Cannes/ Il Festival ostenta tranquillità


Cannes non teme il Coronavirus. E’ questa la sostanza delle dichiarazioni di Pierre Lescure, presidente del Festival di Cannes, rilasciate ieri al quotidiano francese Le Figaro.

“Resto ragionevolmente ottimista sperando che il picco dell’epidemia venga raggiunto a fine marzo e che in aprile si possa respirare un’aria migliore”. Però, aggiunge: “ non siamo incoscienti, se non ci saranno le condizioni, si annullerà”.

La tranquillità di Lescure fa seguito al rifiuto, da parte del Festival, di accettare l’opzione proposta della compagnia assicurativa Circle Group circa la copertura per l’epidemia.

L’offerta era totalmente sproporzionata – rivela a Le Figaro-, avrebbe coperto solo 2 milioni di euro, a fronte di un budget del festival di 22 milioni di euro!”.

Dunque, anche se il Festival non sarà coperto in caso di cancellazione, “non importa, perché noi abbiamo delle riserve. Il fondo di dotazione che abbiamo messo in piedi ci permette di far fronte almeno ad un anno senza entrate”.

Il Festival è tranquillo… ma le migliaia di professionisti suoi clienti ?

Nella sezione: Senza categoria