direttore Paolo Di Maira

spot_img

PUGLIA / Il Mostro di Bari rivive i suoi Happy Days sul set

Sono in corso a Bari le riprese del noir psicologico Happy Days – la vera storia del Mostro di Bari, debutto al lungometraggio di Pierluigi Ferrandini, che firma anche la sceneggiatura,, ispirata al romanzo “Percoco” di Marcello Introna (edito Mondadori Libri), che racconta la prima strage familiare della storia d’Italia del ‘900, avvenuta nel capoluogo pugliese nel maggio del 1956, agli albori del boom economico.

Ferrandini sceglie di raccontare i dieci giorni immediatamente successivi al crimine, in cui l’omicida, il 26enne Franco Percoco, riuscirà a risultare ancora il bravo ragazzo di sempre, finalmente libero di divertirsi in assenza dei genitori.

“Da un’analisi del materiale giudiziario e investigativo raccolto, ho potuto constatare come l’intreccio della vera vita di Franco Percoco sia puntellato da una serie ragguardevole di elementi, narrativi o simbolici, che sembrano concepiti ad arte per confezionare un noir – racconta Ferrandini – e la scelta di soffermarmi sui giorni successivi al misfatto, a mio avviso, potenzia l’effetto del nero in essa contenuto, quei giorni “felici e dannati” che Franco trascorse prima che i corpi venissero scoperti. Durante le riprese a Bari cercheremo di ritornare alla città di quel periodo, quello del boom economico appena esploso. In quei giorni felici Franco proverà a godere di tutte le gioie del suo tempo, vivendo, anche se per poco, la vita che desiderava da tempo. Ma quell’involucro di felicità che lo avvolge contiene in realtà un abisso di terrore che non gli permetterà più di chiudere gli occhi”.

Le riprese del film, una produzione Altre Storie con Rai Cinema, prodotto da Cesare Fragnelli, con il sostegno di Apulia Film Commission e Regione Puglia, si protrarranno per sei settimane e toccheranno, oltre a Bari e i suoi dintorni, Roma, Monterotondo e Ischia. 

Ad interpretare Franco Percoco è Gianluca Vicari. La fotografia è affidata a Filippo Silvestris, la scenografia a Walter Caprara, i costumi a Magda Accolti Gil, il suono a Piero Parisi e Stefano Varini.

La delegata per la produzione Altre Storie è Francesca Schirru.

Articoli collegati

- Sponsor - spot_img

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -spot_img

INDUSTRY

LOCATION

Newsletter