direttore Paolo Di Maira

BERLINALE/Orso d’Oro a Taxi

Jafar Panahi alla guida del suo “Taxi” per le strade di Teheran conquista l’Orso d’Oro della 65esima Berlinale, e anche il premio della Giuria Fipresci.
L’Orso d’Argento va al molto acclamato  “El Club” del cileno Pablo Larrain, mentre l’Orso d’Argento-Alfred Bauer Prize, ad un  film che apre nuove prospettive, se lo aggiudica il guatemalteco Jayro Baustamante, con la sua opera prima “Ixcanul”.
E sono molti i premi ai ‘giovani’: oltre a Larrain e Baustamante, il rumeno Radu Jude, miglior regista per “Aferim”, ex equo con la polacca Malgorzata Szumowska per “Body”.

Altro ex equo è quello dell’Orso d’Argento per l’eccezionale contributo artistico a Sturla Brandth Grøvlen per la camera in “Victoria” e a Evgeniy Privin and Sergey Mikhalchuk per la camera in “Pod electricheskimi oblakami” (Under electric clouds)
Migliore attore e attrice sono Charlotte Rampling e Tom Courtenay, protagonisti di “45 years”, mentre a Patricio Guzman va l’Orso d’Argento alla migliore sceneggiatura per “El Boton de Nacar”, che conquista anche il premio della Giuria Ecumenica.

Anche l’Italia conquista un premio: quello della Giuria Fipresci che va a “il Gesto delle Mani” di Francesco Clerici, presentato in Forum.

Gli altri premi della Giuria Ecumenica vanno a “Ned Rifle” di Hal Hartley (Panorama) e a “Histoire de Judas” di Rabah Ameur-Zaïmeche (Forum).  Il vincitore di Panorama per la Giuria Fipresci è “Paridan az Ertefa Kam”  (A Minor Leap Down) di Hamed Rajabi. La miglior opera prima è la messicana “600 Millas” di Gabriel Ripstein.

I film di Baustamante e di Guzman sono stati realizzati anche con il sostegno di CineRegio, l’associazione non profit che riunisce 43 fondi regionali in 14 paesi europei per un totale di 168 milioni di euro di fondi. Quest’anno erano 25 i film presentati al Festival (6 in concorso) e sostenuti da CineRegio, i cui membri si sono dati appuntamento alla Berlinale per ribadire l’importanza dell’impegno nella difesa dell’identità europea e nella salvaguardia dell’eccezione culturale:

“Non ha senso anteporre gli interessi delle multinazionali statunitense a quelli di un’Europa (e cittadini europei) diversa: senza l’eccezione culturale non può esistere un settore cinematografico europeo.” ha dichiarato Charlotte Appelgren, segretario generale di Cineregio.

Articoli collegati

ESERCIZIO/Il Giro dei Cinema

Il Giro dei Cinema: alla scoperta delle buone pratiche dei cinema d'essai attraverso un viaggio in 42 sale italiane

BASILICATA/Miracoli in VR

A fine novembre a Matera e dintorni avranno luogo le riprese del film in Virtual Reality “The 7 Miracles of Jesus” , girato attraverso...

Cinema&Video International n.179

Il numero di ottobre 2020 è distribuito al MIA di Roma e sulla piattaforma di MIPCOM Online+
- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

FILM SCHOOL NETWORK / Al via il meeting internazionale delle Scuole di Cinema

Si svolgerà dal 4 al 6 dicembre online la seconda edizione di Film School Network, l’evento di networking e proiezioni dedicato alle scuole di cinema europee, organizzato dalla casa di produzione lucchese Metropolis, che dal 2015 si occupa anche di formazione con la sua Accademia di Cinema Toscana.

BIENNALE COLLEGE / Prima candidatura all’Oscar

Prima Candidatura all'Oscar per un film di Biennale College: "This is not a Burial,It's a resurrection" (Lesoto). Annunciati i 4 progetti che diventeranno film di questa 9 edizione. Fra questi, "La Tana" dell'italiana Beatrice Baldacci

WEB FESTIVAL / Al via il Digital Media Fest online

Si svolgerà dal 30 novembre e terminerà il 2 dicembre, con una formula interamente digitale il Digital Media Fest, il festival creato e diretto da Janet De Nardis: 3 giorni di webserie, cortometraggi e vertical video provenienti da oltre 30 Nazioni.
- sponsor -

INDUSTRY

FILM SCHOOL NETWORK / Al via il meeting internazionale delle Scuole di Cinema

Si svolgerà dal 4 al 6 dicembre online la seconda edizione di Film School Network, l’evento di networking e proiezioni dedicato alle scuole di cinema europee, organizzato dalla casa di produzione lucchese Metropolis, che dal 2015 si occupa anche di formazione con la sua Accademia di Cinema Toscana.

BIENNALE COLLEGE / Prima candidatura all’Oscar

Prima Candidatura all'Oscar per un film di Biennale College: "This is not a Burial,It's a resurrection" (Lesoto). Annunciati i 4 progetti che diventeranno film di questa 9 edizione. Fra questi, "La Tana" dell'italiana Beatrice Baldacci

DIVERSITY MEDIA AWARDS / Berry Bees miglior serie kids

"Berry Bees", una coproduzione internazionale di Atlantyca con SLR Productions, Telegael e Studio Cosmos-Maya con la partecipazione di Rai Ragazzi e NINE Network, è stata premiata come Miglior Serie Kids dell’anno ai Diversity Media Awards 2020
- sponsor -

LOCATION

PIEMONTE / 5 progetti sostenuti dal Film Tv Fund

Il nuovo film di Davide Ferrario, "Tutto qua” (titolo provvisorio) le cui riprese si stanno concludendo a Torino, è uno dei cinque titoli che beneficerà del contributo el Bando POR FESR "Piemonte Film Tv Fund". Sostenuti anche per Indyca, IIF, Casa delle Visioni e Viola Film

CORTI / Ça Tourne! il nuovo concorso di F.F.C. Vallée d’Aoste

“ÇA TOURNE!”: c'è tempo fino al 9 dicembre per partecipare al concorso di idee finalizzato alla realizzazione di cortometraggi bandito da Fondazione Film Commission Vallée d’Aoste e rivolto a professionisti residenti o domiciliati in Valle d’Aosta, imprese, associazioni culturali e fondazioni valdostane o che abbiano sede legale od operativa sul territorio regionale

FVG / Iniziate le riprese di Volevo Fare la Rockstar 2

Gorizia, Cormons, Cividale del Friuli e Gradisca sono le location di "Volevo fare la Rockstar 2", diretta da Matteo Oleotto ed è una coproduzione Rai Fiction e Pepito Produzioni realizzata con il sostegno della Friuli Venezia Giulia Film Commission.