PUGLIA/Le nuove produzioni finanziate

Sono 14 le produzioni in arrivo in Puglia,  che beneficiano dei vari contributi messi a disposizione dalla Fondazione Apulia Film Commission, per un totale di a 862.697,65 euro, e un impatto economico sul territorio (72 settimane di lavorazione) di 4.833.456,00 euro.
Il musical in 3D “Walking on Sunshine” (Eagle Pictures) di Max Giwa e Dania Pasquini è un inno gioioso al cuore umano attraverso i grandi successi della canzone degli Anni ’80: verrà girato per 30 giorni in Salento, contando su 100.000,00 euro dei fondi Hospitality.
Dell’Apulia Hospitality Fund beneficeranno inoltre la serie tv “Ragion di Stato”  diretta da Marco Pontecorvo  e prodotta da Cattleya per Rai Fiction (54.169,00 euro per 30 giorni da girare tra Bari e provincia), e i film “L’ultima estate” (Cinemaundici) di Leonardo Guerra Sernioli (31.044,00 euro per 30 giorni di riprese in Salento), “Miss Burlesque” (Italian International Film) di Manuela Tempesta, un film ambientato in piccolo paese del Sud, sconvolto dall’arrivo di una compagnia di burlesque (36.568,00 euro), e il nuovo lungometraggio che  Giovanni Veronesi girerà a Trani “Una donna per amico”, prodotto da Fandango (53.471,00 euro per 48 giorni di riprese).

“Braccialetti rossi”, di Giacomo Campiotti (produce Palomar per Rai Fiction), è una serie in 6 puntate ambientata all’interno di un ospedale in un reparto per bambini e adolescenti. Sarà  interamante girata a Fasano, in provincia di Brindisi, e potrà contare su 300.000,00 euro dell’ Apulia National Film Fund.
Dello stesso fondo beneficia anche il documentario “La mia seconda vita da record” (Mediacreative) di Donatella Cervi (6.316,00 euro), e la webserie da 6 episodi da 7 minuti “Un grande amore” di Ivan Silvestrini (Magnolia Fiction – Rai Fiction), collegata alla serie “Una Grande Famiglia”.
Si tratta del primo prodotto seriale della Rai pensato per la diffusione web, distribuito attraverso una innovativa sinergia tra Rai e Vanity Fair (7.625,00 euro).
Al documentario  “Testa e piedi” (Heros Fragiles) di Giovanni Princigalli, che  racconta le vite incrociate di due ragazzini rom alla periferia di Bari, vanno 7.342,45 euro dell’ Apulia International Film Fund.

Il fondo investito per Apulia Hospitality Fund è pari a 400.000,00 euro e si completa con i lungometraggi: “In grazia di Dio” (Saietta Film) di Edoardo Winspeare, 10.970,00 euro per 30 giorni di lavorazione in Salento; “Allacciate le cinture” (R&C Produzioni e Faros Film) di Ferzan Ozpetek, 80.138,00 euro per 54 giorni a Lecce; la serie tv “Il ritorno” di Olaf Kreinsen, 33.640,00 per 23 giorni tra provincia di Bari e di Taranto, finanziato anche con 56.512,20 euro dall’International Film Fund.
Per  la terza tranche, la cui scadenza è fissata al 30 settembre 2013, i fondi destinati all’“Ospitalità” passano a 500mila euro.

L’Apulia National Film Fund (che ha una dotazione finanziaria di 398.843,00 euro), comprende anche i finanziamenti al documentario “Tupelo D” (Ambiente H) di Massimo Cosimo Indellicati (4.800,00 euro), dedicato alla terra di Taranto e al lungometraggio “Ameluk” (RM Consulting) di Mimmo Mancini (80.102,00).

Nella sezione: News