MIPTV/I numeri, gli affari

Una sempre maggiore circolazione di idee e competenze fra la televisione internazionale e il mondo dell’online: è questa la principale tendenza emersa al Miptv di Cannes, che si è concluso il 16 aprile scorso, registrando la presenza di 11 mila professionisti, di cui 4 mila buyers, di cui 1000 digitali, provenienti da 100 paesi diversi.
I due giorni precedenti il Miptv, Mipformats e Mipdoc, dedicati ai format e ai documentari, hanno toccato il record di 1800 delegati.
In aumento la partecipazione di alcuni paesi, fra cui USA, Uk, Cina, Scandinavia (a cui è stato dedicato il Focus on the Nordics) e Turchia. La Turchia sarà anche il paese d’onore del prossimo Mipcom, che si svolgerà a Cannes dal 5 all’8 ottobre prossimi.

NBC Universal International Television Production ha siglato un accordo con TF1 e con la tedesca RTL per co-finanziare, sviluppare e produrre tre legal crimes che saranno girate in inglese nel 2016.
Annunciata anche la partnership fra FremantleMedia, Shanghai Media Group, BesTV e China Media Capital, una joint venture per sviluppare formats per il mercato cinese, con Fremantle Media come venditore internazionale.
Warner Bros. International Television Production ha lanciato a Cannes “500 Questions”, il nuovo game show di Mark Burnett e Mike Darnell, prodotto da United Artists Media Group in associazione con Warner Horizon Television per il network ABC.
Per quanto riguarda i Mip Digital Fronts, è stato siglato un accordo che vedrà approdare i programmi di Maker Studios fra i servizi streaming del francese Canal+ Group.

Nella sezione: Rivista