direttore Paolo Di Maira

SORRENTO/Al Cinema nel 2012

Il 2012 sarà  un anno cruciale per l’industria cinematografica nazionale: a fronte di un prodotto molto importante e “˜forte’, infatti, lo spettro della crisi non sembra minacciare lo sviluppo di un cinema che sfruttando la sua natura anticiclica rispetto ai momenti di crisi è artisticamente e commercialmente in crescita, trainato da un prodotto italiano che sembra sempre più incontrare il favore del pubblico.
Se negli ultimi anni lo spettatore italiano è cambiato, mutando pelle e, spesso, premiando in maniera significativa le novità  a discapito delle lunghe serialità , un nuovo modo di fruire il cinema si sta affermando avendo come modello di riferimento i Multiplex, divenuti ormai il centro del mercato, dove il cinquanta per cento è rappresentato dai due gruppi The Space e Uci.

 

E’ quindi alla luce di queste premesse che il pubblico italiano sin da gennaio sarà  sollecitato da una serie di proposte molto interessanti, incentrate sulla spettacolarità , ma anche su storie fortemente coinvolgenti sul piano psicologico ed emotivo.
Un’offerta che, secondo operatori e analisti, è in grado di ottenere risultati ottimi, conquistando nuove fasce di pubblico.
Come, ad esempio, nel caso del nuovo film di Clint Eastwood, “J.Edgar” in cui Leonardo Di Caprio interpreta il celeberrimo fondatore dell’FBI, ideatore del metodo investigativo moderno, e, al tempo stesso, in grado di restare in carica con tutti i presidenti degli Stati Uniti che si sono succeduti dagli anni Venti fino ai primi Settanta e all’avvento di Richard Nixon.
Sempre a gennaio arriverà  sugli schermi il quarto capitolo della saga di Mission Impossible intitolato “Protocollo fantasma” ancora con Tom Cruise al fianco di Jeremy Renner diretti dal regista de “Gli Incredibili” Brad Bird.
Una pellicola particolarmente spettacolare, ambientata in parte a Dubai dove sarà  presentata in anteprima mondiale al Festival del Cinema.

 

Attesissimo il ritorno di Steven Spielberg dietro alla macchina da presa per “War Horse” tratto dalla piéce teatrale vincitore del Premio Tony a Broadway lo scorso giugno a New York, in cui il regista americano torna a raccontare una storia rilevante sul piano sociale e politico, ovvero la guerra raccontata attraverso lo sguardo di un cavallo.
Durante il primo conflitto mondiale, infatti, furono diversi milioni i cavalli soldato morti sui campi di battaglia in Europa e Spielberg prende spunto da questo racconto per dare vita ad un film di grande spessore umano e sociale: una favola contro la follia e la crudeltà  della guerra.
A gennaio Medusa proporrà  il film britannico campione di incassi “La Talpa”, ispirato al romanzo di John Le Carré presentato con enorme successo al Festival di Venezia.
Interpretato da Colin Firth, Gary Oldman, è un thriller che è stato molto apprezzato al Lido e che in Gran Bretagna ha fatto parlare di rinascita dell’industria cinematografica nazionale.

 

