direttore Paolo Di Maira

spot_img

CONVEGNO / Scrivere per il cinema in Emilia Romagna

Si terrà lunedì 20 dicembre, all’Auditorium Damslab di Bologna (dalle ore 10), ScrivER: primo incontro dedicato alla scrittura per il cinema in Emila Romagna.

L’evento vuol essere un primo spazio di riflessione e confronto sui differenti temi connessi alla scrittura per il cinema in Emilia Romagna, con interventi di sceneggiatori e studiosi attivi a vario titolo nel territorio regionale. Tra questi, gli sceneggiatori Grazia Verasani, Giampiero Rigosi, Valia Santella (docente di Fondazione Fare Cinema, vincitrice del Nastro d’argento e del David di Donatello per Il Traditore di Bellocchio), Michele Cogo (docente di Bottega Finzioni), Sofia Assirelli Margherita Ferri, Stefano Francia di Celle (storico del cinema e direttore del Torino Film Festival), Giacomo Manzoli (ordinario di Storia del cinema al Dams di Bologna) e Gianluca Farinelli (Direttore Cineteca di Bologna).

Il convegno sarà l’occasione per lanciare la prima edizione del Premio Sceneggiatura “ScrivER” rivolto agli sceneggiatori cinetelevisivi residenti in Emilia-Romagna. Al premio è connesso il censimento che sarà lanciato durante il convegno, per conoscere e valorizzare il patrimonio culturale del territorio: non solo un elenco degli sceneggiatori dell’Emilia Romagna, ma anche un panorama delle tendenze e di quello che è la nuova narrazione nel cinema e nella serialità.

ScrivER è promosso da Fondazione Fare Cinema con Associazione 100autori, in rete con altre realtà rappresentative a livello regionale (Fondazione Bottega Finzioni, FCP-Festival del Cinema di Porretta Terme e altre se ne aggiungeranno) – con il sostegno Regione Emilia Romagna ed Emilia Romagna Film Commission.

Denso il calendario dei lavori.

Dopo i saluti iniziali di Fabio Abagnato (Emilia-Romagna Film Commission), Paola Pedrazzini (direttrice di Fondazione Fare Cinema) e Enza Negroni (100autori), saranno Giampiero Rigosi, Sofia Assirelli e Margherita Ferri a prendere la parola su “Essere autori in Emilia-Romagna: limiti e opportunità”, un panel in cui mettendo a confronto esperienze diverse, si cercherà di fare luce su cosa significhi svolgere il mestiere di sceneggiatore in Emilia Romagna.

A seguire Valia Santella e Michele Cogo parleranno di quanto sia importante la formazione nella scrittura per il cinema in “Dall’aula alla produzione: il mestiere dello sceneggiatore”; mentre subito dopo Grazia Verasani e Giacomo Manzoli, nel panel “Valorizzazione del territorio attraverso la valorizzazione dell’immaginario”, si occuperanno di come il territorio possa influenzare le storie per il cinema e di come le storie possano ispirare, a loro volta, il territorio.

L’ultimo panel “Il finale delle nostre storie – dove arrivano le storie che immaginiamo?” vedrà intervenire Gianluca Farinelli e Luca Elmi, direttore del Festival del Cinema di Porretta, sulle questioni legate alla distribuzione e visibilità delle opere realizzate sulla base di storie prodotte da autori emiliano romagnoli, dai festival alle sale cinematografiche.

L’accesso all’evento è gratuito, previa registrazione su www.fondazionefarecinema.it.

Articoli collegati

- Sponsor - spot_img

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -spot_img

INDUSTRY

LOCATION

Newsletter