direttore Paolo Di Maira

LOCATIONS NEWS/I fratelli Wachowski n Campania

Sono in corso da novembre a Napoli le riprese de”I bastardi di Pizzofalcone”, serie in sei puntate prodotta da Clemart e Rai Fiction per Rai Uno con Alessandro Gassmann, Carolina Crescentini e il napoletano Massimiliano Gallo.
La location principale, il commissariato, è presso l’Archivio Militare, una sezione sussidiaria dell’Archivio di Stato. Fra le altre, Chiaia e Posillipo, i lungomare Partenope e Caracciolo, il Centro Direzionale, l’Ospedale del Mare, la Stazione Marittima al Porto di Napoli, la Stazione Centrale, la Stazione della Metro Toledo, il complesso Monumentale di Sant’Eligio, la Certosa di San Martino, gli uffici della Regione Campania, la sede di Monte Sant’Angelo dell’Università Federico II, l’ Università Suor Orsola Benincasa, Villa Livia, il Circolo Savoia, laboratori della Scientifica e il Poligono di tiro della Polizia di Stato, la Casa Circondariale di Poggioreale. Si girerà fino all’inizio di maggio.
Ad aprile Positano e i suoi dintorni saranno il set di parte di un episodio della serie di Netflix “Sense 8″, ideata dai fratelli Wachowski e diretta da Lana Wachowski. La produzione esecutiva italiana é Film Production Consultants (Enzo Sisti).
Andrà in ondra dal 10 maggio su Sky la seconda stagione di “Gomorrah”, girata in Campania, che è stata recentemente venduta a Sundance TV. “Abbiamo coperto 130 territori con la prima serie” dicono alla Beta, il venditore internazionale della serie, “e ci aspettiamo gli stessi numeri per questa seconda stagione.”

TOSCANA/Giada in Italy e a Firenze
Si svolgeranno in aprile a Pisa le riprese di “X Factor One the Road 10”, la fase preliminare del noto programma televisivo per la ricerca e la scoperta di nuovi talenti. Sempre Pisa, nella seconda seconda metà di maggio, sarà la location di una puntata speciale del talent show culinario “Masterchef Italia” dedicata al pane toscano, con cui il protagonista, il celebre chef italiano Carlo Cracco, realizzerà alcuni piatti tipici.
Il programma, prodotto da Endemol Italia e giunto ormai alla sesta edizione, andrà in onda su SkyUno e su Cielo.
Firenze e la campagna fiorentina saranno invece il set della seconda stagione del programma trasmesso su Food Network “Giada In Italy” con la conduttrice televisiva, cuoca e scrittrice statunitense di origine italiana, Giada De Laurentiis, nipote di Dino De Laurentiis e Silvana Mangano. Nello show Giada torna in Italia per trascorrere le vacanze estive: è l’occasione di esplorare le sue radici culinarie e quelle della sua storia familiare cucinando numerosi piatti tipici della regione che la ospita. Le riprese si svolgeranno alla fine di maggio per circa tre settimane.
Ma la “primavera televisiva” toscana era già iniziata in marzo a Firenze, con le riprese del format di SKY, “4 Hotel”, condotto dallo chef Bruno Barbieri dedicato agli Hotel di Charme a conduzione familiare, e con il set della serie tv cinese cinese, “So Young”, diretta da Yang Wenjun, incentrata sulle vicende di quattro studenti universitari cinesi che trascorrono un periodo in Italia.
Le riprese si sono svolte in concomitanza con la Primavera di Cinema Orientale, il cartellone unico che riunisce al Cinema Odeon di Firenze 4 festival internazionali, per 20 giorni di programmazione: Florence Korea Film Fest, un focus sul cinema sud coreano; Middle East Now, il festival che guarda al medio Oriente; Dragon Film Festival, un approfondimento sulla cinematografia cinese contemporanea e Wa! Japan Film Festival.

