DRIVE IN/Con CNA arriva CineDrive

Se da un lato, con il Corona Virus, le piattaforme per la visione in streaming sono diventate d’improvviso protagoniste, accelerando l’ evoluzione tecnologica già in atto, dall’altro nascono soluzioni, per uscire dall’empasse, che hanno un sapore di altri tempi, e di altri luoghi.
Il Drive in ad esempio.

Il Guardian qualche settimana fa aveva pubblicato un bellissimo reportage fotografico sui Drive in Corea del Sud, dove si vedevano famiglie intere prese dalla visione munite di mascherine e pop corn, negli abitacoli delle loro auto.
Cineuropa ha invece scritto del drive-in Filmweb, che si trova appena fuori Oslo, e che ha ospitato 28 proiezioni sold-out tra il 7 e il 14 aprile, attirando quasi 10.000 spettatori, e della prossima apertura del drive in Zmonės a Vilnius, in Lituania (vai alla news ).
E negli USA, si legge su Repubblica, si è registrato un boom degli ingressi ai drive in, le cui vecchie strutture sono state rilanciate nel corso di questa pandemia. E’ soprattutto a quell’immaginario che è legata la nostra idea di Drive in, che sembra diventerà presto realtà in Italia, grazie al progetto CineDrive, nato dalla collaborazione tra CNA Cinema e Audiovisivo, e una rete di esercenti laziali.

E’ un’idea a cui CNA sta lavorando da un mese, su impulso di una rete di esercenti loro associati, e  in primis del Multiplex Augustus di Velletri, di proprietà della famiglia Fontana, rivela Mario Perchiazzi, vice presidente di CNA Cinema e Audiovisivo nazionale: “Il progetto è partito a Roma e nel Lazio, ed è molto piaciuto sia al sindaco che alla Regione, di cui, siamo certi, avremo il sostegno, essendo con ogni probabilità l’unica manifestazione che potrà svolgersi nei prossimi mesi all’aperto. Siamo già a 100 adesioni, e ci stanno arrivando richieste da tutte le Regioni.”

100 è il numero minimo ‘di avviamento’, prosegue Perchiazzi, che consentirà di stringere accordi con i distributori, anche se poi ogni sala gestirà autonomamente il suo drive in, in accordo anche con i sindaci dei comuni dove resta da trovare un luogo ad hoc dove collocarlo.

La tecnologia, fornita da Tixter, è simile a quella usata nelle arene estive, anche perché, CineDrive, commenta Stefano Di Niola, Segretario della CNA di Roma, “vuole fare da apripista per le successive aperture delle Arene cinematografiche ed infine alla riapertura delle nostre sale cinematografiche che riteniamo non sarà immediata. Questa grandissima opportunità ci consentirà non solo di non farci trovare orfani del grande schermo, ma ci darà la possibilità di vivere la magia delle serate all’aperto in macchina come nelle immagini dei drive-in di tanti anni fa”.

“Il nostro valore aggiunto è sicuramente la collaborazione con Moviemedia, società concessionaria leader come numero di schermi e presenza territoriale, che abbiamo al nostro fianco in questo percorso organizzativo. Con Moviemedia si apre una finestra essenziale sul panorama nazionale, per poter vincere la sfida al supporto del settore, mettendo forza, conoscenza e grandi risorse nel progetto”, conclude Mario Perchiazzi, che ritiene che Cine Drive potrebbe partire intorno ad agosto o settembre.

Nella sezione: Rivista