direttore Paolo Di Maira

SORRENTO 2/Mini Convention

di Marco Spagnoli


Un bilancio estremamente positivo è emerso dai commenti dei partecipanti alle Giornate Professionali di Sorrento circa la formula delle mini convention.
Meno dispersive e, soprattutto, più focalizzate sul prodotto, le presentazioni dei distributori hanno permesso, ancora una volta, un approccio “˜mirato’ e “˜personalizzato’ nei confronti dei titoli dei listini.
Non più una lunga fila di trailers, bensì uno spazio “˜autogestito’ che ha evidenziato la differenza di filosofia produttiva e strategia distributiva tra le diverse società .


Interessante e altamente scenografico l’approccio di 01 con il Direttore della Distribuzione Theatrical Luigi Lonigro e il Direttore Marketing Gaelle Armentano in qualità  di presentatori “” intervistatori; altamente professionale, come sempre, il Direttore Marketing di Universal Massimo Proietti che si è sdoppiato nelle due convention della sua società  e quella di Paramount dove sono stati presentati in 3D, una ventina di minuti del primo titolo in 3D “Monsters vs Aliens” in uscita il 3 aprile 2009.

Di grandissima qualità  la proposta dell’AD Giampaolo Letta per Medusa così come quella del Vicedirettore Generale Nicola Maccanico per Warner Bros, del Direttore Marketing Aldo Lemme per Sony Pictures.

Riuscitissime sono state anche le presentazioni di Mikado, BIM e Lucky Red, nonché quella di Filmauro dove il produttore Aurelio De Laurentiis è stato il vero e proprio mattatore.


Accolto con grande entusiasmo il produttore Tarak Ben Ammar in veste anche di Presidente di Eagle Pictures.
Esattamente un anno fa, il finanziere franco “” tunisino aveva annunciato proprio alle Giornate Professionali di Sorrento la sua strategia di lavoro con la nuova società  di cui sono Amministratore Delegato Mark Lombardo e Consigliere Delegato, Jacopo Capanna. Ben Ammar ha presentato il line up sull’onda dello straordinario successo di “Twilight”, uscito solo in Italia in contemporanea con gli Stati Uniti
“Noi avevamo previsto un risultato positivo, ma non certo di queste proporzioni.”
Spiega Ben Ammar che insieme a Medusa ha prodotto anche “Baaria” di Giuseppe Tornatore: “Abbiamo comprato “Twilight”, lo scorso febbraio a Berlino, perché ci interessava il fatto che fosse stato tratto da libri rivolti ai ragazzi.
Per averlo, l’ho acquisito insieme ad altri due titoli per diversi territori dove posso distribuirlo con le mie società .
E’ stato quest’ultimo elemento il “˜plus’ che ha convinto i nostri interlocutori a cedere i diritti a noi, anziché ad altre società  di grande rilievo del mercato italiano.
Ovvero la possibilità  di distribuire un film del genere su più territori.
Ma mentre altrove si è preferito attendere l’esito dell’uscita di “Twilight” in America, l’uscita day and date italiana ci ha permesso di evitare la competizione dei film di Natale in un periodo ottimo come quello di fine novembre.
Siamo stati fortunati, è vero, ma anche altrettanto vero che questo successo conferma che la nuova Eagle Pictures sta seguendo una strada “˜giusta’ con una squadra all’altezza delle sfide di un mercato altamente competitivo come quello italiano.
Il successo di “Twilight” ci ha permesso di riconquistare per la nostra compagnia la fiducia degli operatori del mercato.”

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION