direttore Paolo Di Maira

LIUZZI: Le azioni del MISE per il futuro dell’audiovisivo

Il FIRST PLAYABLE FUND: un fondo di 4 milioni che prevede contributi del 50% a fondo perduto ad aziende che vogliono sviluppare prototipi di video game considerate opere creative. Ne ha parlato oggi al MIA Mirella Liuzzi, sottosegretario allo Sviluppo Economico, in una conversazione con il direttore del Mercato dell’Audiovisivo di Roma, Lucia Milazzotto, sui programmi di sviluppo tecnologico e innovativo del MISE che riguardano il futuro dell’audiovisivo.

“Credo fermamente nel contribuito che i video-game possono dare all’industria creativa e all’innalzamento, ad esempio del livello di innovazione come nel caso della didattica: si pensi ai prodotti innovativi di supporto come la didattica immersiva. Un mondo ancora parzialmente inesplorato in tutte le sue potenziali possibili applicazioni e che, proprio in questo particolare frangente storico che stiamo attraversando, assume nuovi significati- ha dichiarato Liuzzi. – Il First Playable Fund approvato nell’ultimo DL Rilancio è il primo intervento mirato in Italia per sostenere la produzione di prototipi di videogiochi, così come già fatto in altri paesi come Francia, Germania, Regno Unito, Canada, Polonia e Danimarca. A breve sarà pubblicato anche il decreto MiSE attuativo della norma.

L’intrattenimento digitale è entrato così all’interno delle politiche industriali del Paese: è un primo ma importante passo per un settore che nell’ambito dell’industria creativa possiede enormi potenzialità: il mercato globale dei videogiochi vale 150 miliardi di dollari, un giro d’affari più alto rispetto alle industrie del cinema e della musica messe insieme. Più investimenti nel settore equivalgono a un maggior gettito fiscale: un rapporto Ernst & Young sul tax credit in Germania, evidenzia come per ogni euro di investimento pubblico nell’industria dei videogiochi, vengono generati 8€ di investimenti privati e 1,8 € di tasse.”

Il sottosegretario Liuzzi ha poi parlato del progetto presentato da SIAE sulla “Gestione dei diritti d’autore su reti 5G con Blockchain” che  intende valorizzare la tutela e la gestione del diritto d’autore attraverso l’uso delle nuove tecnologie; le opportunità che gli OTT possono generare per imprese e territori, se opportunamente inquadrati da una legislazione che ne delinei competenze e confini; i rapporti con il mondo dell’intelligenza artificiale, il nuovo digitale terrestre, che prenderà piede nel giugno 2022.

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION

Newsletter