direttore Paolo Di Maira

MAJORS/Alla conquista del pubblico

di Marco Spagnoli


La seconda parte della stagione cinematografica sembra presentarsi in maniera più “solida” rispetto all’inizio del 2008, quando il mercato ha perso, nei primi sei mesi, circa il 6% rispetto allo stesso periodo del 2007 e nessun titolo ha superato la “˜quota psicologica’ dei quindici milioni di Euro di incasso.


Dopo la fine di luglio, segnata dall’arrivo di “˜Batman “” Il Cavaliere Oscuro’, una serie di novità  incomincia a prefigurare un agosto particolarmente “interessante” e, forse, senza precedenti nella storia dell’industria cinematografica nazionale: il 15 agosto 01 distribuisce i film d’azione “Untraceable” e “The Flock”, mentre Fox arriva in sala con l’horror “Shutter” e la commedia con Eddie Murphy “˜Meet Dave’, in cui il popolare attore americano interpreta un’astronave aliena a forma di essere umano.
La settimana successiva, ancora la società  guidata da Osvaldo De Santis propone l’attesissimo “X files “” Voglio Crederci” preceduto, prima volta nella storia, da un’uscita di Ferragosto “˜importantissima’.
Il 14 agosto, infatti, “Le Cronache di Narnia: Il Principe Caspian” uscirà  nei cinema di tutta Italia restringendo a sole tre settimane lo spazio tra la sua uscita e quella di un altro blockbuster :”Batman”, 23 luglio.

Il film è il seguito della pellicola campione di incassi ed è parte di quella che sarà , sicuramente, almeno una trilogia, con il terzo capitolo “Il viaggio del veliero” già  in pre-produzione e con l’uscita prevista per giugno 2010.
“I libri sono complessivamente sette. Non sono sicuro che li adatteremo tutti quanti, ma un’idea per portarli tutti sullo schermo c’è già “, spiega il produttore Mark Johnson a Cinema&Video International.
Ne “Le cronache di Narnia: Il Principe Caspian” l’interessantissimo giovane attore inglese Ben Barnes e i nostri Sergio Castellitto e Pierfrancesco Favino si uniscono al cast originale del fortunato primo film.


La pellicola apre, di fatto, il line up Disney 2008 “” 2009: “Il nostro è un listino di cui siamo estremamente contenti e che ci fa molto piacere proporre agli esercenti e al resto del nostro mercato cinematografico.” rileva Paul Zonderland, direttore generale di Walt Disney Motion Pictures Italia:
“Abbiamo diciotto film e la maggior parte nasce direttamente sotto il brand Disney.
Un marchio che non solo continua a funzionare molto bene, ma riesce ad attirare sempre di più il pubblico verso un cinema capace di fare sognare e divertire gli spettatori di tutte le età , lanciando anche messaggi e contenuti di grande appeal e sostanza.
Il listino Walt Disney torna a coniugare una grandissima qualità  ad una quantità  di titoli estremamente rilevante”.


Il 29 agosto, in pieno Festival di Venezia, Universal porta sugli schermi “Kung Fu Panda”, primo capitolo di sei eventuali film che potrebbero sostituire nel cuore del pubblico internazionale i personaggi di “Shrek”. “Per “˜Kung Fu Panda’ abbiamo già  sviluppato un progetto di sei film. Sarà  la risposta del pubblico a determinare la loro produzione. Noi siamo pronti”, spiega il Presidente di DreamWorks Animation Jeffrey Katzenberg, che ha fondato la sua casa di produzione insieme a Steven Spielberg e al magnate dell’industria discografica David Geffen.
“Il film è nato dalla considerazione che il Panda è uno degli animali più belli e amati al mondo e che non aveva mai avuto un film tutto suo.
C’è qualcosa nei Panda che attira spontaneamente la simpatia delle persone e il desiderio di abbracciarli.”

