direttore Paolo Di Maira

BLS/Bilancio positivo del 2015

Più di 520 giorni di riprese in Alto Adige, 22 progetti finanziati tra film, documentari e serie televisive italiani e internazionali e 30 produzioni che hanno girato sul territorio: questi i numeri con cui la BLS – Film Fund & Commission dell’Alto Adige chiude il 2015.
Tra i progetti sostenuti che hanno già girato in Alto Adige:  “Il vicino”, opera prima di Klaudia Reynicke con Ondina Quadri, prodotto dalla bolognese tempesta in co-produzione con la svizzera Amka Films; “Burg Schreckenstein”, il family di Ralf Huettner, prodotto dalla tedesca Roxy Film  in co-produzione con Violet Pictures, “Die Einsiedler”, dell’altoatesino Ronny Trocker, prodotto dalla tedesca Zischlermann in co-produzione con l’austriaca Golden Girls e “Maikäfer flieg!”, di Mirjam Unger, prodotto dall’austriaca KGP Kranzelbinder Gabriele Production.

Sul territorio sono arrivate inoltre anche produzioni che avevano ricevuto il sostegno dalla BLS nel 2014, come quella di “Grand Hotel”, la serie televisiva di Cattleya e Rai Fiction, o la casa di produzione Paco Cinematografica, che ha portato in Alto Adige Giuseppe Tornatore con Jeremy Irons e Olga Kurylenko per lavorare al film “La corrispondenza”, al cinema in Italia dal 14 gennaio prossimo. Tempesta ha girato interamente sul territorio “Fräulein”, con Christian De Sica e Lucia Mascino, diretto da Caterina Carone; la Orisa Produzioni con la belga Savage Film e le cinesi Road Pictures e China Blue ha realizzato invece parte delle le riprese di “Caffè” di Cristiano Bortone con Babak Karimi, Miriam Dalmazio e Dario Aita; l’italiana Zivago Media in co-produzione con l’italiana Citrullo International e la statunitense Cineric ha costruito un set ai piedi del Latemar a 2500 mt. di altezza per le riprese di Monte, del regista iraniano Amir Naderi e la tedesca Sparkling Pictures ha girato sulle Dolomiti “König Laurin” dell’altoatesino Matthias Lang.
Anche diverse produzioni che non hanno ricevuto un sostegno dalla BLS hanno scelto l’Alto Adige per ambientare i loro progetti e usufruito del supporto logistico della Film Commission. Ne è un esempio “Smitten!”, il primo film da regista di Barry Morrow, premio Oscar per la sceneggiatura di “Rain Man”, che ha portato sul set l’attore e cantante Darren Criss, star di Glee, e Madalina Ghenea, reduce dal successo del film Youth-La giovinezza di Paolo Sorrentino.

Nel 2015 molte produzioni sostenute da BLS hanno ‘girato’ nei festival internazionali, fra questi, “Vergine giurata” di Laura Bispuri, unico film italiano in concorso alla 65. Berlinale e poi in programma al Tribeca di New York e all’Hong Kong International Film Festival; “Everest”, il kolossal statunitense in 3D diretto da Baltazar Kormákur e girato a oltre 3000 mt. sul Ghiacciaio della Val Senales, che ha aperto la 72. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia; “Chrieg”, dello svizzero Simon Jaquement, in programma al 68. Festival del Film di Locarno; “Alaska”, presentato alla 10° festa del Cinema di Roma e “Forza maggiore”, candidato come Miglior film in lingua straniera ai Golden Globe 2015 e agli Oscar 2015.
Per il 2016 è stata riconfermata alla BLS la gestione di un Fondo di 5 milioni di Euro, messo a disposizione dalla Provincia Autonoma di Bolzano e finalizzato al sostegno delle produzioni cinematografiche e televisive realizzate totalmente o in parte sul territorio provinciale.
Il Fondo sarà destinato come finanziamento per la produzione e per la pre-produzione. Per usufruirne è necessario che le produzioni reinvestano sul territorio almeno il 150% del contributo ricevuto. Le scadenze per richiedere il finanziamento nel 2016 sono 3: 27 gennaio, 4 maggio e 28 settembre.

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION