direttore Paolo Di Maira

PERUGIA/Il Festival sui Mestieri del Cinema

Celebrare l’arte e i mestieri del cinema: con questa mission il Perugia International Film Festival, dopo la preview dell’1 e 2 ottobre scorsi con proiezioni aperte alla città , terrà  la sua prima edizione nel capoluogo umbro dal 22 al 25 marzo 2012.

Spiega a Cinema & Video International la direttrice, Karen Arikian: “Non è un festival di cinema tradizionale, ma piuttosto un forum artistico e culturale di storytellers, filmakers, artisti.
Perugia è una magnifica città , così bella e ricca di storia come anche di giovani e studenti: questa è la sua unicità .
Ci sembrava il posto ideale dove il pubblico potesse vedere i film ma anche essere coinvolto in dibattiti, e in molti altri eventi a cui stiamo lavorando in questi mesi”.

Karen Arikian porta nel Festival l’esperienza di lavoro accumulata con la Berlinale, dove è membro del comitato di selezione e consulente dell’European Film Promotion, e nell”Hamptons International Film Festival di Southampton, di cui è direttrice.

Presidente è Emanuele Rossi, che è anche vicepresidente di Stratus Media Group, società  statunitense specializzata nell’organizzazione di eventi live che organizza la manifestazione.

” In Italia ci sono festival di cinema importanti, come Venezia, Roma e Torino. Noi – chiarisce Karen Arikian -non vogliamo competere con loro, ma portare qualcosa di nuovo ad una città  straordinaria come Perugia. Avremo film nuovi e un red carpet, ma non vogliamo “˜lottare’ per le premiere internazionali”.

Le ambizioni sono altre: “Volevamo fare qualcosa di unico, che avesse anche un senso in Italia, e allora abbiamo scelto questo approccio perché il vostro paese vanta una storia incredibile di scenografi e costumisti”.
E infatti, oltre alla selezione di film, alla cui scelta Karen è coadiuvata da uno staff internazionale (direttore della programmazione è David Nugent, mentre responsabile della selezione italiana è Marcello Paolillo), ogni edizione del Festival dedica un omaggio a una personalità  internazionale che si è distinta nei mestieri del cinema.
” Il primo “” anticipa Karen- sarà  Piero Tosi, che celebreremo con un premio e la proiezione di film dove lui ha realizzato i costumi. Stiamo anche cercando di realizzare una mostra sulla sua opera, in collaborazione la Galleria Nazionale di Perugia”.

La qualità  e la varietà  dell’offerta del festival saranno assicurate dalla collaborazione con partner di grande prestigio, come la The  Film Foundation di Martin Scorsese, la Berlinale, Umbria Jazz , e le due Università  di Perugia: l’Università  degli Studi e l’Università  per Stranieri.
Karen ce ne parla con entusiasmo.
Con The Film Film Foundation, “proietteremo quattro film restaurati dalla loro collezione. (la direttrice Jennifer Ahn è nel nostro board). Organizzeremo con loro dei workshop, e ospiteremo un regista famoso che è nella Fondazione”
Due le iniziative realizzate con la Berlinale:
“Collaboreremo con loro al programma Culinary Cinema su cibo e cinema. Dieter Kosslich, direttore della Berlinale e Becki Probst, direttrice dell’EFM, fanno parte del nostro board. Lavoreremo poi con l’European Film Promotion, che alla Berlinale organizza la sezione “Shooting Stars”: presenteremo alcune delle shooting stars a Perugia subito dopo la Berlinale e spero che l’evento sarà  presentato da Alba Rohrwacher, già  shooting star e membro del nostro board”.

Sul territorio l’alleanza è con Umbria Jazz:
“Trovo straordinario lavorare con un’organizzazione di questo calibro. Esploreremo diversi modi, come la presentazione di film che hanno una colonna sonora jazz, o il coinvolgimento di famosi compositori.
Anche Carlo Pagnotta, fondatore e direttore di Umbria Jazz, fa parte del nostro comitato d’onore. Sostanzialmente il programma lo concepiremo assieme , e con ogni probabilità  programmeremo nostri film anche durante la loro manifestazione, in estate”.

Il radicamento nella città  si manifesta soprattutto nella collaborazione con le due Università .
“Abbiamo instaurato ottimi rapporti con i rettori, orgogliosi di poter lavorare con una istituzione importante come la Martin Scorsese Foundation. Cercheremo di collaborare anche con il reparto di restauro della facoltà  di Storia dell’Arte”.
Pensata per la comunità  studentesca è l’ originale iniziativa “The longer you stay, the less you pay”, rassegna di film di genere che si svolgerà  all’interno della Rocca Paolina, dove gli spazi delle catacombe verranno adattate alla visione cinematografica:
“Gli spettacoli inizieranno a mezzanotte e più tardi gli spettatori usciranno, meno pagheranno di biglietto. Chi resisterà  fino alla mattina avrà  la colazione gratis”.

Il Festival Internazionale del Film di Perugia è un’iniziativa finanziata privatamente dalla società  americana Stratus Media Group.
Il Festival si avvale del pieno supporto della città  di Perugia che ha messo a disposizione del festival alcuni dei suoi luoghi e monumenti più importanti.
Il Festival collaborerà  inoltre a stretto contatto con l’Umbria Film Commission.
Da segnalare, infine, un altro importante partner del Festival, la William Morris Endeavor Entertainment, nota talent agency di Los Angeles.

Articolo precedentePENSANDO AL FUTURO
Articolo successivoROME/The Movie market starts with Books

Articoli collegati

- Sponsor - spot_img

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -spot_img

INDUSTRY

- sponsor -spot_img

LOCATION

Newsletter