EMILIA ROMAGNA FILM COMMISSION/Anteprime dal territorio

“We make it happen: dal set allo schermo” un titolo che è una promessa mantenuta, e che riunisce sei lungometraggi di finzione, sostenuti dal fondo regionale per l’audiovisivo di Emilia Romagna Film Commission, terminati o nelle ultime fasi di lavorazione, che saranno presentati ai professionisti di Ciné, nella mattinata del 2 luglio, nell’ottica di potenziarne la capacità distributiva.

I film, di cui saranno proiettati i trailer, alla presenza di autori e produttori, sono: “Gli anni amari” (L’altra Società Cooperativa, con cui Andrea Adriatico rilegge gli anni ’70 attraverso lo sguardo di Mario Mieli e la sua giovane vita, interrotta tragicamente a soli 30 anni), “Solo cose belle” di Kristian Gianfreda (Coffe Time), “Oltre la Bufera” di Marco Cassini (Controluce), che si concentra sull’ultimo periodo di vita di Don Minzoni, sacerdote antifascista di Argenta, nel ferrarese, trucidato il 23 agosto del 1943, “Se un giorno tornerai” di Marco Mazzieri (Invisible Film), “Il Caso Pantani” di Domenico Ciolfi (Mr Arkadin) e “Si muore solo da vivi” di Alberto Rizzi (K+), che racconta intimamente la comunità emiliana colpita dal sisma del 2012.

Alla presentazione seguirà, il Focus Buio in sala: luci sulle città, in cui verranno presentati i primi risultati di un’indagine sugli esercenti emiliano-romagnoli che AGIS Emilia-Romagna e Osservatorio dello Spettacolo della Regione Emilia-Romagna stanno realizzando in collaborazione con Emilia Romagna Film Commissionfinalizzata a scoprire e valorizzare il mondo degli esercenti, tra difficoltà e buone pratiche.
“Ogni anno mettiamo circa 340 mila euro a disposizione per finanziare il premio di qualità per le sale. – spiega Fabio Abagnato, responsabile di Emilia Romagna Film Commission- Questa ricerca è finalizzata a conoscere più a fondo la realtà e le buone pratiche delle nostre sale, per migliorare il programma della convenzione triennale con AGIS e ACEC e orientare meglio i prossimi incentivi.”
Emilia-Romagna Film Commission illustrerà inoltre la seconda chiamata 2019 dei bandi a sostegno delle produzioni Nazionali, Internazionali e Regionali, avviata il 1 luglio e aperta fino al 31 dello stesso mese.
La collaborazione fra la film commission e Ciné tocca anche Cinecamp, il programma riservato ai ragazzi: “l’anno scorso organizzammo per loro degli itinerari felliniani. Quest’anno vorremmo portarli a visitare uno dei set attivi in regione, o altrimenti, i laboratori di restauro della Cineteca.” Rivela Aba- gnato.

“W

Nella sezione: Rivista