KARLOVY VARY/Lanciato First Cut Lab + con WEMW

E’ stato lanciato oggi, 2 luglio, al Karlovy Vary International Film FestivalFirst Cut  Lab +,un’evoluzione di First Cut Lab, il workshop per film nelle prime fasi di montaggio iniziato da When East Meets West, (il forum di coproduzione organizzato dal Fondo per l’Audiovisivo del Friuli Venezia Giulia), e poi ‘esportato’ in altri festival e eventi di mercato.

First Cut Lab + è organizzato da Tatino Films  e in partnership con WEMW e Karlovy Vary International Film Festival, e sarà rivolto a 16 lungometraggi di finzione, provenienti da Europa centrale e Orientale (paesi a ridotta capacità produttiva secondo i criteri del programma MEDIA) che beneficeranno di moduli creati specificamente per incentivare la promozione e le strategie di audience engagement, uniti a proiezioni ‘work in progress’ per professionisti dell’industria.
I primi otto progetti saranno ospitati all’interno di WEMW 2020, gli altri a Karlovy Vary il prossimo luglio.

I team saranno selezionati fra gli alunni dei vari First Cut Lab (Finlandia, Karlovy Vary, Kosovo, Lituania, Polonia, RE-ACT, Trieste, Turchia e Ucraina) di Less is More e di MIDPOINT Feature Launch. 

“Trieste e Karlovy Vary diventano così due hubs complementari, che supportano mutuamente i progetti per potenziarne la qualità artistica e il potenziale di mercato” ha dichiarato Hugo Rosak, responsabile Industry del KVIFF

First Cut Lab + è l’unica nuova iniziativa supportata dal bando Media Access to Market

“Ci sono due progetti di First Cut Lab in Eastern Promises (gli Industry Days del KVIFF) in questo momento: “After the Winter” di Ivan Bakrac (Montenegro) e “January” di Andrey Paounov (Bulgaria),- ha aggiunto,  Alessandro Gropplero, direttore di WEMW, -mentre concorrono nella sezione East of the West del Festival “My thoughts are silent” di Antonio Lukic (Ucraina) e “Scandinavian Silence” di Martii Helde (Estonia). E il georgiano “Inhale-Exhale” di Dito Tsintsadze  ha appena vinto il Grand Prix a Shangai”.

Nella sezione: News