direttore Paolo Di Maira

IN ITALIA/Ottobre Spagnolo

A ottobre si parlerà  molto di Spagna in Italia: dal 12 al 21 ottobre Made in Mad arriva a Milano con un fitto calendario di manifestazioni culturali, tra cui il cinema, con un omaggio all’attrice Carmen Maura.

Sempre a ottobre usciranno in sala alcuni film spagnoli: il più atteso è sicuramente il nuovo film di Almodovar “Los Abrazos Rotos” (nelle sale il 2 ottobre con Warner), un noir ben farcito di cinema, (il cinema classico, a cui il regista rende omaggio, e i propri film, in particolare “Donne sull’orlo di una crisi di nervi”, brillantemente citato) con Penelope Cruz nel ruolo di fatale dark lady.


A fine ottobre la Brave Film di Giampaolo Brugnoli distribuirà  “14 Km”, di uno dei più noti documentaristi spagnoli, Gerardo Olivares.
Il film, premio del pubblico alla scorsa edizione del Festival di Taormina, racconta, attraverso le storie di tre giovani africani (due nigeriani e una malese), tutto ciò che precede i 14 agognati km che separano l’Africa dalla Spagna.


Amore ed alta cucina si intrecciano in un triangolo sentimental-professionale nella commedia “Dieta Mediterranea” di Joaquin Oristrell (lo sceneggiatore di “Reinas”), uno dei prodotti più venduti da RTVE, e che in Italia è stato acquistato da Multivision.
Racconta Alfonso Bassave, uno degli attori protagonisti: “Il film è stato girato a Barcellona, e in una zona della Catalogna che si chiama “Il Maresma”, la costa a nord di Barcellona, una serie di paesi molto carini, che avevano proprio l’atmosfera che richiedeva la storia.
Giravamo di notte, all’interno di ristoranti che di giorno erano aperti: questa è stata una delle difficoltà . perché girare di notte è molto stancante, ma era la location perfetta per una storia mediterranea con tutto ciò che questo termine implica sociologicamente e culturalmente.” ” Il Mediterraneo è anche uno stile di vita condizionato dal clima, significa vivere all’esterno, nelle piazze, mangiando fuori e relazionandosi con le altre persone. “” Spiega Oristrell.- E’ un luogo di accordi e disaccordi dove convivono tre religioni, tre continenti.
Un mondo speciale, abituato alle invasioni, e a lasciarsi contaminare dalle novità .”
Anche Film Export Group, che da quarant’anni lavora con la Spagna, e da 16, con la Production Group, realizza co-produzioni, aveva messo gli occhi su questa commedia: “Ci siamo decisi troppo tardi,- afferma Roberto Di Girolamo, alla guida dell’azienda “” ma sono contento che il film si vedrà  in Italia, è molto carino e ben fatto.”
Di Girolamo si rivela comunque soddisfatto degli Screenings spagnoli, che definisce: “più interessanti rispetto allo scorso anno. Ci sono un paio di film che stiamo valutando con i miei direttori commerciali.”

Articolo precedenteLuoghi&Location/ Pane e olio
Articolo successivoMARCHE/Un anno dopo

Articoli collegati

- Sponsor - spot_img

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -spot_img

INDUSTRY

- sponsor -spot_img

LOCATION

Newsletter