L’AQUILA/ Il doc incontra il reportage giornalistico

Si apre il 19 marzo, al Palazzetto dei Nobili de L’Aquila, il DOQ Film Festival, il Festival del Reportage Giornalistico e del Cinema Documentario, frutto della collaborazione tra il L’Aquila Film Festival e l’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo .

Questa terza edizione del Festival vuole esplorare le zone d’incontro tra il lavoro giornalistico e quello documentaristico.

I primi due giorni, lunedì 19 e martedì 20, prevarranno i temi giornalistici e di attualità, con gli interventi del fotoreporter Danilo Balducci, che racconterà la sua esperienza sulla rotta balcanica mostrando i suoi scatti, e della fotografa Laura Aggio, con i suoi lavori e la sua testimonianza dal Medio Oriente.

L’accoglienza dei migranti, invece, sarà il tema affrontato in una conferenza alla quale parteciperanno le realtà locali aquilane (ARCI, Mensa celestiniana e Comitato 3e32) e quella romana di Baobab Experience, per un confronto sulle problematiche comuni, alla quale interverrà anche l’Assessore delle Politiche Sociali del Comune dell’Aquila Francesco Cristiano Bignotti. Seguirà la proiezione del documentario “Human Flow” dell’artista dissidente cinese Ai Weiwei, già presentato all’ultimo Festival del Cinema di Venezia.

Al centro-sud America porteranno gli interventi del giornalista Valerio Nicolosi e della regista Eleonora Nascimben Gasparotto che racconteranno e mostreranno le loro esperienze nelle piccole comunità indigene.

Gli ultimi due giorni , mercoledì 21 e giovedì 22, saranno dedicati unicamente al cinema con la proiezione dei documentari “Il senso della bellezza” di Valerio Jalongo ( sul grande esperimento, realizzato al CERN di Ginevra, volto all’esplorazione della materia immediatamente dopo il Big Bang), e “Alla ricerca di Van Gogh” di Yu Haibo e Yu Tianqi Kiki: la storia degli “operai di Van Gogh”, i pittori cinesi che si dedicano alla riproduzione in serie delle opere del grande artista olandese

Nella sezione: News