EFM/TVCO e Iuvit Media Sales uniscono le forze

TVCO e Iuvit Media Sales: all’European Film Market di Berlino ‘debutta’ la nuova joint venture fra la “boutique arthouse” di lungo corso, di Vincenzo Mosca e Simonetta Polese, e la ‘start up’ creata un anno fa da Max Czertok, Andrea Giannattasio e Mario Nicoletti, con un catalogo più improntato su titoli di genere o “high end premium content” , come definisce Mosca, che spiega:

“L’idea è quella di ampliare la base di mercato, rafforzando il nostro catalogo.” Fra i titoli del line up di TVCO all’EFM, anche “Death of Nintendo”  del filippino Ray Martin, che sarà presentato oggi alla Berlinale in Generation.

“Avendo un background nel marketing, ho compreso l’esigenza di circondarmi di professionisti di alto livello, con l’obiettivo di creare una sorta di ‘mini major’, un gruppo molto consolidato all’interno, che abbia ramificazioni in altri paesi, con persone di riferimento per territori specifici, come Thomas Egenberger, di Solid Movies, che cura i nostri prodotti per i territori tedeschi, o Remy Jaquelin, che ci rappresenta nei territori francesi, o Satish Govin, nei territori Sarc. – aggiunge Czertok. – L’idea è quella di lavorare con persone che provengano da ambienti corporate e che se ne siano staccati, o stancati. Primo fra tutti, il nostro socio, Mario Nicoletti, grazie a cui stiamo rafforzando la nostra linea ancillare nel settore musicale, e che ci ha portato, ad esempio, un documentario su Bob Marley, attualmente in sviluppo.”

In seguito a questo riposizionamento di mercato, continua Czertok, “vari produttori, americani e inglesi ci stanno affidando progetti più rilevanti.” Fra questi, “Liar” , il social horror LGBT di Adam Ethan Crow, “una sorta di “Get out” all’inglese”, prodotto dalla Ditto Film di Crow e di Shelley Atkin, ex vice president, EMEA di Fox; e “Fruit of the Heart” di Coke‘ Daniels, dramedy con un  cast afroamericano di alto profilo, prodotto da Triumphant Entertainment & Burke Management, e di cui Iuvit ha venduto i diritti di distribuzione per 300 schermi negli USA nel primo trimestre del 2021.

Nella sezione: News