Luoghi&Location/ Pane e olio

Nello scorso giugno è stato presentato alla Casa del Cinema di Roma il cortometraggio “Pane e olio”, regia di un’esordiente d’eccezione, Giampaolo Sodano.
Il corto “” girato in digitale, durata 32 minuti “” è interpretato da Mascia Musy e Tullio Solenghi, e con la partecipazione straordinaria di Bud Spencer.
Soggetto e sceneggiatura sono di Fausto Brizzi, Marco Martani e Fabrizia Cusani, quest’ultima anche produttrice per Heraion Creative Space. La fotografia è di Mauro Calvesi e le musiche di Carlo Crivelli.
Il film intreccia, con l’andamento di una favola, la storia di un percorso esistenziale con la storia di una terra e di uno dei suoi frutti pregiati, l’olio. “L’olio e gli olivi in questa storia sono il simbolo e l’oggetto del desiderio di vivere”, ha spiegato Sodano, ” ma sono anche un elemento vitale per raccontare un paesaggio e una storia, quel pezzo d’Italia che si chiamava Etruria, e di un popolo, gli Etruschi, che portarono in Italia l’olivo”.
Giampaolo Sodano ha trovato il modo di mettere assieme due suoi grandi amori: quello per le storie di finzione “” quelle rappresentate su piccolo e grande schermo, di cui è stato avventuroso esploratore per l’azienda Rai prima e la Eagle Pictures poi “” e quello per l’olio d’oliva attorno a cui ha creato, assieme a sua moglie Fabrizia Cusani, un’ azienda all’avanguardia, Frantoio Tuscus, che esporta olio in tutto il mondo. Ora che divide i suoi impegni di olivicoltore con la vicepresidenza del Gruppo di canali tematici Sitcom, non ha tradito la sua vocazione a mettersi in gioco, con curiosità  e entusiasmo. Per “Pane e olio” comincia ora l’avventura nei festival di tutto il mondo.

Nella sezione: Luoghi&Locations