direttore Paolo Di Maira

BERLINALE/Italiani in sordina

di Chiara Gelato


Presenza sottotono, quest’anno, del cinema italiano a Berlino (dal 5 al 15 febbraio), che fa la sua comparsa in veste di coproduttore nelle ultime due prove dei registi Ozon (“Ricky”, in concorso) ed Angelopoulos (“The Dust of Time”, fuori concorso), e si assicura il suo momento di gloria (e glamour) con il passaggio in passerella di Riccardo Scamarcio, diretto da Costa Gavras in “Eden is West”, terza coproduzione italiana di questa 59° edizione.
Dietro la macchina da presa per puntare il dito “sulla necessità  di un’agricoltura ritrovata secondo le leggi della natura e non degli Ogm”, Ermanno Olmi presenta, nell’ambito di Berlinale Special, il suo nuovo documentario “Terra madre”, mentre l’ormai ricercatissima Alba Rohrwacher è la Shooting Star italiana, l’attrice emergente selezionata per rappresentare l’Italia a fianco dei colleghi europei.


Il made in Italy è tuttavia rappresentato nell’ambito dell’European Film Market – che si prevede registri un calo di presenze rispetto al 2008 – dallo Stand Italia, iniziativa congiunta di ICE, Unefa e Italian Film Commissions.
“La partecipazione all’EFM, solitamente coordinata con Anica e Filmitalia”, dichiara Gisella De Pace dell’ICE, “quest’anno è gestita in partnership con l’Unione degli esportatori e il network italiano che riunisce le Film Commission”.


Location del padiglione di 140 metri quadri che ospiterà  distributori (Intramovies, Minerva Pictures, FilmExport Group, Movietime, Variety Communication e Mondo Tv, unica presenza, quest’ultima, al di fuori dell’Unefa) e Film commission (18 le strutture rappresentate, di cui 6 presenti a Berlino: Apulia Film Commission, Film Commission Regione Campania, Film Commission Torino-Piemonte, Marche Film Commission, Roma & Lazio Film Commission, Italian Riviera-Alpi del mare Film Commission), il Martin-Gropius-Bau, sede del mercato berlinese dal 2006.


A supporto dello spazio espositivo, una serie di operazioni di comunicazione in favore dell’industria italiana dell’audiovisivo:
“Sul fronte promozionale”, continua la De Pace, “è stato realizzato un catalogo su penna usb con le informazioni sui distributori presenti a Berlino, con relativi titoli e trailer, ed i profili delle diverse Film Commission”.


“Quest’anno le Film Commission italiane saranno presenti all’interno dell’area italiana del Martin Gropius Center.
Si tratta di una prima assoluta “, anticipa Andrea Rocco, presidente dell’associazione.
“Mai prima d’ora c’era stata una presenza così consistente e completa. Se questo si è realizzato è grazie all’Ice, che ha consentito alle Film Commission e a Unfea di fare realmente sistema”.

Articoli collegati

- Sponsor -

FESTIVAL - MARKET

- sponsor -

INDUSTRY

- sponsor -

LOCATION