direttore Paolo Di Maira

IL CINEMA RIPARTE DAI NUMERI, LE CITTA’ DAI CINEMA

Promuovere per vendere: è il titolo dell’articolo che apre questo numero.
E’ dedicato alle strategie di internazionalizzazione dell’audiovisivo italiano annunciate dalla Fondazione Roberto Rossellini per l’Audiovisivo.
Il suo presidente, Francesco Gesualdi, annuncia di “voler rivedere la metodologia di promozione”, finalizzandola alla vendita, e dotando la Fondazione di un Osservatorio, affidato ad IsiCult (Istituto Italiano per l’Industria Culturale) e Luiss Business School, che ne orienti le scelte.
L’impostazione ha il valore di rottura, in una tradizione di percorsi paralleli, dove, in assenza di indagini sistematiche sui mercati, le strategie di promozione hanno sempre goduto di ampia discrezionalità .

Solo tre anni fa l’allora presidente di Filmitalia, Irene Bignardi, rivendicava orgogliosamente l’autonomia del momento promozionale dall’attività  di vendita.
“Noi precediamo gli esportatori, rendiamo il terreno fertile e seminiamo. Ai venditori, poi, raccogliere. Si spera”¦”, diceva in una intervista realizzata da Cinema & Video International nel maggio 2007; e ancora: “che siano società  italiane o straniere a fare questa raccolta, a noi poco importa. A noi importa che il nostro cinema viaggi”.
Se poi il nostro cinema non ha viaggiato molto, la colpa è dell’esiguo budget (giustificazione, chissà  perché, considerata assiomatica).
Non stupisce allora che i “migliori” film italiani (quelli, per intendersi, che negli ultimi anni hanno avuto maggiore visibilità  internazionale, da “Respiro” a “Gomorra”) siano venduti da società  non italiane (anomalia fin dall’inizio puntigliosamente segnalata dal nostro giornale).

Filmitalia è stata assorbita da Cinecittà  Holding, e lo scorso anno il MiBAC ha dato vita a un comitato tecnico con l’incarico di lavorare assieme alla Holding alla predisposizione di un piano organico di promozione del cinema italiano all’estero.
Nell’editoriale scorso, Cinema & Video International chiedeva che fine avesse fatto il comitato.
Risposta: il comitato non c’è più, è stato sciolto nello scorso gennaio.
E siamo finalmente arrivati alla Fondazione Roberto Rossellini per l’Audiovisivo e al suo programma di internazionalizzazione.
Riparte, dunque, una sfida non nuova con nuove gambe, che poggiano su un assunto: conoscere per agire.
Cinema & Video International seguirà  l’ambizioso progetto con molta attenzione.


Vorrei segnalare, sempre su questo numero, un servizio dal Festival di Berlino su iniziative che hanno coinvolto i cinema di città .
Si racconta del decentramento del cartellone operato dal Festival nei cinema di quartiere berlinesi, e di un Forum animato da importanti cineasti e architetti.
Dal racconto di due “fuoriclasse” come l’architetto Norman Foster e il cineasta Marin Karmitz, emerge la virtù della sala cinematografica: cuore della città  che rinasce con il rilancio del mezzo pubblico quale modo “civilizzato” di viaggiare per Foster, “luce”, che serve a ridare vita ai quartieri più disagiati, per Karmitz.


Anche in Italia si è affrontato l’argomento: nello scorso novembre l’ANEC organizzò a Roma un Focus su “Cinema di città “.
Forse occorrerebbe riprovarci, dando al tema un maggior respiro.
Nel frattempo gli amministratori locali si stanno dando da fare. L’importante è che non cerchino di “salvare i cinema”, ma si “accontentino” di salvare le città  – troverebbero nei cinema formidabili alleati – valorizzando coloro che fanno per mestiere gli esercenti cinematografici, e non volendo sostituirsi ad essi.


                                                             Paolo Di Maira

Articoli collegati

TFI / Sviluppo: crescono i fondi regionali e internazionali

Il Panel Ricerca e Sviluppo!Il grande anno dei fondi a sostegno dello sviluppo organizzato dai Production Days di Torino Film Industry.

ESERCIZIO/Il Giro dei Cinema

Il Giro dei Cinema: alla scoperta delle buone pratiche dei cinema d'essai attraverso un viaggio in 42 sale italiane

Cinema&Video International n.179

Il numero di ottobre 2020 è distribuito al MIA di Roma e sulla piattaforma di MIPCOM Online+
- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

WEB FESTIVAL / Al via il Digital Media Fest online

Si svolgerà dal 30 novembre e terminerà il 2 dicembre, con una formula interamente digitale il Digital Media Fest, il festival creato e diretto da Janet De Nardis: 3 giorni di webserie, cortometraggi e vertical video provenienti da oltre 30 Nazioni.

TALLIN BLACK NIGHTS /Glass Boy è il miglior film per ragazzi

“Glassboy”, il film per ragazzi opera seconda del regista e sceneggiatore Samuele Rossi, ha vinto premio ECFA come miglior film alla 24ma edizione del prestigioso PÖFF | Tallinn Black Nights Film Festival, dove concorreva nella sezione Just Film.

IDFA / Ultimina di Jacopo Quadri in concorso

E' in concorso a IDFA il Festival internazionale di Documentari di Amsterdam, "Ultimina", diretto da Jacopo Quadri, il montatore di "Notturno" di Gianfranco Rosi - il film italiano candidato agli Oscar.
- sponsor -

INDUSTRY

DIVERSITY MEDIA AWARDS / Berry Bees miglior serie kids

"Berry Bees", una coproduzione internazionale di Atlantyca con SLR Productions, Telegael e Studio Cosmos-Maya con la partecipazione di Rai Ragazzi e NINE Network, è stata premiata come Miglior Serie Kids dell’anno ai Diversity Media Awards 2020

SALE/ Christie lancia la lampada antivirus

A gennaio 2021 il lancio della linea Christie Counter Act, la lampada antivirus che può essere utilizzata in presenza di persone

TFL / Tutti i premi del Meeting Event

Tutti i premi del Torino Film Lab Meeting Event che si è concluso il 20 novembre. La novità del Green Filming Award, promosso insieme alla Trentino Film Commission
- sponsor -

LOCATION

PIEMONTE / 5 progetti sostenuti dal Film Tv Fund

Il nuovo film di Davide Ferrario, "Tutto qua” (titolo provvisorio) le cui riprese si stanno concludendo a Torino, è uno dei cinque titoli che beneficerà del contributo el Bando POR FESR "Piemonte Film Tv Fund". Sostenuti anche per Indyca, IIF, Casa delle Visioni e Viola Film

CORTI / Ça Tourne! il nuovo concorso di F.F.C. Vallée d’Aoste

“ÇA TOURNE!”: c'è tempo fino al 9 dicembre per partecipare al concorso di idee finalizzato alla realizzazione di cortometraggi bandito da Fondazione Film Commission Vallée d’Aoste e rivolto a professionisti residenti o domiciliati in Valle d’Aosta, imprese, associazioni culturali e fondazioni valdostane o che abbiano sede legale od operativa sul territorio regionale

FVG / Iniziate le riprese di Volevo Fare la Rockstar 2

Gorizia, Cormons, Cividale del Friuli e Gradisca sono le location di "Volevo fare la Rockstar 2", diretta da Matteo Oleotto ed è una coproduzione Rai Fiction e Pepito Produzioni realizzata con il sostegno della Friuli Venezia Giulia Film Commission.