CREDITO/Anche al Cinema il Fondo per le PMI

Il Comitato di Gestione del Fondo Centrale di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese del Ministero dello Sviluppo Economico ha di recente approvato una modifica alle proprie disposizioni operative a vantaggio delle imprese di produzione cinematografica, intervenendo sulle modalita’ di accesso di imprese caratterizzate da cicli produttivi ultrannuali e operanti su commessa o a progetto.

Ne ha dato notizia a Cannes Claudia Bugno, Presidente del Comitato, durante la tavola rotonda“Accesso al credito – Strumenti di sostegno alle imprese audiovisive europee”,svoltasi stamattina, 23 maggio, nel  salon Marta dell’Hotel Majestic.

La Tavola Rotonda è stata organizzata dall’ANICA con il supporto del Ministero dello Sviluppo Economico e in collaborazione con IFCIC e AudioVisual S.G.R, enti gestori del MEDIA Production Guarantee Fund, primo strumento finanziario che la Commissione Europea ha messo a disposizione dell’industria di produzione audiovisiva per facilitare l’accesso al credito bancario ordinario.

Introdotto da Nicola Borrelli, Direttore Generale per il Cinema del MiBAC e  moderata da Isabella Tessaro, Responsabile delle politiche per l’accesso alla finanza del Programma MEDIA dell’Unione Europea, l’incontro ha offerto un’analisi della situazione attuale con le soluzioni gia’ adottate nei diversi Paesi europei per agevolare l’accesso al credito, e ha consentito di condividere le strategie per il rafforzamento degli strumenti finanziari disponibili per l’industria di produzione cine-audiovisiva europea. Sono intervenuti Angelo Barbagallo, presidente dei produttori dell’ANICA, Florence Avilés di IFCIC, Mònica Carretero di Audiovisual S.G.R., Nicola Corigliano di Mediocredito Italiano Gruppo Intesa SanPaolo e Alberto Baldini di BNL del Gruppo BNP Paribas (le banche italiane maggiormente impegnate nel settore cinematografico), Dominique Malet per l’istituto finanziario francese COFILOISIRS, Olaf Stuehrk, responsabile del settore Media di Commerzbank e Guglielmo Belardi, Responsabile per le Relazioni con le imprese del Mediocredito Centrale, ente gestore del Fondo Centrale di Garanzia del MiSE.

Oltre ad annunciare l’importante novità concernenti le imprese cinematografiche, Claudia Bugno ha spiegato le finalita’ e le caratteristiche del Fondo Centrale di Garanzia, che, offrendo garanzie pubbliche sui finanziamenti a favore delle piccole e medie imprese attraverso banche e confidi, si propone come strumento concreto per contrastare la diminuzione del credito alle imprese. La Bugno ha inoltre ricordato che il Fondo di garanzia ha recentemente ottenuto il rifinanziamento arrivando a una dotazione complessiva di oltre 3 miliardi di euro fino al 2014.

 

 

Nella sezione: News