Dopo “Underworld 4” ecco il ritorno in grande stile del cinema italiano: Carlo Verdone firma la commedia agrodolce sui padri separati “Posti in piedi in Paradiso” interpretata al fianco di Pierfrancesco Favino e Marco Giallini, mentre due campioni di incassi dell’anno scorso formano l’interessante proposta di Medusa: “Immaturi 2 “” il Viaggio” con gli eroi del primo capitolo impegnati in una gita scolastica in Grecia, e “Benvenuti al Nord” in cui si vive un intrigante rovesciamento di prospettiva rispetto al precedente fortunatissimo episodio.
Di diverso genere, ma altrettanto atteso è “A.C.A.B.” esordio alla regia cinematografica per Stefano Sollima, apprezzato autore delle due fortunatissime stagioni televisive di “Romanzo Criminale”, che racconta le manifestazioni seguendo le prospettive dei reparti celeri della polizia. Ancora cinema italiano a febbraio con “Romanzo di una strage” che segna il ritorno di Marco Tullio Giordana al cinema politico, impegnandosi a raccontare la strage di Piazza Fontana e i drammi di un’epoca di grandi conflitti.
Di diverso genere, invece, l’esordio in 3D di Fausto Brizzi in “Com’è bello fare l’amore”, e la sofisticata commedia newyorkese di Roberto Faenza “Un giorno tutto questo dolore ti sarà  utile”.
Una sorta di moderna educazione sentimentale di un adolescente alle prese con una famiglia un po’ eccentrica sullo sfondo di una grande Mela più che mai affascinante e seducente.
“L’arte di vincere” è di Bennett Miller con Brad Pitt, Robin Wright e Philip Seymour Hoffman ispirato alla vera storia di Billy Beane, general manager degli Oakland Athletics.
In zona Oscar escono altri tre titoli molto attesi: “The Help” distribuito da Disney, una storia di segregazione razziale campione di incassi negli Stati Uniti al punto da diventare un vero e proprio caso, il primo film in 3D di Martin Scorsese “Hugo Cabret” che rappresenta non solo uno dei migliori titoli tridimensionali realizzati fino adesso, ma anche uno dei lavori più interessanti del grande regista italo “” americano; e “The girl with the dragon tatoo”, diretto da David Fincher, il primo remake della trilogia di Millennium in versione americana con Daniel Craig come protagonista maschile al fianco di Rooney Mara.
Spazio, poi, al cinema di genere con il thriller “Safe House” con Denzel Washington; “Viaggio al centro della terra 2” ancora in 3D e il secondo capitoldelle avventure dell’eroe Marvel “Ghost Rider” con Nicolas Cage che si confronta con Violante Placido. Sempre in inverno Adam Sandler, Katie Holmes e Al Pacino sono al centro di “Jack & Jill” storia di Jack, un uomo di famiglia che deve vedersela con la sorella gemella Jill che vive nel Bronx, e che va a trovarlo per la festa del Ringraziamento a Los Angeles, ma poi rifiuta di tornarsene a casa.

A marzo è il tempo delle fiabe: “Hansel & Gretel” e la “Biancaneve” in cui Julia Roberts interpreta la strega cattiva aprono una stagione in cui (a giugno) uscirà  anche “Snow white and the Huntsman” con la protagonista di “Twilight” Kristin Stewart nel ruolo di Biancaneve e Charlize Theron in quello della regina malvagia.
Scritta dal Dr. Seuss in chiave fortemente ecologista è la storia del guardiano dei boschi “The Lorax” alle prese con una civiltà  di plastica. Scritto e diretto dagli autori di “Cattivissimo Me” il film propone un ottimo 3D anche se molto diverso dal primo “Scontro di Titani 2”. Importanti uscite italiane anche a marzo con “Magnifica presenza” di Ferzan Ozpetek e con il nuovo film dei Vanzina “Buona giornata”.
“John Carter of Mars” è il nuovo lavoro di Andrew Stanton regista di “Alla ricerca di Nemo” e di “Wall-E”.
Tre grandi blockbuster caratterizzano il mese di aprile: “Battleship” in cui è sul mare che si svolge lo scontro finale tra alieni ed esseri umani, “American Pie: Reunion”, in cui la celeberrima banda di amici dei primi tre film torna nei ruoli che li hanno resi famosi una decina di anni fa, “The Avengers”, in cui ritroviamo insieme i più grandi eroi della Marvel come Thor, Iron Man, Hulk in un’avventura dalle proporzioni epiche, con la presenza di Scarlett Johannson nel ruolo tutt’altro che rassicurante de “La vedova nera”.
Due maestri italiani vedranno i loro film uscire ad aprile dando continuità  all’offerta del grande cinema di qualità  e d’autore: Giuliano Montaldo e il suo interessantissimo “L’industriale” e Gianni Amelio con l’importantissimo “Le premier homme”.
A maggio, in uscita con 01, il nuovo film di Matteo Garrone “Big House” che potrebbe andare al Festival di Cannes, mentre sempre 01 proporrà  l’opera seconda dell’autore di “Buried” Rodrigo Cortés intitolata “Red Lights” con Robert De Niro, ambientata nel paranormale e Universal uscirà  con il thriller “Contraband”.
“Una donna per la vita” è l’esordio alla regia del comico Maurizio Casagrande che oltre a dirigere se stesso porta sullo schermo Neri Marcorè, Sabrina Impacciatore, Margareth Madè in un film esilarante”.

Il titolo più importante del mese è, però, senza dubbio, “Men in Black 3” con il ritorno di Will Smith all’importante serie, campione di incassi in tutto il mondo.
Ai primi di luglio ci sarà , invece, “SpideMan 4” a dominare le scene con un nuovo team alle spalle delle avventure del supereroe.
Nel cast Rhys Ifans nel ruolo del nemico Lizard.
Alla regia Marc Webb, giovane regista di talento che abbiamo apprezzato nell’interessantissimo “500 giorni insieme”.
Tra le anticipazioni della seconda parte dell’anno, con i titoli che saranno annunciati definitivamente alle Giornate professionali di Sorrento, spuntano diversi progetti di grande caratura: Medusa come sempre opera ad ampio raggio sul cinema italiano, proponendo il nuovo film d’animazione 3D del papà  delle Winx ambientato, questa volta, nella Roma dei gladiatori e intitolato significativamente “Not born to be gladiators”.
Oltre al cinema di genere di Marco e Antonio Manetti (“L’ombra dell’orco”), grandi film d’autore come “Io e te” ritorno dietro alla macchina da presa per il maestro Bernardo Bertolucci, e “Venuto al mondo” di e con Sergio Castellitto al fianco di Penelope Cruz e Emile Hirsch.
Quest’ ultima è una produzione presentata all’ultimo Festival di Roma, dove l’attore e regista romano ha spiegato: “Fare un film è un’esperienza lunga e complessa che puoi fare solo con persone di cui ti fidi e per le quali provi anche un grande amore. E’ una grande fortuna. Alla base del sodalizio tra me e Margareth Mazzantini, mia moglie e autrice della sceneggiatura, e Penelope Cruz, ci sono due romanzi, due fiumi di parole che hanno determinato la nascita di altrettante figure femminili davvero eccezionali dal punto di vista psichico, emotivo e drammaturgico. Donne diverse e probabilmente all’opposto. La complicità  e il talento generoso si sviluppa lungo il fiume dei due racconti.”
“Venuto al mondo”, vincitore tre anni fa del premio Campiello, racconta la storia di Gemma sullo sfondo della Sarajevo durante la guerra nell’ex Yugoslavia.
“Il mio personaggio è ossessionato dal figlio che non può avere. E’ una delle parti più interessanti che abbia mai avuto nella mia carriera”, racconta Penelope Cruz. L’uscita del film è prevista per la fine del 2012 .

Nel line up Medusa anche l’ultimo lavoro americano di Gabriele Muccino “Playing the field”, commedia romantica con Gerard Butler, Uma Thurman e Jessica Biel, la commedia corale “L’ultima spiaggia” di Gianluca Ansanelli e, probabilmente a Natale, il terzo film da protagonista di Checco Zalone. Da non dimenticare ovviamente il film di Woody Allen girato a Roma e intitolato in originale “Nero fiddled”.

Seconda parte dell’anno con titoli molto importanti per Warner Bros che distribuisce anche Sony.
Il nuovo “Barman” esce a fine agosto, seguito dal remake dello schwarzeneggeriano “Atto di forza”, da “Resident Evil 5”, dall’animazione “Hotel Transylvania”, ma “” soprattutto “” dal primo capitolo del prequel de “Il Signore degli Anelli” intitolato “The Hobbit”, che unisce parte del cast della trilogia originale a nuovi personaggi.
La regia è affidata ancora a Peter Jackson, attualmente al lavoro sul nuovo film de “Le avventure di Tin Tin”.
Due titoli in 3D segnano l’autunno disneyano: la riedizione di “Alla ricerca di Nemo” uno dei migliori e più commoventi titoli prodotti dalla Pixar, e il ritorno di Tim Burton al cinema tridimensionale (dopo il successo di “Alice”) con “Franken Weenie”.
Lo stesso dicasi per Universal “” Paramount: la squadra di Richard Borg avrà  l’onore e l’onere di portare nelle sale italiane diversi film d’animazione 3D: “Madagascar 3”, che è ambientato in parte anche in Italia, “Paranormal” dagli stessi autori di “Coraline”, nonché l’attesissimo film live action ambientato nel mondo dei samurai e con protagonista Keanu Reeves, “47 Ronin”.
A Natale 2012 arriva l’ennesima straordinaria avventura d’animazione Dreamworks intitolata “Rise of the Guardians”.
Tra i titoli tradizionali, “G.I. Joe 2” e il nuovo film diretto da Oliver Stone con Blake Lively, Emile Hirsch e Salma Hayek intitolato “Savages” e ambientato nel mondo del narcotraffico messicano.
Ancora cinema italiano per 01 che nella seconda metà  del 2012 distribuirà  i nuovi lavori di Paolo Virzì, di Fausto Brizzi, di Massimiliano Bruno, nonché l’ultima pellicola di David Cronenberg “Cosmopolis”.

Articolo precedentePERUGIA/Il Festival sui Mestieri del Cinema
Articolo successivoTITOLO IN ALTO

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION

Newsletter