di scoprire le sue varie sfaccettature”. Anche il nuovo direttore dell’EFM, Dennis Ruh, conviene sul fatto che “la creatività del cinema italiano è incontestabile ed ha molto da offrire, e la sua presenza all’EFM è cresciuta in maniera consistente: siamo ansiosi di sviluppare un programma diversificato e sostenibile con i partners italiani.”

“Italia in Focus” è supportato  dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (MiBACT) e dall’ANICA.

L’ambasciatore italiano in Germania, Luigi Mattiolo, esprime la sua soddisfazione per la decisione di rinviare il programma: “L’Italia parteciperà al mercato del 2021 con una robusta presenza, e saremo più che pronti per essere un grande ‘Paese in Focus’ nel 2022. La nostra presenza si distinguerà non solo per le rafforzate relazioni nell’industria, ma anche per un una conoscenza più approfondita dell’Italia come indimenticabile film location, e per il suo fiorente mercato di coproduzioni”

Anche Roberto Stabile, alla guida della Divisione Internazionale di ANICA, è riconoscente alla Berlinale e all’EFM per l’opportunità di diventare il ‘Paese in Focus’ e per la decisione di postporre l’evento al 2022: “così da lasciare questo momento complicato dietro di noi e celebrare la rinascita della nostra industria audiovisiva e cinematografica, più rafforzate e determinate che mai.”

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION

Newsletter