direttore Paolo Di Maira

SARDEGNA / A Cagliari la 2° edizione di IDS Academy Series

Torna a Cagliari dal 3 al 7 novembre la II edizione IDS Academy Series, l’appuntamento dedicato all’alta formazione di autori e produttori indipendenti sulla serialità documentaria nato dalla collaborazione della Regione Autonoma della Sardegna e di Fondazione Sardegna Film Commission, alla presenza di Rai Documentari e Netflix.

Gli eventi  avranno luogo in forma ibrida e saranno divisi in tre sezioni principali: Spotlight, tre appuntamenti on-line aperti al pubblico per analizzare il sistema di produzione e distribuzione della serialità documentaria in Italia e all’estero, eventi trasmessi in diretta streaming ogni sera alle 18 e successivamente visibili on demand; Class e Workshop, rivolti ai partecipanti, con e senza progetto, tenuti da esperti nazionali e internazionali e centrati su alcuni degli aspetti più specifici dell’ideazione, della scrittura e della produzione di una serie documentaria; Case studies, per uno studio dei processi di creazione e produzione di alcune delle serie documentarie più importanti recentemente prodotte e distribuite in Italia e all’estero, alla presenza dei realizzatori. Le serie che sono state scelte per i case studies sono: 1971: The Year That Music Changed Everything (Apple TV+), Marta – Il delitto della Sapienza (RAI); Vendetta – Guerra nell’antimafia (Netflix); Viral Dreams (Gebrueder Beetz Filmproduktion).

Il programma della seconda edizione di IDS Academy Series è focalizzato sull’utilizzo del materiale d’archivio nella produzione seriale, con un interesse particolare per la figura dell’Archive producer. 

5 i progetti selezionati per questa seconda edizione di IDS Academy Series: Genova2001 di Sandro Bozzolo, prodotto da Matteo Pecorara, sul G8 di Genova nell’anno dell’anniversario. Lampedusa 30 di Andrea Segre Stefano Liberti, prodotto da Giulia Campagna sul tragico naufragio del 13 ottobre 2013 che coinvolse i migranti sull’imbarcazione libica. Nothing was like it had been before dei sardi Roberto Carta e Fabio Astone, sull’omicidio del dodicenne Ermanno Lavorini il 31 gennaio 1969 dopo un travagliato rapimento, il primo nella storia d’Italia a finire sui giornali. The Bologna trial di Paolo Angelini e Antonella Beccaria, prodotto da Serena Gramizzi sul processo in corso a Bologna ai mandanti della strage alla stazione del 2 agosto 1980. Un’estate fa di Teresa Giulia Sala e Stefano Guerino Rocco sulla storia dei campi estivi italiani.

I partecipanti senza progetto selezionati quest’anno sono: Andrea Giulia Caramore, Giovanna Cucinotta, Gianluca De Angelis, Anna Di Toma, Antonella Rossi, Erika Rossi, Fabio Saitto, ai quali si aggiungono i tre talents sardi Nicola Contini, Luca Melis e Andrea Mura che si distinguono da diversi anni nell’ambito della produzione audiovisiva in Sardegna.

La selezione dei finalisti è stata curata dal board composto da Fabio Mancini, Pinangelo Marino, Markus Nikel e George Tschurtschenthaler.

IDS è sostenuto da MiC – Direzione Generale Cinema, Regione Autonoma della Sardegna, Fondazione Sardegna Film Commission e Film Commission Torino Piemonte.

I partner di IDS: ZeLIG – School for Documentary, Television and New Media (ESoDoc), Premio Solinas, FIFDHInternational Film Festival and Forum on Human Rights – Ginevra Documentary in Europe, Direzione Rai Documentari, CNA Cinema e Audiovisivo.

Articoli collegati

- Sponsor - spot_img

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -spot_img

INDUSTRY

- sponsor -spot_img

LOCATION

Newsletter