direttore Paolo Di Maira

EUFCN/News dall’Europa

L’AUSTRIA ANNUNCIA IL SUO TAX SHELTER
Come annunciato nel numero scorso, il ministro dell’economia austriaca, Reinhold Mitterlehner, ha recentemente annunciato il lancio di un nuovo incentivo a favore delle produzione domestiche e internazionali. La FISA si rivolge ai lungometraggi e ai documentari di tutte le nazionalità , che abbiano un partner finanziario in Austria, e consente un abbattimento del 25% delle spese, a condizione che almeno il 25% del budget di produzione venga speso in Austria.
Il Fondo dispone di 20 milioni di euro ed è operante fino alla fine del 2012. Ciascun film non può ottenere una somma superiore al 15% del budget totale del Fondo.
Come per gli altri crediti d’imposta in Europa le produzioni dovranno anche superare il test culturale, criterio che serve in particolare a dimostrare il loro rapporto con la cultura austriaca ed europea. Incaricata della valutazione è la Film Commission austriaca, Location Austria (www.filmstandort-austria.at).
Le più recenti grandi produzioni internazionali girate in Austria prima della creazione di questo incentivo, sono « Knight and Day », « The Pillars of the Earth », « Season of the Witch », « James Bond “” Quantum of Solace ».


TUTTE LE STRADE PORTANO A…ROMA!
La città  eterna sta vivendo un 2010 strabiliante in termini di riprese di produzioni internazionali.
Dopo un film svedese (“The Rite” di Mikael Hafstrom), una produzione indiana tamil (“Elaignan de Krishnan Suresh”), e un documentario canadese (“Museum Discoveries”), Roma sarà  il teatro multinazionale delle riprese d’autunno.
Accoglierà  in particolare un telefilm dello Sri Lanka (“The Secret “” Malsana Rahasa”), una commedia tedesca ( Quattro stagioni”), e un documentario di Hong Kong (“The Journey of Saint Paul in Rome”).
I registi italiani non saranno da meno, con il ritorno del pluripremiato regista di documentari Gianfranco Rosi, e la prima produzione italiana in 3D: “Madness” di Antonio Bonifacio.


L’EVOLUZIONE DEL FILM FUND IN PIEMONTE
La Film Commission Torino “” Piemonte ha da poco acquisito il 100% del fondo d’investimento FIP , che disporrà  di 2 milioni di euro all’anno, e sarà  consacrato alle grandi produzioni italiane ed europee, così come alle opere prime e seconde.
Tre gli obiettivi: gestire il tax shelter, favorire lo sviluppo di sceneggiature , con particolare attenzione a quelle ambientate nella regione, trovare nuovi partner per il fondo d’investimento (www.fip2010.it e www.fctp.it)
Va segnalato che la Film Commission Torino-Piemonte riceverà  a fine settembre, ad Annecy, un omaggio da parte del festival del cinema italiano (28 settembre “” 5 ottobre).
Sono in programma proiezioni di film girati in Piemonte, seminari e incontri.


AVVENTURA A WADDEN SEA 
Dichiarati patrimonio mondiale dell’UNESCO, il sito della Wadden Sea e l’isola di Sudfall hanno ricevuto la visita dei cineasti.
Il 3 settembre, allo scopo di promuovere questa parte sudorientale del Mare del Nord, la Film Commission di Amburgo/ Schleswig “” Holstein ha portato 40 professionisti dell’audiovisivo della Germania del Nord, in associazione con le autorità  del Parco Nazionale e dell’Agenzia regionale del turismo.
Sensazione di spaesamento garantita per tutti!


IRLANDA, STUDIO PER SERIE TV INTERNAZIONALI
Grazie all’incentivo fiscale battezzato ” Sezione 481″, che prevede il 28% di abbattimento sulle spese effettuate in Irlanda e che è aperta alle produzioni televisive, l’EIRE ha accolto sul suo territorio film di prestigio per i canali televisivi quali: Syfy, HBO, ITV, UKTV, BBC Worldwide e ProSeiben.
E’ ora il momento della società  di produzione Starz di approfittare di questa ospitalità  con le riprese in corso, a Dublino e Wiklow, per 22 settimane , della serie “Camelot”, nuovo adattamento delle leggendarie gesta di Re Artù ad opera di Chris Chibnall (“Life on Mars”) e Michael Hirst (“I Tudor”).
Nel cast: Joseph Finnies, Eva Green, Jamie Campbell Bower. Da notare che i Celti avevano poco prima ricevuto la visita di Sean Penn per il film “This Must Be The Place”, una co-produzione tra Irlanda e Italia da 20 milioni di dollari.

Articoli collegati

- Sponsor - spot_img

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -spot_img

INDUSTRY

- sponsor -spot_img

LOCATION

Newsletter