LOCARNO / L’impegno per il futuro dei film e dei cinema

Oggi inizia il Festival del Cinema di Locarno, in una edizione ‘numero zero’, sia online che in presenza, il cui nome è già un manifesto: For the future of Film.

E infatti, il festival ha messo in campo diverse iniziative per facilitare la ripartenza, di filmmakers e professionisti.

Assieme al suo principale sponsor, la società di assicurazioni La Mobiliare, lancia Closer to Life, per supportare i 78 cinema indipendenti svizzeri, costretti a chiudere durante il lockdown.

10.000 biglietti sono stati acquistati e saranno regalati a tutti gli spettatori o gli appassionati di cinema che parteciperanno al Concorso online, o visiteranno una delle agenzie de La Mobiliare.
I biglietti saranno utilizzabili nei suddetti 78 cinema, per assistere ad una qualsiasi proiezione, in programma da ottobre a dicembre 2020.

“Il cinema d’autore che amiamo è ricco di emozioni sorprendenti e scoperte inaspettate, ed è nostro dovere come festival, supportarlo, assieme ai cinema indipendenti che aiutano la sua diffusione, dando al pubblico la possibilità di vedere questi film sul grande schermo.” Ha dichiarato Lili Hinstin, direttore artistico del Locarno Film Festival

Altra iniziativa per la ripartenza è The Films After Tomorrow, sezione che ha selezionato 20 lungometraggi, 10 svizzeri e 10 internazionali, che hanno dovuto stoppare il loro percorso produttivo durante l’emergenza Covid, e che concorreranno per 2 Pardi (da 70 mila franchi svizzeri l’uno) e altri tre premi (Campari Award, Swatch Award e SRG SSR Award): un aiuto concreto per riprendere il lavoro.

 

Nella sezione: Festival - MarketsLocarnoNews

Tags: