direttore Paolo Di Maira

FOREIGN SALES ITALIANI/ Montalbano, un brand che funziona sempre: da Rai Com, a Intramovies, a True Colours. La prima volta di Summerside

Proseguono le vendite de “Il Commissario Montalbano” televisiva prodotta da Palomar e del suo spin off “Il giovane Montalbano”: al MipTv Rai Com ha annunciato di aver chiuso contratti con Lumiere in Benelux, alla svedese SVT, e alla Cszeska Televize in Repubblica Ceca. Le due stagioni dello spin-off, invece, sono state acquistate da BBC in UK e da MHZ per il Nord America, mentre per la Germania, i diritti televisivi della seconda stagione sono stati venduti a PRO7/Sat 1, e i diritti home video a Edel.
L”amatissimo commissario di Vigata, nato dalla penna di Andrea Camilleri, continua a rappresentare uno dei prodotti più apprezzati della produzione italiana anche a livello internazionale, e proprio grazie a questo, fa da “traino” ad altre serie, presentate al Mip, e legate a Montalbano o per ragioni drammaturgiche (la scrittura di Camilleri) o produttive (il ‘marchio’ Palomar): “Donne” e “I delitti del Barlume”.

Proprio l’omonimo libro di Andrea Camilleri, edito da Sellerio, ha ispirato i dieci brevi film di fiction (10 minuti al massimo) per raccontare le donne italiane descritte dallo scrittore siciliano in una sorta di catalogo intimo e giocoso, che copre un arco temporale che va dagli anni ’30 agli anni ’80.
Presentato da Intramovies, che ne cura le vendite internazionali, il progetto ha riscontrato interesse al mercato dell’entertainment di Cannes, anche per il formato ‘agile’ e i tratti caratteristici del progetto multi-piattaforma ( i 10 corti potranno essere sfruttati su varie piattaforme e attraverso vari linguaggi.)

Palomar, oltre a Montalbano ha puntato su un altro poliziesco ‘in riva al mare’, “I Delitti del Bar Lume”, anch’esso nato dalla penna di uno scrittore, il pisano Marco Malvaldi, e ambientato all’isola d’Elba.
E mentre stanno per iniziare le riprese della terza stagione della serie Sky (vincitrice del prime time), diretta da Roan Johnson con protagonista Filippo Timi, questo ‘giallo’ italiano, forse sulla scia del suo predecessore siciliano, ha suscitato un forte interesse fra i buyers del Miptv, come ci racconta Catia Rossi, che l’ha recentemente acquisito nel catalogo della sua True Colors, la società di distribuzione internazionale recentemente costituita da Indigo Film e Lucky Red..
Merito anche del ‘marchio di fabbrica’ Palomar, riconosciuto anche al Miptv dove la società di Carlo Degli Esposti era candidata agli Emmy Kids Awards con “Braccialetti Rossi”, remake dell’omonima produzione catalana venduta in tutto il mondo.

L’attenzione ai progetti per il remake è una tendenza che individua nel mercato Francesca Manno, alla guida di Summerside, la nuova società di vendita italiana con ambizioni internazionali, “questo è interessante per noi, molti dei nostri titoli infatti (Summerside ha in catalogo prevalentemente film stranieri, n.d.r.) possono funzionare in più territori, penso ad esempio a “Snow” o a “Urban Family”.
Per quanto riguarda l’esperienza di questa “prima volta” al Mip Tv di Summerside, continua Manno: “abbiamo riscontrato interesse soprattutto per quei nostri film che hanno a che fare con tematiche femminili, storie di conflitti fra genitori e figli e coming of age”. Particolare attenzione, inoltre, è stata manifestata dai buyers per il documentario di Matteo Raffeli “Mareyeurs”, sulla pesca invasiva in Africa, attualmente in post-produzione.
“Avremo qualcosa di pronto probabilmente per il Marché di Cannes”, anticipa Francesca Manno.

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION

Newsletter