Richard Borg
, Direttore Generale di Universal Pictures Italia, spiega: “Noi siamo convinti che, per fare crescere ancora di più il nostro mercato, sia necessario sviluppare maggiormente il dialogo tra tutti i soggetti interessati.
Negli ultimi anni il rapporto tra le associazioni è andato sensibilmente migliorando, ma c’è ancora spazio per discutere e trovare soluzioni comuni agli inevitabili problemi che si profilano su un mercato importante ed ampio come quello italiano.
Crescere insieme implica poter parlare e individuare insieme le risposte. Oggi la gente va al cinema per vedere i film, mentre ci piacerebbe che andasse al cinema per il piacere di farlo e solo dopo scegliesse a quale pellicola assistere.
Un giorno, ne sono certo, ci arriveremo.”


Medusa inizia la sua stagione “caldissima” (con uscite quasi ogni settimana) con l’horror “Doomsday”, diretto dal regista di “The Descent”, Neil Marshall, mentre Mikado propone “Deception”, il thriller interpretato da Ewan McGregor, Hugh Jackman (che ne è anche il produttore), Michelle Williams e Maggie Q.


E’ ancora Medusa a fare la parte del leone per tutto il mese di settembre infilando, settimana dopo settimana, una serie di titoli che, con grande probabilità , saranno presentati al Festival di Venezia:
“Il papà  di Giovanna” di Pupi Avati, “Burn After Reading” dei Fratelli Coen, “Everyone’s Hero” e “Vicki Christina Barcellona” di Woody Allen caratterizzano le uscite della società  guidata da Giampaolo Letta, mentre Sony propone l’ultimo film di David Mamet “Redbelt” e l’attesissima commedia “Hancock” interpretata da Will Smith e Charlize Theron sulla storia di un insolito supereroe alcolizzato.
Il 12 settembre, l’attore della saga di “Austin Powers” (nonché voce originale di “Shrek”), Mike Myers, torna in “Love Guru”, seguito, il 26 settembre, dal terzo capitolo della saga de “La Mummia”, ambientato questa volta in Cina.
Nel cast troviamo ancora una volta Brendan Fraser e John Hannah, coadiuvati da Jet Li, Maria Bello e da Michelle Yeoh.


In contemporanea con il Lido (o slittati di qualche mese qualora venissero selezionati per la Festa del Cinema di Roma), alcuni titoli italiani distribuiti da 01: “Il passato è una terra straniera” di Daniele Vicari, “Lezione 21” che segna l’esordio alla regia dello scrittore Alessandro Baricco, “I Galantuomini” di Edoardo Winspeare, “Un giorno perfetto” di Ferzan Ozpetek, “Come Dio comanda” di Gabriele Salvatores, “Un gioco da ragazze” di Matteo Rovere.
Sempre 01 ha nel suo listino il nuovo film di Spike Lee “Miracolo a Sant’Anna” coprodotto da Disney e dalla On My Own di Roberto Cicutto e Luigi Musini; “Elegy” di Isabel Coixet con Penelope Cruz, “88 minutes” con Al Pacino, “Linha de passe” di Walter Salles e “The Reader” di Stephen Daldry, con Kate Winslet e Ralph Fiennes.


