direttore Paolo Di Maira

SEEYOUSOUND / La film music invade gli schermi

 81 titoli in sette giorni, di cui 6 in anteprima assoluta e 15 in anteprima italiana, 1 concorso dedicato alle sonorizzazioni e il focus Black Lives Matter che attraverserà le varie sezioni: sono questi i numeri della 7a edizione di SEEYOUSOUND International Music Film Festival, festival di cinema a tematica musicale di Torino, che quest’anno si terrà dal 19 al 25 febbraio online su PLAYSYS.TV, piattaforma streaming vod di Seeyousound e ‘sala virtuale’.

4 le sezioni competitive: Long Play Feature, Long Play Doc, 7Inch (dedicato ai corti) e Soundies (con 20 videoclip)

In programma oltre a lungometraggi, anche agli appuntamenti quotidiani ‘Seeyousound Live Show con talk e approfondimenti con più di 60 ospiti e concerti in diretta dal Cinetratro Baretti di Torino che saranno visibili in streaming gratuitamente anche sui canali social del festival.

Tra i film inediti in Italia: l’ultimo film di Julien Temple co-prodotto da Johnny Depp “Crock Of Gold” che ripercorre la vita del frontman dei Pogues; “In A Silent Way”   sui Talk Talk e la creazione del loro album sperimentale Spirit of Eden; “Don’t Go Gentle” sugli Idles, band tra le più interessanti del panorama internazionale odierno; “Rockfield”, storia vera di due fratelli che hanno trasformato la loro fattoria nel primo studio di registrazione residenziale di sempre, da cui sono passati Black Sabbath, Queen, Robert Plant, Oasis, Coldplay; “Variações” di João Mai, omaggio alla prima superstar portoghese dichiaratamente omosessuale António Variações (Long Play Feature); il documentario islandese “A Song Called Hate” di Anna Hildur, sulla pluripremiata band di techno e BDSM ‘Hatari’.

In anteprima assoluta: “This Film Should Not Exist”,  produzione indipendente tra Italia (della torinese Bo Fidelity Cineproduzioni) e Francia; “La Musica Non Basta” sulla band torinese Eugenio In Via Di Gioia; “Nothin’ At All” documenta il ritorno di PIVIO all’attività concertistica dopo 35 anni di rarissimi live e una carriera dedicata alla musica da film; “La Leggenda Del Molleggiato” sulla residenza artistica di Jazz:Re:Found, durante la quale 12 musicisti hanno rielaborano il repertorio più black ed esterofilo di Adriano Celentano; “Moondog Can See You” immortala il viaggio di ricerca dall’ensemble Lapsus Lumine sul visionario cantautore e compositore statunitense Louis Thomas Hardin.

La giuria composta da Stephen Kijak (regista dalla carriera ventennale, ha documentato icone come David Bowie, Rolling Stones, Smiths e Judy Garland), Frauke Knappke (sales agent della berlinese MAGNETFILM, ha lavorato nella distribuzione e a festival internazionali) e Marta Ravani (sales agent che ha collaborato con società in diversi paesi fino all’attuale HanWay Films di Londra) decreterà il vincitore del premio Miglior Documentario(€1.000) e del premio Miglior Film di Fiction(€1.000) intitolato alla memoria della amica e collaboratrice Francesca Evangelisti, assegnato grazie a Consolata Pralormo Design.

Fanno parte, in anteprima italiana, del focus Black Lives Matter, percorso trasversale nel significato più ampio di musica black: “Ronnie’s” di Oliver Murray, sul mitico club nato nel ‘59 in un seminterrato di Londra, che ha ospitato leggende come Ella Fitzgerald, Chet Baker, Nina Simone E Miles Davis; “Everything: The Real Thing Story“, acclamato film di Simon Sheridan sui The Real Thing e la prima rivoluzione della musica nera in UK; “Contradict” alla scoperta di una new wave che grazie a internet, registra e diffonde musica con cui reclamare un nuovo ruolo per l’Africa; “Lisbon Beat” si muove nella periferia di Lisbona e la sua vibrante scena musicale afro-portoghese; e visibile per la prima volta in assoluto, “Osannaples” che celebra i 50 anni di carriera della band partenopea Osanna e include un demo inedito di Pino Daniele. In anteprima assoluta, anche il cortometraggio d’animazione “En Rang Par Deux” di Elisabetta Bosco, Margherita Giusti e Viola Mancini, prodotto dal CSC Animazione di Torino.

A decretare il Miglior Corto (€500) saranno Maria Pia Santillo (festival programmer, curatrice e distributrice cinematografica), Isabel Garrett (regista di film d’animazione gallese) e Simone Bardoni (direttore artistico di Concorto Film Festival).
€500 in palio anche per il Miglior Videoclip Nicola Rondolino, aggiudicato da una giuria di altissimo profilo internazionale presieduta dal regista Ian Pons Jewell, dal direttore del sito Videoclip Italia Alessio Rosa e dalla giovane regista di Hong Kong ma residente a Londra Nicolee Tsin

Frequencies è invece contest curato da Riccardo Mazza rivolto a musicisti, producer e sound designer per la sonorizzazione originale di un film muto. Tra gli iscritti al bando 2021 sono stati selezionati da Seeyosound in collaborazione con Solitunes e Soundzone i 4 finalisti che durante il festival parteciperanno a masterclass con i docenti Riccardo Mazza (Scuola APM Saluzzo), Marco Trivellato (Scuola APM Saluzzo), Riccardo Giovinetto (Gamma Institute) e Stefano Risso (Solitunes). I finalisti giovedì 25 febbraio alle 18.00 si esibiranno su Playsys.tv, sonorizzando dal vivo quattro cortometraggi degli anni ‘20 e ‘30 tratti dall’Archivio MNC selezionati in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema. I giurati Francesco Giomi (professore musica elettronica Conservatorio di Bologna, direttore Tempo Reale di Firenze), Giorgio Li Calzi (trombettista, produttore e direttore CHAMOISic e Torino Jazz Festival) e Julia Kent (violoncellista e compositrice newyorkese) sceglieranno il vincitore che si aggiudicherà il Frequencies Diplomatico Award 2021 by Compagnia dei Caraibi (premio in denaro di €500) e la possibilità di realizzare una sonorizzazione di un film muto selezionato da Seeyousound

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION