direttore Paolo Di Maira

FILM COMMISSIONS/Emilia Romagna lancia il Film Fund

1 milione e 700 mila euro, di cui 1milione e 200 mila a sostegno delle produzioni nazionali e internazionali : fra la fine di febbraio e l’inizio di marzo 2016 uscirà il bando , che resterà aperto fino al 31 luglio.
Ha scelto la Berlinale, la Regione Emilia Romagna, per presentare il nuovo Fondo: “ è la prima volta come Film Commission e come Assessorato alla Cultura che siamo presenti in modo ufficiale a un festival dopo l’approvazione della nostra legge sul cinema, nel 2014”, ha esordito l’assessore alla cultura Massimo Mezzetti, – una legge che non istituisce semplicemente il Film Fund, ma che si occupa di tutta la filiera, a partire dallo start up di impresa, alla formazione delle maestranze, all’attrazione di produzioni, fino alla distribuzione e all’internazionalizzazione”.
La legge, ci tiene a ribadire Mezzetti, vede il coinvolgimento di quattro assessorati: cultura, turismo, attività produttive, lavoro e formazione.
“Questo ci ha permesso di mettere insieme risorse provenienti da diversi affluenti; intanto quelle che abbiamo messo noi come cultura ammontano al triplo di quelle iniziali, siamo passati da 1 milione a circa 3, 2 milioni di euro.
A questi si aggiungono risorse che provengono da fondi europei nel caso della formazione, dello start up di impresa, e della promozione turistica e del territorio, per un totale di oltre 5 milioni di euro per il 2016; l’anno scorso abbiamo fatto il primo bando a cui abbiamo dato poca evidenza perché dovevamo rodare la macchina, ma oggi siamo pronti”.
Il rodaggio di cui parla Mezzetti non riguarda solo il periodo della preparazione del fondo, ma anche gli anni precedenti, quando “con scarse risorse abbiamo investito in particolare su due settori, quello del documentario e dell’animazione.”

A questo proposito l’assessore cita l’autrice Monica Manganelli, che con il corto d’animazione “La ballata dei senza tetto”, ha vinto il Los Angeles Shorts Fest, e altre eccellenze regionali nella promozione cinematografica internazionale, come il Festival del Cinema Ritrovato curato dalla Cineteca di Bologna (“che grazie alla nuova legge stipula con noi una convenzione che le riconosce un ruolo non solo nel restauro e nella conservazione, ma anche nella tutela e nella digitalizzazione di tutto il patrimonio della nostra regione”), il Biografia Film Festival, il Future Film Festival, il Bobbio Film Festival diretto da Marco Bellocchio, il Bellaria Film Festival.
Infine, Mezzetti annuncia un nuovo piccolo festival che esordirà in maggio, Cinevasioni, il primo festival di cinema che si terrà all’interno di un istituto di pena, il carcere Dozza di Bologna, e vedrà coinvolti i detenuti nella realizzazione del Festival stesso.

 

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION