direttore Paolo Di Maira

Dal Pianeta degli Umani vince il Concorso Internazionale

Ventimiglia tra Italia e Francia, dove ha vissuto il dimenticato dottor Voronoff, chirurgo che affermava di aver scoperto l’elisir di lunga vita negli anni ‘20, e dove oggi i migranti, in cerca di rifugio, rischiano la vita per superare il confine: è questo il set di Dal Pianeta degli Umani, di Giovanni Cioni. “Un luogo reale che acquista via via connotazioni simboliche, e la cui storia particolare rivela una situazione universale attraverso una sorprendente struttura narrativa”: così recita la motivazione della Giuria che gli ha assegnato Premio Miglior Lungometraggio del Concorso Internazionale al 62/mo Festival dei Popoli la cui cerimonia di premiazione si è svolta ieri, 28 novembre, al cinema La Compagnia di Firenze.

Il Premio per il Miglior Mediometraggio è stato assegnato a First Time di Nicolaas Schmidt (Germania), mentre il Miglior Cortometraggio è My Uncle Tudor di Olga Lucovnicova (Belgio, Portogallo, Ungheria, Moldavia); la giuria ha inoltre dato una menzione speciale a Metok di Martín Solá (Italia, Argentina, Tibet).

Il premio al Miglior Documentario Italiano è andato a L’età dell’innocenza di Enrico Maisto “per un invito coraggioso nella sua intimità, per la celebrazione della complessità dell’amore e per la consapevolezza con cui ha elevato il formato home-movies in materiale universale”.

La giuria del concorso italiano ha inoltre assegnato una menzione speciale “Il momento di passaggio” di Chiara Marotta “per un utilizzo della camera come dispositivo diretto di liberazione spirituale, per un confronto duro – e al contempo pieno di laica grazia – con il proprio vissuto familiare”.

La Targa Gian Paolo Paoli al miglior film antropologico è stata assegnata a Aya di Simon Coulibaly Gillard (Belgio, Francia), il Premio distribuzione CG Entertainment, che offre l’opportunità di essere pubblicato nella collana home video “POPOLI Doc – La collana del Festival dei Popoli” distribuita sul territorio nazionale è andato a Tardo Agosto dei registi Federico Cammarata e Filippo Foscarini (Italia).

“Gli Imperdibili” del Concorso Italiano, premio che offre la possibilità di includere il film vincitore nella programmazione del cinema La Compagnia di Firenze, è andato a Los Zuluagas di Flavia Montini (Italia, Colombia).

Dal pianeta degli umani ha conqusitato anche il Premio Tënk al miglior film italiano, presentato nel concorso internazionale e nel concorso italiano, assegnato appunto dall’omonima piattaforma SVOD dedicata al cinema documentario indipendente disponibile in Europa.

Inoltre, il Premio MyMovies.it dalla parte del Pubblico, votato dagli spettatori in sala, è andato a As I Want di Samaher Alqadi (Egitto, Norvegia, Francia, Palestina, Germania). 

Il premio SudTitles – “Il cinema per tutti” 2021 è andato a Portuali di Perla Sardella, e il Premio distribuzione CG Digital per il Miglior Film Europeo della sezione Habitat va a Oltre Le Rive di Riccardo De Cal (Italia). 

Articoli collegati

- Sponsor - spot_img

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -spot_img

INDUSTRY

- sponsor -spot_img

LOCATION

Newsletter