direttore Paolo Di Maira

N.I.C.E/Prima in Usa, poi in Cina

 N.I.C.E. approderà anche in Cina: l’ha annunciato il suo direttore,Viviana Del Bianco, presentando la 22esima edizione del festival del giovane cinema italiano, che farà tappa a New York, dal 7 all’11 novembre e a San Francisco, (al Landmark’s Embarcadero Center Cinema), dall’ 11 al 18 novembre. N.I.C.E. USA aprirà l’ “Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti 2013” con un’importante novità.

Secondo quanto annunciato dal suo direttore Viviana Del Bianco, quest’anno a New York N.I.C.E. cambia strategia, organizzando quattro giorni di mercato dedicati al cinema italiano in collaborazione con la IFC Filmse  la New York University – Casa Zerilli Marimò. Gli spazi della Casa Zerilli Marimò saranno anche la sede delle proiezioni dei film per i buyer americani.

I film in concorso sono: Appartamento ad Atene di Ruggero Dipaola,  “Io sono Lidi Andrea Segre, La kriptonite nella borsadi Ivan Cotroneo,  “100 metri dal paradisodi Raffaele Verzillo, I più grandi di tuttidi Carlo Virzì, I primi della listadi Rohan Johnson eScialla!” di Francesco Bruni.

Le serate di apertura del Festival, sia a New York che a San Francisco, saranno dedicate a Valeria Golino, che presenterà il promo del suo esordio alla regia “Vi Perdono” e il suo cortometraggio “Armandino e il Madre”. Il 18 novembre, serata di chiusura del N.I.C.E. a San Francisco, verrà omaggiata un’altra attrice italiana al suo esordio da regista, Laura Morante con “Ciligine”.

Viviana del Bianco e Grazia Santini, vicedirettore del festival, hanno poi annunciato la prima edizione di N.I.C.E. C I N A, che si svolgerà al Cinema MOMA di Pechino, dopo la tappa statunitense (in date ancora da definirsi), organizzata in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Pechino e la  Film Bureau (il dipartimento governativo competente per la promozione e divulgazione del cinema in Cina). I film selezionati sono  “Il padre e lo straniero” di Ricky Tognazzi, “C’è chi dice no,  di Giambattista Avellino, “Questo mondo è per te di Francesco Falaschi, “Il Primo Incarico di Giorgia Cecere, “Piazza Vittorio” di Isotta Toso, “La Prima cosa bella” di Paolo Virzì, “Matrimoni e altri disastri “di Nina di Mayo, “18 anni dopo” di Edoardo di Leo, “Alza la testa” di Alessandro Angelini, “Un giorno perfetto” di Ferzan Ozpetek.

Articoli collegati

- Sponsor - spot_img

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -spot_img

INDUSTRY

- sponsor -spot_img

LOCATION

Newsletter