TRIESTE/I Cento giorni di Cagliostro
Dopo il grande successo di Coliandro a Bologna, adesso è Trieste la città a cui legherà il suo nome Cagliostro, il nuovo commissario televisivo uscito dalla penna di Carlo Lucarelli, protagonista di “La Porta Rossa”, la nuova serie tv poliziesca della prima serata di Raiuno.
Con più di quattro mesi consecutivi di riprese, iniziate il 29 febbraio, la serie rappresenta la produzione più lunga mai ospitata dal territorio con il supporto e la collaborazione di Friuli Venezia Giulia Film Commission.
Diretta da Carmine Elia, già regista della serie tv “Don Matteo” e, recentemente, de “La dama velata” con Lino Guanciale (uno dei protagonisti di questo nuovo poliziesco), la serie racconta, in dodici puntate, la storia di Cagliostro, un commissario di polizia che viene ucciso, della moglie Anna (Gabriella Pession), che indaga sulla sua morte, e della giovane Vanessa (Valentina Romani), che aiuta Anna nelle indagini. Le riprese termineranno il 9 luglio per un totale di 114 giorni di lavorazione. A produrre “La Porta Rossa” è Vela Film, la stessa società de “L’ispettore Coliandro”, che si è aggiudicata la tranche massima del Friuli Venezia Giulia Film Fund 2015: 200mila euro.
«Fra le location già scelte per le riprese ci sono il Porto Vecchio, che ospiterà anche una scena clou, il Quadrilatero di Melara, molti appartamenti di tutti i livelli, dalle ville a quelli più popolari, e tanto centro città», anticipa il presidente della Fvg Film Commission Federico Poillucci. «Essendo un poliziesco ci sono anche delle zone dal sapore più metropolitano, come il Canale Navigabile e la zona industriale».
Il 18 aprile dall’Ucraina arriverà a Trieste Andrea Magnani per una settimana di riprese del film “Easy”, co-produzione fra Italia (Pilgrim Film e Bartleby Film) e Ucraina (Fresh Production).

ALTO ADIGE/Racconti internazionali e locali
Si svolgerà dal 22 al 28 aprile la nuova edizione di RACCONTI #5, lo Script Lab della IDM-Film Fund&Commission dell’Alto Adige: circa 80 le candidature arrivate di sceneggiatori e autori professionisti, con un’affinità per le serie tv.
Fra queste saranno selezionate due squadre miste di scrittori (privilegiati i professionisti provenienti da Germania, Austria e Svizzera), che lavoreranno all’interno di 2 rispettive Writers’ Room per sviluppare, sotto la guida di esperti showrunner internazionali, 2 concept per 2 serie tv di respiro internazionale proposte dalle case di produzione Palomar e Letterbox Filmproduktion e orientate ad una co-produzione italo-tedesca.
Al primo workshop di aprile ne seguirà un secondo, che si svolgerà sempre in Alto Adige dall’11 al 17 giugno.
Gli esperti che supervisioneranno le due Writer’s Room sono Margherita Murolo per Palomar e Torsten Götz per Letterbox Filmproduktion.
Inoltre, gli autori selezionati parteciperanno anche a delle masterclass con lo sceneggiatore e produttore americano James V. Hart(conosciuto per “Hook – Capitan Uncino” di Spielberg e la serie “Crossbones”) e la produttrice inglese Manda Levin (script editor per BBC Drama e produttrice esecutiva della serie thriller per Canal+ “The Tunnel”) che offriranno un’analisi sui tv show americani ed europei di maggior successo.
Da quest’anno, poi, il laboratorio dedicato alla scrittura della Film Commission, si è dotato anche di un programma dedicato ai talenti altoatesini, e destinato alla realizzazione di cortometraggi: RACCONTI | Local Plus! coinvolge 16 giovani filmmaker, suddivisi in 7 team creativi composti da filmmaker, produttori e sceneggiatori che, durante il corso dell’anno, parteciperanno a 4 workshop formativi durante i quali svilupperanno le proprie competenze con esperti del settore (Leonardo Staglianò, Nadja Dumouchel, Philipp Mayrhofer e Markus Golisano)..
Nel secondo workshop una giuria decreterà i progetti vincitori (un massimo di tre, con un premio variabile da 10 mila a 30 mila euro), che verranno poi realizzati negli workshop successivi: la consegna dei rough cut è prevista per novembre 2016, mentre quella dei lavori definitivi il 31 gennaio. La presentazione dei corti al pubblico avverrà nella primavera 2017.
Si stanno per concludere a Dobbiaco, in Alto Adige, le riprese di “I figli della notte”, il film d’esordio di Andrea De Sica, prodotto da Vivo Film Srl con Rai Cinema, in coproduzione con la belga Tarantula, con il contributo del MiBACT e di Eurimages (si tratta dell’unico italiano scelto nell’ultima sessione), e con il sostegno alla produzione della Film Commission altoatesina.
La location scelta dalla produzione per le riprese è il Grand Hotel Dobbiaco, un’antica struttura di epoca asburgica che entrò in servizio come albergo nel 1878 ed è oggi diventato un Centro Culturale, che ospita tra le altre cose, anche le Settimane Musicali Mahleriane.

 

 

Articoli collegati

- Sponsor - spot_img

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -spot_img

INDUSTRY

- sponsor -spot_img

LOCATION

Newsletter