direttore Paolo Di Maira

CINETURISMO/Finisterra, sette premi ai ‘Palladiani’

Ha fatto incetta di premi “I Palladiani”, alla prima edizione del festival portoghese  Finisterra-Arrábida, festival dedicato ai film d’arte e al cineturismo.

Il documentario, diretto e prodotto da Guido Cerasuolo (con la sua Mestiere Cinema) per conto di Vicenzaè e Vicenza Film Commission in occasione dei 500 anni dalla morte dell’architetto vicentino Andrea Palladio, si è conquistato ben sette riconoscimenti: “Best film 1st edition Festi- val Arrábida, Grand Prize”, “Best Documentary”, “Best Script” -il soggetto è del padovano Marco Pettenello: un viaggio alla scoperta dei luoghi creati da Andrea Palladio oltre 500 anni fa, ef- fettuato attraverso i racconti e le storie di coloro che oggi abitano queste straordinarie dimore-, “Best Music” (del veneziano Giorgio Costanti- ni) , “Best Post Production” (curata da Tomas de Marchi), “Best Sound” e “Best Film-categoria Luoghi Storici”.
Il film, la cui distribuzione internazionale è affida- ta a Run for Tv Distribution di David Harrison, è stato recentemente acquistato da Foxtel ( cavo e satellite) per Australia e Nuova Zelanda.

“E’ il secondo premio che vinciamo in Portogallo alla prima edizione del Festival por- con questo film dopo quello ottenuto al Festival di  festival Barcelos nel 2011 anch’esso dedicato al cineturi- dedicato ai film d’arte e al cineturismo”, dice Guido Cerasuolo, che recentemente è stato nominato Presidente di APE (l’Associazione Nazionale dei Produttori Esecutivi italiani). Quest’anno l’accoglienza è stata davvero straordinaria: pubblico e giuria hanno apprezzato moltissimo il film, ringraziandoci per avergli fatto scoprire Palladio, di cui conoscevano solo il nome e, soprattutto, un territorio, quello Veneto, di cui i portoghesi conoscono solo Venezia.”

Il Finisterra Arrábida, – Film Art&tourism Festival, si è svolto dal 23 maggio al 3 giugno, ed è nato con l’obiettivo di promuovere e premiare film e prodotti audiovisvi che danno impulso al turismo. Il Festival si propone anche di rafforzare e promuovere internazionalmente l’immagine dei luoghi che lo ospitano: Arrábida, Sesimbra e Cabo Espichel, set di film quali “La Casa deli Spiriti” , “I Viaggi di Gulliver”, “007 In Her Majsty’s Service,” “The Hidden Circle” …

Il fulcro del festival è stata la conferenza “Cinema&Tourism”, concepita come un momento di ricerca e di in- contro fra professionisti e studiosi dei due settori.

Articolo precedenteFESTIVAL/Orizzonti pugliesi
Articolo successivoLOCATION/Naomi Watts a Trieste

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION