direttore Paolo Di Maira

CORTO DORICO / 21 corti per parlare di Metamorfosi

E’ in corso fino a sabato 28 marzo su Mymovies la  XVII edizione di Corto Dorico Film Fest, diretto dal regista e direttore della fotografia Daniele Ciprì e dallo sceneggiatore Luca Caprara , e quest’anno dedicata al tema della Metamorfosi.

21 i corti scelti per le tre sezioni principali: Corto Slam (semifinale), Finalissima per il concorso nazionale e A corto diritti – Short on Rights in collaborazione con Amnesty International Italia per il concorso internazionale. 

Sono 6 i corti selezionati per la Finalissima: “A disappearance” di Laura Spini e Laurence Brook; “Eggshell” di Ryan William Harris; “Finis Terrae” di Tommaso Frangini; “Inverno” di Giulio Mastromauro (già David di Donatello come Miglior Corto); “Pilgrims (Yolcular)” di Ali Asgari e Farnoosh Samadi; “Zheng” di Giacomo Sebastiani.

8 i corti del concorso Corto Slam (tra questi corti selezionati, il più votato dal pubblico entrerà a far parte della sezione Finalissima): “500 Calories” di Cristina Spina, “Gas Station” di Olga Torrico; “J’ador” di Simone Bozzelli; “L’Ultimo Fascista” di Giulia Magda Martinez; “Les Aigles de Carthage” di Adriano Valerio; “Male Fadàu” di Matteo Incollu; “Quaranta Cavalli” di Luca Ciriello; “Stardust” di Antonio Andrisani. 

I cortometraggi internazionali che trattano temi legati ai diritti umani e concorrono al premio di Amnesty International sono 7: “22nd of April” di Cesare Maglioni; “Braids” di Ismail Dairki; “Marta” di Benoit Verdier e Julien Verdier; “Rebel” di Pierre-Philippe Chevigny; “The Visit” di Azadeh Moussavi; “XY” di Anna Karín Lárusdóttir; “La Historia de Mateo – Mateo’s Story” di Malona P. Bandelt.


Tra i film in programma per Salto in lungo, il consolidato concorso per lungometraggi dedicato alle opere prime italiane, ci sono: “Rosa Pietra Stella” di Marcello Sannino, “Palazzo di Giustizia” di Chiara Bellosi, “L’Agnello” di Mario Piredda, “We Are the Thousand – L’Incredibile Storia dei Rockin’1000” di Anita Rivaroli, “Easy Living – La Vita Facile” di Orso e Peter Miyakawa

Tra gli eventi speciali in collaborazione con Amnesty International Italia il film “Let There Be Colour” di Ado Hasanovic che racconta il primo Pride in Bosnia nel 2019 (da sabato 20 al 28 marzo visibile su Mymovies.it) e “A Dog Called Money” di Seamus Murphy, con protagonista PJ Harvey e dedicato al viaggio in Afghanistan e Kosovo che le fu di ispirazione per la realizzazione dell’album The Hope Six Demolition Project (venerdì 26 marzo su Mymovies disponibile per 24 ore), il cortometraggio “Zombie” di Giorgio Diritti (da sabato 20 al 28 marzo visibile su Mymovies.it) e nell’ambito della collaborazione con il Ka Festival, il film “Sand Storm” di Jason Wishnow che vede come attore il controverso artista cinese Ai Weiwei (dal 20 al 28 marzo su Mymovies.it).

E poi gli incontri in diretta online sulla pagina Facebook di Corto Dorico e canale Youtube di Argowebtv, tra cui “Dove Nasce il Cinema che Verrà – Botteghe, Università, Accademie” con Gianni Canova, Giuseppe Carrieri, Antonella Di Nocera, Pinangelo Marino e Daniele Ciprì e in cui interverrà anche il rettore di UNIVPM, Gian Luca Gregori (sabato 20 marzo ore 15.00), la Masterclass della rassegna Cinemaèreale con il regista Agostino Ferrente in conversazione con gli studenti e i docenti del laboratorio di Cinemaèreale (domenica 21 alle 18.30) e l’incontro online dal titolo Cinemaèreale e la serializzazione tv con Paolo Bernardelli, autore di SanPa – Luci e tenebre di San Patrignano (martedì 23 alle ore 18.30).

Corto Dorico è organizzato da Nie Wiem, co-organizzato da Comune di Ancona, La Mole, e gode del patrocinio di Fondazione Marche Cultura

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION

Newsletter