CANNES/Le cifre del primo Marché du Film Online

10,002 partecipanti da tutto il mondo, di cui 5900 europei (le delegazioni più numerose sono state quelle di USA- 1500- Francia -1400- e UK – 950- ) : queste le cifre della prima edizione del Marché du Film Online, che ha ricreato, dal 22 al 26 giugno, l’esperienza del mercato cannense attraverso conferenze, meeting one to one, screenings ed incontri informali che hanno coinvolto 122 paesi, uno in più rispetto all’edizione dello scorso anno.

61 i padiglioni virtuali, di cui tre sono stati premiati: Cinema Spain ha conquistato il Best Pavilion Design Award 2020, la Coup de coeur mention è andata a quello di New Zealand Film Commission, mentre la Menzione Speciale della Giuria è andata a SEE NL.

262 gli stand virtuali degli agenti di vendita, che hanno presentato di 1235 screenings per 3500 titoli, proiettati in 59 sale virtuali, totalizzando 42 mila ‘ingressi’.

“L’agilità con cui il Marché si è reinventato è stata applaudita da tutti, dagli agenti di vendita ai buyers. E’ stata una meravigliosa opportunità per riuire l’industria, e anche un primo test, sia per la Selezione Ufficiale dei film 2020, sia per ciò che il futuro potrebbe riservare per Cannes 2021!” ha dichiarato Thierry Freamaux, delegato generale del Festival di Cannes.
Sulla stessa linea d’onda anche Pierre Lescure, il presidente del Festival, che ha lodato lo spirito innovativo e la capacità di adattamento del team guidato da Jérôme Paillard, direttore esecutivo del mercato.

Grande successo per Cannes Doc, che ha riunito una comunità ben più vasta di quella che di solito è presente fisicamente al Marchè: oltre 100 partecipanti a ognuno degli 8 Docs-in-Progress Showcases; fra 100 e 260 persone ad ogni Doc Talk e al Doc Day; decine di appuntamenti organizzati con i Cannes Docs Co-Pro Speed Meetings.

Il Docs-in-Progress Award è andato a Holy Craft diretto da Joseph Mangat e prodotto da Alemberg ANG (vy/ac Productions, Philippines).

L’ Impact Award , in partnership con Nordisk Panorama, è andato a Beauty of the Beast diretto da Anna Nemes e prodotto da Ágnes Horváth-Szabó & András Pires Muhi (ELF Pictures, Hungary).

Il Cineli Digital Award went to Les Libres diretto da Nicolas Levesque e prodotto da Jean-Philippe Archibald, Nicolas Levesque (Canopée, Canada).

Il VOSTAO Award è andato a Anhell69 diretto da Theo Montoya and prodotto da Juan PabloCastrillon (Desvío Visual, Colombia), Mario Durrieu & Walter Tiepelmann (996 films, Argentina) & BiancaOana (Monogram Film, Rumania).

Due i progetti di Cannes XR Virtual premiati nel corso della Cannes XR Award Ceremony: THE GREAT C, prodotto da Secret Location e Electric Shepherd Productions è il vincitore del  Positron Visionary Award; 1st STEP, creato da Faber Courtial si è aggiudicato il VeeR Future Award 2020.

Nella sezione: Senza categoria