direttore Paolo Di Maira

ROMA / Prime anticipazioni del MIA: keynote di Joe Russo

Torna dal 13 al 17 ottobre negli spazi di Palazzo Barberini, del Cinema Moderno e del Cinema Quattro Fontane a Roma il MIA, il Mercato Internazionale dell’Audiovisivo diretto da Lucia Milazzotto, e giunto alla settima edizione, con un aumento del +30% nel numero di proiezioni cinematografiche, più di 140 proiezioni e 80 tra anteprime di mercato e anteprime mondiali.

Il Keynote d’apertura della divisione MIA Scripted, curata da Gaia Tridente, sarà affidato al pluripremiato e celebre regista, autore e produttore Joe Russo, Co-Chairman con il fratello Anthony Russo della casa di produzione AGBO. Joe Russo sarà intervistato in esclusiva al MIA da Sean FurstPresidente Film & TV di Skybound Entertainment: parlerà del nuovo progetto della società, attualmente in produzione The Grey Man che uscirà nel 2022, dei successi cinematografici e televisivi, come i film realizzati per la Marvel Cinematic Universe (Captain America: The Winter SoldierCaptain America: Civil War; Avengers: Infinity War; e Avengers: Endgame; e dello studio fondato dai due fratelli assieme a un collettivo di registi e incentrato sulla creazione di brand-integrated entertainment e contenuti pubblicitari,

Tra i protagonisti della settima edizione anche il produttore e scrittore Alon Aranya, al MIA per un keynote focalizzato sui suoi numerosi successi. Tra questi la serie TV Your Honor, di cui è Executive Producer, con Bryan Cranston e prodotta per Showtime, remake americano della serie israeliana Kvodo, di cui è stata appena confermata una seconda stagione; la serie AppleTV+, Tehran, e lo show originale olandese attualmente in produzione Best Seller Boy, realizzato con la nuova società di produzione Paper Plane Productions, da lui fondata, in co-produzione con CBS Studios International, Willy Waltz International e NPO. 

14 i progetti di lungometraggio cinematografico selezionati al Film Co-Production Market & Pitching Forum, che per il secondo anno presenta inoltre Wanna Taste It?, sezione dedicata esclusivamente a progetti cinematografici italiani in sviluppo e piattaforma di lancio e crescita per l’industria e il talento italiani, grazie al networking mirato con potenziali sales e finanziatori e incontri con esperti del settore e rappresentanti di istituzioni e fondi.    Fra questi, Arturo’s Voice, opera seconda di Irene Dionisio, e Les Italiens di Silvio Muccino, scritto insieme a Carla Vangelista, co-sceneggiatrice di tutti i suoi film.

14 anche i progetti di serie internazionali presentati in anteprima nel Drama Co-production Market & Pitching Forum: arrivano dall’Italia 177 Days. The Kidnapping Of Farouk Kassam, prodotta da Bim Produzione e scritta da Vincenzo Marra, Lea Tafuri e Antonio Manca; arriva sempre dall’Italia la serie Gangs Of Rome, prodotta da Minerva Pictures Group e scritta da Peppe Fiore da un’idea di Gianluca Curti; e ancora Fireworks co-prodotta da Fandango e Matrioska, diretta da Susanna Nicchiarelli e scritta con Marianna Cappi.

La divisione Mia Scripted da inoltre il via quest’anno ad una nuova partnership TorinoFilmLab che, in una sessione di Hosted Pitch presenterà in anteprima al MIA  i 9 progetti della quinta edizione di SeriesLab, programma di alta formazione dedicato a progetti di serie TV europee innovativi e di alto profilo.

Due i panel in programma: New Business Models in Television si concentrerà sul nuovo panorama della AD-supported TV, e Film Financing Bundles in cui si analizzeranno le opportunità di finanziamento dei film e i modi in cui si è evoluto l’approccio al finanziamento dei film negli ultimi anni.

Cinque film sono stati selezionati a C EU Soon, il programma di film work in progress curato da Francesca Palleschie dedicato alle opere prime e seconde europee in post-produzione.

Molto ricco il programma di incontri anche per MIA Unscripted, curata da Marco Spagnoli: lo stato dell’arte e l’attuale panorama dei documentari sarà discusso nel talk Dispatches from The Golden Age, di cui sarà protagonista il produttore e regista R.J. Cutler regista del successo globale di quest’anno Bilie Eilish: The World’s A Little Blurry, candidato all’Oscar con The War Room,  creatore della rivoluzionaria serie American High vincitrice di un Emmy; vincitore del Sundance Award con The September Issue.

Di Documentary Storytelling converseranno Cosima Spender e Valerio Bonelli, rispettivamente regista e montatore Palio e SANPA – Peccati del Salvatore.

Con 13 progetti che spaziano dallo sport alla musica, dall’ambiente alla politica, il Doc Pitching Forum di quest’anno sarà contraddistinto da una grande varietà di contenuti, incentrati su personaggi forti, contraddittori e misteriosi. 

Fra questi, nella categoria “Feature Doc”, The Mayor – Me, Mussolini And The Museum di Piergiorgio Curzi e Sabika Shah Povia, prodotto da Maurizio Carta per Road Television; Stonebreakers di Valerio Ciriaci, prodotto da Awen Films e ambientato durante la pandemiaSunken Memories, prodotto da Leonardo Baraldi per Schicchera production e diretto da Luca Manes; 5 Nanomoles – The Olympic Dream Of A Trans Woman di Elisa Mereghetti; I Don’t Forgive di Simone Spampinato ed Elisa Faccioni, prodotto da Manuel Grieco per Jumping Flea. Nella categoria delle docuserie spicca Queen Of Chess di Bernadett Tuza Ritter, un progetto in cinque episodi prodotto da Queenside Pictures e selezionato in collaborazione con Docs Barcelona, sulla storia della vera Regina degli Scacchi. E ancora Radicalsdiretta da Matteo Ferrarini e prodotta da Matteo Pecorara per Small Boss; Odyssey: Behind The Myth di Massimo Brega, prodotta da Camilla Tartaglione per Kepach; Remaking Of Love, prodotto da Zenit Arti Audiovisive dei registi Lucio Basadonne e Anna Pollio. 

Il MIA è nato e continua a crescere grazie alla consolidata joint venture tra ANICA – l’Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Digitali presieduta da Francesco Rutelli APA – l’Associazione Produttori Audiovisivi di Giancarlo Leone, e il rinnovato supporto di Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione InternazionaleICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane), con il contributo di MiC (Ministero della Cultura)Ministero dello Sviluppo EconomicoRegione Lazio e programma MEDIA dell’Unione Europea. Rinnovate anche per quest’anno le partnership con i principali sostenitori del MIA, quali UniCredit, Apulia Film Commission e Fondazione Cinema per Roma, a cui si aggiungono nuovi sponsor per il 2021, come Fastweb.

Come nella precedente edizione, l’attività on-site sarà potenziata e integrata da quella online, attraverso la piattaforma MIA DIGITAL.

Articoli collegati

- Sponsor - spot_img

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -spot_img

INDUSTRY

- sponsor -spot_img

LOCATION

Newsletter