CARTOON FORUM/Progetti Crossmediali

di Monica Tasciotti


Crossmedialità : è stata la parola chiave di Cartoons on the Bay, nello scorso aprile, e lo sarà  anche del prossimo Cartoon Forum, evento di riferimento in Europa per le serie in animazione, organizzato dall’associazione Cartoon di Bruxelles e promosso dal Programma Media, che si svolge dal 14 al 18 settembre, per la prima volta in un nuovo Paese dell’Unione Europea, in Ungheria, nella città  medievale di Sopron.
Di 63 progetti selezionati da 19 Paesi su 110 iscritti (20% di incremento) più del 40% sono infatti concepiti non solo per la tv ma anche per altre piattaforme.
Come “Nerdy CrossWorlds”, l’unico progetto italiano dei 5 selezionati supportato da Rai Fiction, serie da 52 episodi di 13 minuti.
Sviluppato dalla dinamica casa di produzione Enanimation di Torino, “Nerdy CrossWorlds” nasce dall’idea di offrire un prodotto con contenuti diversi ed autonomi ma fruibili con svariate tecnologie e sistemi di comunicazione.
Il titolo si basa su concept diversi ognuno studiato per una differente comunità  di potenziali interlocutori, ognuno con uno specifico inizio e un finale, perfettamente autonomo.
Quando tuttavia le diverse comunità  di pubblico entrano in contatto con gli altri media, scoprono un’altro pezzo del progetto, una nuova storia di CrossWorlds, il mondo parallelo dei videogiochi in cui vivono gli avatar di 5 adolescenti.


Misseri Studio, marchio gestito dalla Associati Audiovisivi di Firenze, propone invece “21st Century Cavemen”, serie in plastilina (13×5′) per il target 6-9 anni coprodotta da Channel Five, canale inglese con il quale Misseri ha già  realizzato due serie fra cui “Bert and Ernie’s Great Adventures”, versione animata dei noti pupazzi creati da Sesame Workshop. In questa serie 5 personaggi delle caverne, ritrovandosi nel 21° secolo, dovranno fare i conti con la civilizzazione.


“Robot, Arpo” è il nuovo titolo di ConnecToon di Roma, comedy/adventure in 3D HD (52×13′) per bambini dai 6 agli 11 anni su un robot guerriero coprodotta con vari studi internazionali.


“Dunque? Avventura nell’Univerphone” di Toposodo di Pisa è la storia di Ghab Gamo, un ragazzino di 11 anni figlio di un famoso inventore di videogames, che va a finire dentro al cellulare della sorella Loona.
26 episodi di 13 minuti che verranno realizzati in computer grafica in HD.


Infine, “Symo & Rose” del Gruppo Alcuni di Treviso è un progetto di serie da 52 episodi di 6 minuti per l’infanzia con grafica teen, protagonisti i due fratellini del titolo.


Inoltre, dopo un primo passo in Argentina e un’edizione in Corea del Sud, Cartoon continua ad aprire le frontiere del mercato europeo organizzando il prossimo Cartoon Connection (nuovo programma di cooperazione per coproduzioni e distribuzione di serie e film in animazione tra operatori europei ed extraeuropei promosso dalla UE) in Canada, ad Ottawa dal 18 al 21 ottobre.
Cartoon Connection Canada-UE si terrà  appena prima dell’Ottawa International Animation Festival e della Television Animation Conference dove saranno presenti anche speaker e buyer statunitensi.


 


50° ANNECY/ITALIA PROTAGONISTA

Edizione fortunata per l’Italia quella del 50° Festival internazionale del film di animazione di Annecy svoltasi lo scorso giugno dove, sebbene con una coproduzione francese, Lanterna Magica di Torino ha portato via il premio della giuria per il lungometraggio “Nat e il segreto di Eleonora” di Dominique Monféry.
Un altro italiano, Sergio Basso, ha vinto il premio per il miglior film educativo con “Giallo a Milano”, primo docu-web crossmediale, (uno sguardo all’interno della comunità  cinese a Milano), mentre la tv pubblica francese ha annunciato che tre serie tv coprodotte da Rai Fiction sono fra i titoli di punta della loro prossima stagione (“Geronimo Stilton” di Atlantyca, “PopPixie”, nuova serie della Rainbow e “Street Football” di de Mas & partners).
Un’edizione particolarmente ricca che, oltre alla presenza di numerose star dell’animazione, fra cui Nick Park, Matt Groening e Jeffrey Katzenberg, ha ospitato l’anteprima mondiale dell’ottimo “Cattivissimo me” di Pierre Coffin, Chris Renaud e Sergio Pablos, lungo in 3D della Universal interamente realizzato in Francia che uscirà  il 15 ottobre.
Oltre a “Shrek e vissero felici e contenti” in anteprima europea e a “L’illusioniste” di Sylvain Chomet, tratto da uno script inedito di Jacques Tati, che dovrebbe essere distribuito dalla Sacher in autunno quando uscirà  anche il prossimo film di Iginio Straffi, “Winx Club 3D “” Magica Avventura” (dal 29 ottobre) primo film italiano in CGI e stereoscopia, distribuito da Medusa.
E, a vent’anni dalla sua uscita in Giappone, arriverà  finalmente in Italia (Lucky Red) anche “Porco Rosso” di Hayao Miyazaki.

Nella sezione: Rivista