DAVID DI DONATELLO/Doc/it scrive all’Accademia

All’indomani della 65° edizione dei Premi David di Donatello l’Associazione Documentaristi Italiani, dal 2019 affiliata a CNA Cinema e Audiovisivo, ha scritto una lettera all’Accademia del Cinema Italiano per lamentare come non sia stato riconosciuto agli autori, ai produttori dei documentari candidati, e al suo vincitore, un adeguato spazio di presentazione del proprio lavoro al grande pubblico, nonostante il cinema del reale italiano sia diventato nel mondo un esempio di innovazione creativa e produttiva, ottenendo riconoscimenti nei festival internazionali più prestigiosi, come il Leone D’Oro a Venezia e l’Orso D’Oro a Berlino.

Come è noto, quest’anno la cerimonia per la consegna dei Premi David di Donatello è avvenuta in forma virtuale, a causa dell’ emergenza sanitaria in corso: l’annuncio dei vincitori è stato trasmesso in diretta su Rai Uno alla presenza del solo conduttore, Carlo Conti, della presidente e Direttore Artistico dell’Accademia del Cinema Italiano, Piera Detassis, e solo di alcune categorie dei premiati (gli attori e le attrici, e i registi dei lungometraggi di finzione), che sono intervenuti in video in diretta da casa. Gli autori dei documentari in corsa non erano fra questi.

“Negli anni i Premi David di Donatello, una delle istituzioni culturali più antiche e prestigiose del nostro paese, hanno portato all’attenzione del grande pubblico il valore inestimabile dell’autorialità cinematografica del paese, rappresentando non solo il luogo della celebrazione ma anche della scoperta di quel cinema indipendente di cui oggi è massima espressione il cinema del reale, terreno vivo di ricerca e di innovazione dei linguaggi e delle tecniche, oltre che di esplorazione dei temi che si manifestano più in profondità nella nostra società. – si legge nella lettera-

Crediamo che i Premi David di Donatello possano e debbano essere cassa di risonanza di un genere che vive innegabilmente un momento di grande rilancio internazionale e di profonda valorizzazione. Esiste nelle sale cinematografiche, che presto potranno riaprire, esiste nell’immaginario collettivo, nutre un articolato e vasto sistema che abbraccia la formazione, la produzione, la distribuzione, la divulgazione a tutti i livelli. Il cinema del reale trova una centralità nell’intero sistema culturale italiano, e una sua tutela all’interno del Contratto di Servizio Rai 2018-2022, oltre che una sua specifica definizione nella Nuova Legge Cinema, in un momento storico in cui assistiamo anche alla nascita della Direzione e Produzione Documentari della Rai.”

La lettera si conclude con la proposta di aprire un tavolo di confronto con l’Accademia del Cinema Italiano con l’obiettivo di costruire una modalità nuova di valorizzazione del cinema del reale già per l’edizione 2021 dei Premi David di Donatello.

Articoli collegati

MEDIA / 2 Bandi per Produttori del Sud e del Triveneto

Il 18 novembre scadono due bandi rivolti ai produttori del Sud Italia e del Triveneto, che vedono l'organizzazione congiunta del Creative Europe Desk Italy MEDIA e di diverse film commission: MEDIA TALENTS on TOUR e un corso per incentivare l'internazionalizzazione dei produttori del Triveneto

NASCE 010: lo scouting parte dalla formazione e guarda fuori

Nasce 010, società di produzione di Genova, fondata dallo sceneggiatore Giovanni Robbiano e dai giovani filmmaker Lorenzo Rapetti e Giovanni Giusto.

DELTA STAR PICTURES: Artemisia Gentileschi all’AFM

Sarà presentato in anteprima all'American Film Market online (9-13 novembre 2020) il trailer in formato 4K di “Artemisia Gentileschi, Pittrice Guerriera”, che verrà distribuito dal 25 novembre in vari paesi

Cinema&Video International n.179

Il numero di ottobre 2020 è distribuito al MIA di Roma e sulla piattaforma di MIPCOM Online+
- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

IDFA / Ultimina di Jacopo Quadri in concorso

E' in concorso a IDFA il Festival internazionale di Documentari di Amsterdam, "Ultimina", diretto da Jacopo Quadri, il montatore di "Notturno" di Gianfranco Rosi - il film italiano candidato agli Oscar.

TFI / Sviluppo: crescono i fondi regionali e internazionali

Il Panel Ricerca e Sviluppo!Il grande anno dei fondi a sostegno dello sviluppo organizzato dai Production Days di Torino Film Industry.

TFL / Tutti i premi del Meeting Event

Tutti i premi del Torino Film Lab Meeting Event che si è concluso il 20 novembre. La novità del Green Filming Award, promosso insieme alla Trentino Film Commission
- sponsor -

INDUSTRY

Sale/ Christie lancia la lampada antivirus

A gennaio 2021 il lancio della linea Christie Counter Act, la lampada antivirus che può essere utilizzata in presenza di persone

TFL / Tutti i premi del Meeting Event

Tutti i premi del Torino Film Lab Meeting Event che si è concluso il 20 novembre. La novità del Green Filming Award, promosso insieme alla Trentino Film Commission

ROADSIDE porta PINOCCHIO negli USA

La casa di distribuzione statunitense Roadside Attractions ha acquisito da HanWay Films i diritti statunitensi per la distribuzione cinematografica di "Pinocchio" di Matteo Garrone
- sponsor -

LOCATION

PALAZZO PFANNER / Il segreto del Marchese del Grillo

Palazzo Pfanner di Lucca è la location de “Il Marchese del Grillo”: il celebre film diretto da Mario Monicelli e interpretato da Alberto Sordi nasconde un segreto, legato ai David di Donatello e ora svelato

EUFCN LOCATION AWD /Curon è l’unica candidata italiana

E' il Lago di Resia vicino a Curon in Alto Adige, l'unica location italiana tra le 5 finaliste dell'EUFCN Location Award, il premio, promosso dall'European Film Commissions Network (EUFCN) in collaborazione con Cineuropa, insignisce ogni anno la migliore "Location cinematografica europea". Tre le produzioni sostenute da IDM Film Fund &Commission che la vedono protagonista

TFI / Sviluppo: crescono i fondi regionali e internazionali

Il Panel Ricerca e Sviluppo!Il grande anno dei fondi a sostegno dello sviluppo organizzato dai Production Days di Torino Film Industry.