Ai primi di ottobre, da Universal, arriverà  in sala la versione cinematografica del popolare musical basato sulle musiche degli Abba: “Mamma Mia” con Meryl Streep, Pierce Brosnan, Colin Firth.
A metà  ottobre “Eagle Eye” riunisce il regista e il protagonista di Disturbia in un nuovo thriller: DJ Caruso dirige ancora una volta Shia LeBouf insieme a Michelle Monaghan, Rosario Dawson e Billy Bob Thornton.
Ritorno alla regia per Ben Stiller, che propone a fine mese il divertentissimo “Tropic Thunder”, in cui un gruppo di attori impegnati in un film di guerra si trova a combattere davvero.
Oltre a Stiller nel cast spiccano i nomi di Jack Black e Robert Downey Jr., nonché, in un ruolo cameo, Tom Cruise.
Mentre Fox esce con la versione cinematografica del celebre videogioco “˜Max Payne’, Sony propone la nuova commedia di Adam Sandler “You don’t mess with the Zohan” e Warner il film romantico che riunisce la coppia Richard Gere “” Diane Lane: “Nights in Rodanthe”, seguito di una settimana da “Body of lies” per la regia di Ridley Scott con protagonisti Russell Crowe e Leonardo DiCaprio.
Attesissima anche la release di “Wall-E”, il nuovo film d’animazione Pixar distribuito da Disney che arriva in sala in un altro mese molto “˜denso’ per Medusa, che porta al cinema altri quattro film: la commedia francese campione di incassi “Bienvenue Chez les Ch’ts”, “The Burning Plain” di Guillermo Arriaga, “L’uomo che ama” di Maria Sole Tognazzi, “No problem” di Vincenzo Salemme.


Tre uscite caratterizzano il mese di novembre della società  guidata da Richard Borg: la commedia “Forgetting Sarah Marshall”, realizzata dalla stessa produzione di “40 anni vergine”, e “Molto incinta”, il film d’azione “Death Race”, remake dell’originale diretto da Roger Corman, “Ghost Town” che segna il ritorno alla regia dello sceneggiatore di “Indiana Jones” David Koepp: nel cast Ricky Gervais, Greg Kinnear e Tea Leoni. Novembre è un mese importantissimo anche per Disney: il 7, dopo un passaggio alla Festa del Cinema di Roma, esce “High School Musical 3”, terzo capitolo della saga giovanilistica di maggiore successo della storia del cinema, che ha infranto vari record nella sua programmazione televisiva sul Disney Channel e nella sua distribuzione per il mercato video.
Il 28 novembre esce nei cinema il secondo prodotto tridimensionale distribuito da Disney nel corso del 2008: “Bolt”, film d’animazione su un cane attore che crede di essere un supereroe.


James Bond torna nel nuovo film interpretato dall’ultimo 007 Daniel Craig: “Quantum of Solace”.
Diretta dal regista di “Neverland” e de “Il Cacciatore di Aquiloni”, Marc Forster, la pellicola, girata anche in Italia, caratterizza il novembre di Sony, cui Warner oppone il sesto capitolo delle avventure cinematografiche di Harry Potter: “Il Principe Mezzosangue”.


“La fidanzata di Papà ” con Massimo Boldi ai primi del mese e, a Natale, il nuovo film di Aldo, Giovanni e Giacomo (attualmente ancora senza titolo definitivo) rappresentano l’offerta di Medusa per la fine dell’autunno.
L’offerta dei titoli stranieri comprende l’interessante e commovente dramma familiare “Fireflies in the Garden” con Julia Roberts, Willem Dafoe e Ryan Reynolds e “Never back down”.


Il remake del classico della fantascienza “Ultimatum alla Terra” ,con Keanu Reeves, rappresenta il titolo principale del Natale della Fox, mentre Seth Rogen e James Franco sono i protagonisti della commedia “Pineapple Express” (Sony), seguita dall’esordio alla regia del celeberrimo autore di fumetti Frank Miller, che dirige Scarlett Johansson, Paz Vega, Samuel L. Jackson e Eva Mendes in una pellicola molto attesa e in uscita il 24 dicembre.


Nella prima settimana di dicembre Universal propone “Wild Child” con la nipote di Julia Roberts, Emma, prodotto dalla Working Title.
Per Natale, poi, arriverà  un sequel d’animazione che si propone di ripetere l’exploit al box office dell’originale: “Madagascar 2.”

Articolo precedenteCannes, Roma, New York
Articolo successivoMEMO/I buoni principi della Ronchey

Articoli collegati

- Sponsor - spot_img

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -spot_img

INDUSTRY

- sponsor -spot_img

LOCATION

Newsletter