FIRENZE/Popoli apre all’Industry

Il Festival dei Popoli si apre all’Industry: dal 4 al 7 dicembre, si terrà la prima edizione di Doc at Work, all’interno della 54esima edizione del Festival Internazionale del Cinema Documentario diretto da Alberto Lastrucci, che si svolgerà a Firenze, dal 30 novembre al 7 dicembre.

“La nostra ambizione è dare a registi e produttori l’opportunità di incontrare potenziali coproduttori o distributori interessati ad investire nel loro film”, dice Manuela Buono, responsabile dell’iniziativa che gode del supporto di Fondazione Sistema Toscana.
“Abbiamo aperto un bando per progetti a registi e produttori da tutto il mondo, ne abbiamo ricevuti centinaia, sia in fase di sviluppo che di pre-montaggio, e stiamo facendo una selezione dei migliori. Abbiamo invitato esperti e buyers da tutta Europa ad assistere alla loro presentazione, che avverrà nelle giornate del 6 e del 7 dicembre. Puntiamo a documentari creativi, pensati per la sala, progetti d’autore che abbiano possibilità di incontrare un pubblico vasto. Fra i nostri esperti, infatti, non ci sono solo commissioning editors ma anche distributori su tutte le piattaforme: dal cinema alle tv, ai distributori VOD, dvd…”

La presentazione dei progetti in fase di sviluppo prevede un trailer e un Pitching Forum, quella degli altri, 10-15 minuti di rough cut. Tra i buyers e finanziatori invitati alle presentazioni sono previsti il distributore polacco Artur Liebahrt (Against Gravity), i venditori internazionali Stefan Kloos (Rise and Shine) e Yung Kha (Dogwoof), Silvana Bezzola della Radio Televisione Svizzera Italiana, Isabelle Mestre Casadesus di Arte France – Art&Culture, Jean Emmanuel Casalta di France Television, Fabio Mancini di RAI – Doc3, Robert Tomic Zuber, della tv croata HRT, Luciano Rigolini di Arte France – La Lucarne.

Per capire meglio le reali possibilità distributive di prodotti di questo genere, le due giornate di presentazione saranno precedute da una conferenza sulla distribuzione del documentario in Italia, “dove abbiamo invitato i distributori di tutte le piattaforme che abbiamo in Italia. Vogliamo proporre tavoli di lavoro in cui si cercano delle soluzioni, e si fa un’analisi critica del panorama italiano della distribuzione dei documentari: un panorama difficile, dove però si stanno aprendo spiragli positivi, basti pensare al Leone d’Oro a “Sacro Gra”, che ha incassato abbastanza nei cinema.
Abbiamo invitato, fra gli altri, il suo distributore Fabrizio Grosoli, di Officine Ubu, e Luca Legnani, dei cinema The Space che ha programmato il film.”

La prima giornata, il 4 dicembre, sarà dedicata alla formazione dei partecipanti, con un workshop del produttore Stefano Tealdi.

Nella sezione: Rivista