direttore Paolo Di Maira

CONTROTENDENZE/Un Multiplex in Centro

Può vantare le tecnologie più sofisticate IMG Cinemas, il complesso Multiplex che aprirà a Mestre il prossimo 12 dicembre: dal proiettore laser capace di conferire alle immagini una straordinaria luminosità, al sistema sonoro Dolby Atmos che con i suoi 60 canali è in grado di ricreare una dimensione sonora mai vissuta prima in una sala cinematografica.
A valorizzare le meraviglie hi-tech di IMG Cinemas provvederà  il  blockbuster della Warner Bros “Lo Hobbit, la desolazione di Smaug”.

Se la ricerca della qualità attraverso la tecnologia non è nuova per un nuovo multiplex,  in controtendenza c’è il fatto che il complesso cinematografico è situato nel cuore di Mestre, accanto alla centralissima Piazza Ferretto:
“ Abbiamo ribaltato il concetto di multisala tradizionale urbana – commenta Gianantonio Furlan, amministratore delegato di IMG Cinemas  e da tre generazioni nell’esercizio cinematografico – riportando la tecnologia e la qualità nel centro della città: è un concetto di multiplex urbano che prima non esisteva”.

IMG Cinemas  – 6 schermi per un totale di 1200 posti – è stato ricavato all’interno di un’area precedentemente edificata, il Centro Culturale Candiani, e con il Centro condivide la hall di nuova costruzione attraverso cui si accede anche alla libreria in Mondadori, video bookstore di 200 metri quadrati specializzato nel cinema e arti visive, una caffetteria, una gelateria e tre  ristoranti. Al pubblico è assicurato un parcheggio sotterraneo di 150 posti auto che si aggiunge ai 700 posti auto nelle immediate vicinanze ( altri 350 saranno pronti entro Pasqua, in uno spazio adiacente al cinema).

Il progetto ha avuto una lunga gestazione – l’idea nacque 6 anni fa, ricorda Furlan- ed è frutto di una laboriosa trattativa tra il Gruppo Furlan che a Mestre possiede tre multisale ( praticamente tutti i cinema, ad eccezione della sala d’Essai Dante), e l’amministrazione comunale, interessata a riqualificare un’area molto prossima al degrado.

Si tratta di un’operazione articolata (di cui il cinema è solo una parte), costata circa  15 milioni di euro, e appare un caso riuscito d’impresa mista pubblico- privato. Il Gruppo Furlan si è impegnato a fare le opere di edificazione e ristrutturazione, compresa la riqualificazione della piazza antistante, e in cambio  ha acquisito  per 60 anni la proprietà di una parte delle aree.

L’offerta cinematografica sarà concentrata sul nuovo multiplex: delle altre multisale solo una, la multisala Palazzo, per il momento continuerà a fare cinema, mentre il Corso farà solo teatro e l’Excelsior avrà altre destinazioni commerciali.

 

 

Articoli collegati

BASILICATA/Miracoli in VR

A fine novembre a Matera e dintorni avranno luogo le riprese del film in Virtual Reality “The 7 Miracles of Jesus” , girato attraverso...

ESERCIZIO/Il Giro dei Cinema

Il Giro dei Cinema: alla scoperta delle buone pratiche dei cinema d'essai attraverso un viaggio in 42 sale italiane

Cinema&Video International n.179

Il numero di ottobre 2020 è distribuito al MIA di Roma e sulla piattaforma di MIPCOM Online+
- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

FILM SCHOOL NETWORK / Al via il meeting internazionale delle Scuole di Cinema

Si svolgerà dal 4 al 6 dicembre online la seconda edizione di Film School Network, l’evento di networking e proiezioni dedicato alle scuole di cinema europee, organizzato dalla casa di produzione lucchese Metropolis, che dal 2015 si occupa anche di formazione con la sua Accademia di Cinema Toscana.

BIENNALE COLLEGE / Prima candidatura all’Oscar

Prima Candidatura all'Oscar per un film di Biennale College: "This is not a Burial,It's a resurrection" (Lesoto). Annunciati i 4 progetti che diventeranno film di questa 9 edizione. Fra questi, "La Tana" dell'italiana Beatrice Baldacci

WEB FESTIVAL / Al via il Digital Media Fest online

Si svolgerà dal 30 novembre e terminerà il 2 dicembre, con una formula interamente digitale il Digital Media Fest, il festival creato e diretto da Janet De Nardis: 3 giorni di webserie, cortometraggi e vertical video provenienti da oltre 30 Nazioni.
- sponsor -

INDUSTRY

FILM SCHOOL NETWORK / Al via il meeting internazionale delle Scuole di Cinema

Si svolgerà dal 4 al 6 dicembre online la seconda edizione di Film School Network, l’evento di networking e proiezioni dedicato alle scuole di cinema europee, organizzato dalla casa di produzione lucchese Metropolis, che dal 2015 si occupa anche di formazione con la sua Accademia di Cinema Toscana.

BIENNALE COLLEGE / Prima candidatura all’Oscar

Prima Candidatura all'Oscar per un film di Biennale College: "This is not a Burial,It's a resurrection" (Lesoto). Annunciati i 4 progetti che diventeranno film di questa 9 edizione. Fra questi, "La Tana" dell'italiana Beatrice Baldacci

DIVERSITY MEDIA AWARDS / Berry Bees miglior serie kids

"Berry Bees", una coproduzione internazionale di Atlantyca con SLR Productions, Telegael e Studio Cosmos-Maya con la partecipazione di Rai Ragazzi e NINE Network, è stata premiata come Miglior Serie Kids dell’anno ai Diversity Media Awards 2020
- sponsor -

LOCATION

LOMBARDIA /Come rilanciare la Film Commission

La necessità e l’urgenza di riformare e rilanciare la Lombardia Film Commission è stato oggetto del convegno No signal? Audiovisivo lombardo, una nuova film commission come motore del rilancio, organizzato dal raggruppamento Cinema e Audiovisivo di Cna Lombardia e a cui hanno partecipato istituzioni, associazioni, operatori. Gli interventi di Curti, Priarone, Maselli, Ippoliti, Dell'Acqua, Del Corno, Masotina, Pedote, Bocca Gelsi, Trivellini

PIEMONTE / 5 progetti sostenuti dal Film Tv Fund

Il nuovo film di Davide Ferrario, "Tutto qua” (titolo provvisorio) le cui riprese si stanno concludendo a Torino, è uno dei cinque titoli che beneficerà del contributo el Bando POR FESR "Piemonte Film Tv Fund". Sostenuti anche per Indyca, IIF, Casa delle Visioni e Viola Film

CORTI / Ça Tourne! il nuovo concorso di F.F.C. Vallée d’Aoste

“ÇA TOURNE!”: c'è tempo fino al 9 dicembre per partecipare al concorso di idee finalizzato alla realizzazione di cortometraggi bandito da Fondazione Film Commission Vallée d’Aoste e rivolto a professionisti residenti o domiciliati in Valle d’Aosta, imprese, associazioni culturali e fondazioni valdostane o che abbiano sede legale od operativa sul territorio regionale